domenica 21 novembre 2021

Il grande fallimento dei modelli predittivi: il virus continua a fare quello che gli pare



In questi giorni, ho tradotto un articolo del medico svedese Sebastian Rushworth per l "Unconditional Blog." Rushworth fa del suo meglio per interpretare la situazione relativa al Covid-19 sulla base dei dati disponibili, esaminando come sono andate le cose in diversi paesi. 

Quello che fa impressione di tutta la vicenda è come il virus abbia sempre fatto a modo suo, infischiandosene alla grande dei vari provvedimenti più o meno draconiani presi dai governi. Rushworth stesso usa il termine "sorprendente" proprio nel titolo. 

Così, tutta la vicenda è iniziata con il fallimento dei modelli predittivi dei consulenti del governo inglese, quelli del famigerato "Imperial College," sui quali provvedimenti come il lockdown del 2020 erano basati. Modelli evolutissimi (o così definiti dai loro creatori) che hanno sballato completamente le previsioni parlando di almeno mezzo milione di morti nel primo ciclo epidemico nella sola Gran Bretagna. Per aggiungere beffa al danno, il rappresentante principale del gruppo di scienziati che lavorava con questi modelli, Neil Ferguson, si è poi fatto beccare a ricevere la sua amichetta a casa sua in barba al lockdown rigoroso che lui stesso aveva caldeggiato. Il grande modellista non aveva modellizzato bene il suo stesso comportamento, evidentemente.

In questo articolo, noterete come Rushworth non è che non usi i modelli. Li usa, ma nel modo giusto. Ovvero, non nel modo "predittivo" ma nel modo "interpretativo." Vale a dire che esamina l'andamento dell'epidemia sulla base alcuni semplici fatti, il principale dei quali è che tutte le epidemie seguono dei cicli a forma di campana, il che è un risultato che viene dai modelli, ma che non va preso come una profezia. Però, è una guida.

Insomma, di questa vicenda ci insegna che l'unico modo di affrontare un futuro difficile è di essere flessibili, di tener conto dei modelli, ma anche di essere sempre pronti a cambiare idea. Il che non è proprio il modo in cui si è svolto il dibattito sul covid, ma lasciamo perdere. Leggetevi l'articolo di Rushworth perché è veramente ben fatto e interessante.




ATTUALITÀ, SOCIETÀ

La sorprendente quarta ondata

Novembre 20, 2021


Covid: Arriverà la quarta ondata? Forse no, ma ancora non lo possiamo dire con certezza. Le considerazioni di Sebastian Rushworth


Nella questione Covid-19, la voce di Sebastian Rushworth, medico svedese, è sempre un punto di riferimento. Qui, Rushworth analizza le ragioni per la “quarta ondata” del virus, quella che è arrivata nell’Europa dell’Est circa un mese fa e che adesso è in declino, ma che si sta diffondendo in Germania e altri paesi. Colpirà anche l’Italia?

Rushworth fra alcune considerazioni molto interessanti in termini di vaccinazioni e di ondate virali. Nota che la quarta ondata è arrivata principalmente in paesi che avevano in qualche modo scampato la prima ondata (quella di Marzo 2020) e che quindi non avevano raggiunto ancora l’immunità di gregge. La Svezia, invece, aveva subito una prima ondata abbastanza importante, per cui adesso sembrerebbe essere immune alla quarta.

Altri paesi, invece, potrebbero essere temporaneamente protetti dalla quarta ondata dalle vaccinazioni, il cui effetto però svanisce dopo alcuni mesi. Questo spiega come Israele, i cui cittadini sono stati fra i primi al mondo a vaccinarsi, stia venendo colpito adesso da una quarta ondata.

E l’Italia? Noi abbiamo avuto una pesante seconda ondata, per cui adesso potremmo essere protetti per immunità naturale. Se questo è il caso, non avremo una quarta ondata. Ma non si può escludere un effetto protettivo dei vaccini. In questo caso, potremmo essere sull’orlo di una quarta ondata che potrebbe manifestarsi nelle prossime settimane con l’esaurirsi dell’immunità vaccinale. Come sempre, il futuro è difficile da prevedere, ma ci si può perlomeno ragionare sopra.

E’ una storia complicata, ma per certi versi affascinante. Mi è parso il caso di tradurre questo pezzo di Rushworth che considero esemplare per equilibrio e ragionevolezza. Vedete voi cosa ne pensate.


COVID-19: la sorprendente quarta ondata


Dr. Sebastian Rushworth, 202 Novembre 2021 (articolo originale)


Sono stato sorpreso, all’inizio, quando molti paesi fortemente vaccinati sono stati colpiti da una nuova ondata di covid-19 all’inizio dell’autunno. Sono rimasto sorpreso, cioè, fino a quando ho iniziato a vedere studi che mostravano che la protezione offerta dai vaccini è molto meno impressionante di quanto si pensasse inizialmente, e scende a livelli bassi dopo pochi mesi.

Alla luce di questo fattore, ho confrontato i tassi di mortalità da covid tra diversi paesi, per cercare di capire esattamente cosa sta succedendo. I tassi di mortalità sono di gran lunga preferibili ai tassi di infezione, perché sono molto meno variabili nel tempo. I tassi di positività sono variati enormemente nel corso della pandemia, poiché la quantità di test effettuati è cambiata, la definizione di ciò che costituisce un caso è cambiata, e i test stessi sono cambiati. Il numero di casi è quindi impossibile da usare come strumento per capire come la pandemia si è evoluta nel tempo. Anche se i diversi paesi definiscono i decessi per malattia in modo diverso, essi tendono ad essere abbastanza coerenti internamente nel tempo. I dati sulla mortalità sono quindi molto più affidabili di quelli dei casi di caso, e quindi molto più utili per capire come si sta evolvendo la pandemia.

Quindi, ecco la Svezia, il paese in cui vivo e che quindi conosco meglio:




Quello che vediamo inizialmente è una grande ondata nella primavera del 2020 dovuta alla variante iniziale, quella di Wuhan, poi un calo fino a praticamente zero morti a causa dell’inizio dell’estate. Ormai dovrebbe essere chiaro a tutti che il covid-19 è un virus altamente stagionale, che, come altri virus invernali, scompare in gran parte dalla tarda primavera all’inizio dell’autunno.
Vediamo poi nei dati svedesi una ricomparsa della variante di Wuhan nell’autunno del 2020, che inizia a declinare dopo pochi mesi quando viene raggiunta una sufficiente immunità della popolazione (cioè di “gregge”). Questo declino viene però fermato e contrastato da un aumento ancora più rapido dei decessi, che è dovuto all’arrivo della variante alfa britannica sulle coste svedesi.

Come può la variante alfa causare un’altra ondata se l’immunità della popolazione è già stata raggiunta, si potrebbe chiedere?

Perché la soglia dell’immunità della popolazione dipende dall’infettività e dalla trasmissibilità del virus. Più una variante è trasmissibile, più alta diventa la soglia dell’immunità della popolazione. Così, la soglia per l’immunità della popolazione contro la variante Wuhan è stata raggiunta nel dicembre 2020, ma quando è arrivata la variante alfa, la soglia è salita a un livello più alto, ed è iniziata una nuova ondata di diffusione pandemica.

Torniamo a quello che vediamo nel grafico: succede quindi che la variante alfa brucia rapidamente attraverso la popolazione e una sufficiente immunità della popolazione viene raggiunta contro la nuova variante entro la metà di gennaio 2021. Ancora una volta diventa difficile per il virus trovare nuovi ospiti, a quel punto il tasso di infezioni scende a un livello stagionale più basso ed endemico, che rimane fino all’arrivo della nuova stagione estiva.

Per coloro che vorrebbero attribuire il calo delle morti da covid a febbraio ai vaccini, vorrei far notare che solo una piccola percentuale della popolazione svedese era vaccinata a questo punto, quindi i vaccini non possono aver causato il calo.

Dopo l’estate, i livelli cominciano a salire di nuovo a un livello stagionale leggermente più alto, ma rimangono al livello basso che ci si aspetta per un virus che è ormai diventato endemico. Anche se la variante delta, altamente contagiosa, arriva in Svezia in tarda primavera e in autunno è totalmente dominante, non è in grado di creare una nuova ondata, a causa degli alti livelli di immunità preesistenti.

Vediamo situazioni molto simili per altri luoghi che, come la Svezia, sono stati colpiti duramente nella primavera del 2020. Qui c’è New York:

Ed ecco la Lombardia, in Italia (che per qualche motivo purtroppo non mostra i primi mesi del 2020):

Qui si vedono chiaramente le prime due ondate causate dalla variante Wuhan, poi la terza ondata causata dalla variante alfa, e poi niente, nonostante l’arrivo della variante delta. L’incapacità della variante delta di creare una nuova ondata in questi luoghi, in Italia e a New York, potrebbe essere spiegata in due modi – o non è sufficientemente più trasmissibile della variante alfa per generare una nuova ondata in luoghi che hanno già l’immunità della popolazione generata dalla variante alfa, o i vaccini stanno facendo il loro lavoro, per ora.

Passiamo all’India, per quello che ci insegna sulla variante delta:

All’inizio del 2021, la variante Delta nasce in India e si diffonde rapidamente nella popolazione. Il test degli anticorpi della popolazione rivela che circa il 50% della popolazione indiana viene infettato nel corso di pochi mesi, con la proporzione della popolazione con anticorpi che sale rapidamente dal 20% al 70%, a quel punto l’immunità della popolazione è sufficiente a far scendere la diffusione del virus a bassi livelli endemici. Si noti che i vaccini chiaramente non hanno avuto alcun ruolo in questo caso, poiché, proprio come in Svezia, solo una piccola percentuale della popolazione è stata vaccinata nel momento in cui il tasso di mortalità è sceso a livelli bassi.

Ora guardiamo alcuni paesi che hanno subito una quarta ondata durante l’autunno, e cerchiamo di capire perché. Ecco Israele:

Israele è stato in grado di evitare una forte diffusione del covid durante la primavera del 2020. Durante l’autunno viene colpito prima dalla variante originale di Wuhan e poi, proprio quando l’immunità della popolazione a quella variante raggiunge livelli in cui la diffusione comincia a diminuire, il paese viene colpito dalla variante alfa, con un picco di morti a fine gennaio 2021. A quel punto il 20% della popolazione è già completamente vaccinata, quindi qui il vaccino potrebbe effettivamente aver giocato un ruolo nel far scendere il tasso di mortalità. Questo potrebbe spiegare perché il tasso di mortalità in seguito scende molto rapidamente, invece di rimanere ad un livello più endemico fino a maggio, come in Svezia (che è stata molto più lenta nelle vaccinazioni).

Le morti da covid rimangono basse per tutta l’estate, come ci aspetteremmo. Poi arriviamo all’autunno 2021, e alla sorprendente quarta ondata. O non così sorprendente se si guardano i dati che ora mostrano abbastanza chiaramente che l’efficacia del vaccino scende rapidamente, anche quando si tratta di prevenire la malattia grave (il che è particolarmente vero per gli anziani fragili, che sono dopo tutto l’unico segmento della popolazione a grave rischio di covid-19).

Quindi, Israele viene colpito da una quarta ondata, come molti altri posti. Perché i luoghi discussi all’inizio di questo articolo, Svezia, Lombardia e New York, non stanno attualmente sperimentando la quarta ondata?

Per come la vedo io, ci sono due possibilità. La prima è che questi luoghi hanno sviluppato così tanta immunità naturale, grazie al fatto che hanno sperimentato un paio di mesi extra di pesante diffusione del covid-19 durante la primavera del 2020, che il covid è ormai finito in quei luoghi e non ci sono più grandi ondate in arrivo. Israele ha alti tassi di vaccinazione, ma all’inizio dell’autunno 2021 aveva sperimentato meno mesi di diffusione pandemica, e quindi aveva una percentuale inferiore della popolazione che aveva sviluppato l’immunità naturale da un’infezione precedente. È stato ormai stabilito abbastanza bene che l’immunità conferita dall’infezione è molto più durevole di quella conferita dalla vaccinazione, quindi questa è un’ipotesi ragionevole, ora che sappiamo che l’immunità generata dai vaccini è così fugace.

Può essere istruttivo, qui, guardare all’Europa dell’Est. I paesi dell’Europa orientale sono stati particolarmente colpiti quest’autunno. Qui c’è la Bulgaria:


Ed ecco la Slovacchia:

Notate qualcosa di speciale in questi posti?

Penso che due cose siano importanti a cui prestare attenzione. Primo, entrambi i luoghi sono stati quasi completamente risparmiati nella primavera del 2020. In secondo luogo, entrambi i luoghi avevano ancora un alto grado di diffusione virale quando l’inizio dell’estate ha fatto cadere le infezioni. Non hanno quindi mai raggiunto l’immunità della popolazione alle varianti più infettive, e quindi è sensato che abbiano visto una ricomparsa nell’autunno del 2021.

Quindi, la prima possibile spiegazione che ho menzionato per il motivo per cui alcuni luoghi non stanno sperimentando una quarta ondata è che quei luoghi ora hanno una sufficiente immunità naturale della popolazione, che li sta proteggendo. La seconda opzione è che questi luoghi stiano attualmente godendo di una protezione temporanea, data dal fatto che hanno vaccinato le loro popolazioni più tardi rispetto a luoghi come Israele. Se questo è il caso, allora si dirigeranno verso la quarta ondata in un altro mese o due.

I dati della Germania suggeriscono che la prima alternativa è più probabile che sia vera. Ecco come appare la curva per la Germania. Attualmente sembra dirigersi verso una quarta ondata.


Notate che la Germania, come Israele, è stata a malapena toccata da covid-19 durante la primavera del 2020. Invece ha avuto una grande ondata durante l’inverno del 2020/2021, causata dalla variante di Wuhan. Poi c’è stato un piccolo picco causato dalla variante alfa, che è cresciuta fino a diventare il ceppo dominante in Germania in aprile. La variante alfa è stata comunque impedita dal causare una nuova grande ondata dall’arrivo della stagione più calda. Durante questo periodo, la Germania ha vaccinato in massa la sua popolazione, con la maggior parte delle vaccinazioni tra marzo e giugno. Questo è molto simile alla Svezia, che ha anche vaccinato la maggior parte della sua popolazione tra marzo e giugno.

Allora perché la Germania sta vivendo una recrudescenza ora, e la Svezia no?

Chiaramente, non può essere dovuto al fatto che la Germania sia stata vaccinata prima e abbia perso l’immunità prima, dato che entrambi i paesi hanno vaccinato le loro popolazioni nello stesso periodo. Per questo motivo sono incline a favorire la prima ipotesi, che la Svezia abbia costruito una maggiore immunità della popolazione, per la semplice ragione che il covid ha iniziato a diffondersi massicciamente in Svezia nella primavera del 2020, ma non ha iniziato a diffondersi ampiamente in Germania fino all’autunno del 2020. Quindi, anche se l’effetto dei vaccini è già scemato in entrambi i paesi, la Svezia è protetta dalla sua diffusa immunità naturale della popolazione, mentre la Germania no. Se questo è il caso, allora la Svezia non dovrebbe vedere un’altra grande ondata. Tra un mese o due sapremo qual è la verità della questione.



45 commenti:

  1. Il post é interessante.

    Dati al 21/11/2021
    https://www.worldometers.info/coronavirus/

    1.Svezia: 10 MLN di persone, 1.1 MLN d'infetti totali, 15mila decessi.
    ha circa 150 decessi per centomila abitanti
    vaccinare il 90% di 10 MLN di persone, è più facile di vaccinare il 90% di 125.9 MLN di persone

    Giappone 125.9 MLN di persone, 1.7 MLN d'infetti totali, 18.3mila decessi
    ha circa 14.53 decessi per centomila abitanti.

    Il Giappone ha superficie simile all'Italia, stesso emisfero boreale, i giapponesi hanno aspettativa di vita media simile agli italiani, analoga percentuale di over 60, i giapponesi sono +209% degli italiani.

    Circa Sars-cov2 da variante delta.indiana per l'Italia:

    21/02/2021 NBC: Lezione dal Sud Africa, le varianti possono rendere inefficace tutta l'attuale generazione di vaccini.
    https://www.nbcnews.com/news/world/fight-against-covid-19-variants-south-africa-lesson-world-n1258319

    27/4/2021 Messaggero: Variante indiana, pericolosa resistenza ai vaccini
    https://www.ilmessaggero.it/salute/focus/variante_indiana_covid_ultime_notizie_contagiosa_resistente_ai_vaccini_scienziati-5925731.html

    30/4/2021 UnioneSarda: Variante indiana decine di positivi nella comunità sikh, zona rossa in provincia di Latina
    https://www.unionesarda.it/news/italia/variante-indiana-decine-di-positivi-nella-comunita-sikh-zona-rossa-in-provincia-di-latina-nf28nycc

    1/5/2021 TgCom24: Emergenza India! con $30 falsi tamponi si prende l'aereo anche se malati e s'entra in Italia!
    https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lazio/emergenza-india-scoppia-il-caso-dei-falsi-tamponi-per-arrivare-in-italia-con-30-dollari-si-arriva-anche-se-malati_31689601-202102k.shtml

    8/5/2021 Money.it: Niente quarantena per chi entra in Italia, novità dal 15 maggio 2021
    https://www.money.it/Nuove-regole-per-chi-entra-in-Italia-novita-15-maggio

    15/6/2021 Messaggero: Sars-cov2 variante indiana +81 casi in Lombardia, +12 in Sardegna
    https://www.ilmessaggero.it/salute/focus/variante_delta_lombardia_81_casi_cosa_succede_vaccini_funzionano-6023535.html

    16/6/2021 StrettoWeb: 10 migranti infetti covid variante indiana erano sbarcati a Lampedusa a fine maggio 2021
    http://www.strettoweb.com/2021/06/sicilia-10-migranti-con-la-variante-delta-a-lampedusa/1199550/

    21/6/2021 ADNKronos: prof.Crisanti -Sars-cov2 variante indiana (delta) sarà dominante in Italia-
    https://www.adnkronos.com/variante-delta-crisanti-destinata-a-diventare-dominante-in-italia_2Y9SQvi3yHBnMBzRwIDach

    21/6/2021 SkyTg24: STOP all'obbligo di mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno 2021
    https://tg24.sky.it/cronaca/2021/06/21/stop-mascherine-aperto-cts

    21/6/2021 skytg24: Mascherine all'aperto, Di Maio: "Eliminarle è grande segnale di ripartenza"
    https://tg24.sky.it/politica/2021/06/21/obbligo-mascherine-aperto-di-maio

    Chi non si é mai posto il problema d'arginare i contagi in Italia 2021?!
    Chi ha mantenuto Schengen aperto in Italia dal 13/2/2021?
    Chi sapeva che Sars-cov2 da variante delta.indiana era virus aerobico, e parzialmente bucava i vaccini attualmente noti, ed era ancora più contagioso di Sars-cov2 variante inglese.alfa?!
    Chi ha fatto entrare Sars-cov2 variante indiana.delta in Italia 2021?!
    Chi ha tolto le quarantene per poter entrare in Italia?!
    Chi ha tolto l'obbligo dell'uso delle mascherine in Italia, dalla fine della primavera 2021?!
    Chi ha fatto entrare e circolare la variante delta.indiana in Italia?!
    Il governo Draghi

    Quanti sono i posti di lavoro andati persi in Italia nel 2020 ?!
    circa 889MILA

    Quanti sono gli immigrati clandestini deportati in Italia da gennaio 2021 sino ad oggi?!
    oltre 57 MILA

    Quanti sono i morti italiani di covid da gennaio 2021 sino al 12/11/2021?!
    circa 58500

    RispondiElimina
  2. Sulla questione dei modelli nulla da eccepire, non erano precisi e non potevano esserlo mancando i dati, ovviamente tutti si sono dedicati a valutare il caso peggiore e montarlo sulla necessità di non bloccare l'economia non potendo fare come i cinesi: in Cina hanno usato un lockdown duro subito ma sostanzialmente hanno utilizzato il rimanente della nazione, che è un 3 volte l'Europa, come pompa per mantenere in vita i rinchiusi, hanno dimostrato la potenza del sistema cinese con chilometri di mezzi a rifornire 60 milioni di persone bloccate in casa!
    Per il resto contesto un bias di fondo all'articolo, l'autore si è concentrato su un dato "comodo" e lo dichiara (onore all'onestà) ma usando i decessi si svicola la ragione dell'agire dei decisori, contenere i decessi era il secondo punto, il PRIMO era impedire il collasso dei sistemi sanitari per saturazione delle terapie intensive perchè la curva dei decessi rimane sostanzialmente lineare finchè i posti in TI sono disponibili, saturati i posti i decessi natralmente tendono a seguire fedelmente i contagi: fintanto che sono disponibili risorse per ventilare e trattare i malati solo i casi più estremi muoiono, senza mezzi di sostentamento avanzati ogni caso minimamente "complicato" può portare al collasso respiratorio qindi una buona percentuale dei sintomatici diventa decessi.

    Per il resto come ripeto a vlte le guerre "di dimani" vedranno vincitori coloro che meglio sapranno utilizzare la modellazione. Armi memetiche (Cambridge Analitica per fare un esempio), armi climatiche (prevedere consente di progettare interventi), metodi di sciame (centinaia di bersagli di scarso valore contro pochi di alto), armi economiche (come per il clima) e così via, tutto si basa su due pilasti:
    -capacità di calcolo: ogni modello richiede di calcolare le variabili, maggiore è la velocità più tempestivi e puntuali sono le ptrevisoni tanto minore è lo sforzo necessario per ottenere l'effetto reale voluto (teoria del caos ed effetto farfalla)
    -modelli: la capacità di calcolo è da applicare ai modelli, tanto migliore è il modello tanto meno calcolo è richiesto a pari efficacia, AI e simili sono considerabili modelli autoaggiornanti (nelle previsioni meteo si usano modelli in competizione e il risultato è la concordanza, per questo le previsioni hanno una percentuale di affidabilità)
    Avere una statistica ed interpretare la statistica sono cose diverse, a volte sapere ma non capire è peggio che non sapere affatto.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quale ragione, Athanasius, Rushworth avrebbe dovuto tener conto "della ragione dell'agire dei decisori"? Non mi pare che il suo articolo mirasse a trattar di politica. E l'agire dei decisori, semmai, non avrebbe dovuto concernere proprio le TI e loro sotto dimensionamento? E i dati sui livelli di saturazione invernale delle TI negli anni precedenti al covid cosa ci dicono? Ci dicono mica che eravamo già pressoché saturi anche senza covid?
      Il bias di fondo lo vedo di più nel tuo commento, che cerca di innestare ragioni politiche in un contesto che, a mio modesto parere, si sforza di rimanere scientifico.
      Buonasera.

      Elimina
    2. La ragione Fernando è molto semplice, siccome il dato analizzato sono i decessi qualsiasi fattore influenzi questo dato è rilevante. Rusworth osserva un dato pesantemente modificato, lo spiega benissimo il commento di Fabio più sotto, e le modifiche le danno prevalentemente le decisioni squisitamente politiche (presenti e passate) non solo riguardanti lockdown, prevenzione e simili ma anche realtive a struttura e finanziamenti al SSN.
      Scientificamente il "fenomeno COVID" avrebbe avuto bisogno di una piastra petri in cui scorrazzare libero, qualche milione di individui sostanzialmente identici da osservare morire, poi avremmo avuto bisogno di altre piastre parallele in cui testare in ognuna una risposta diversa ed infine un'altra serie di piastre in cui provare le combinazioni di risposte.....
      Anche utilizzare il numero assoluto di decessi lo trovo scientificamente improponibile, un minimo di correttezza avrebbe voluto avere i grafici con il numero di nuovi decessi per 100.000 abitanti in modo da confrontare gruppi omogenei, su una popolazione molto ridotta 10 motri in più sono proporzionalmente un incremento più ampio di 1000 su una molto vasta. Un esempio lo dà il FQ con un articolo (https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/11/22/covid-la-situazione-in-europa-obitori-pieni-a-bucarest-le-salme-lasciate-nei-corridoi-in-slovenia-8-posti-letto-liberi-in-rianimazione/6401257/ ), l'ospedale di Bucarest ha 15 posti salma e con quelli fino ad oggi si sono arrangiati egregiamente, oggi hanno 40 decessi e l'obitorio al collasso e stiamo parlando di 25 "nuovi" morti (l'unità ri ridferimento è il tempo-salma, il tempo di smaltimento di un deceduto) quindi il numero assoluto minuscolo nel grafico (a naso 5/die) corrisponde ad un aumento drammatico in Romania ma probabilmente al nulla in Germania.
      Mi scuso per non averlo espresso meglio nel primo commento, posso dire peraltro che questo lavoro "puramente scientifico" è altrettanto politicizzato in questo senso: dà una serie di indicazioni (a volte velate accuse) proprio riguardanti le scielte dei decisori, spesso sottilmente criticandone appropriatezza ed efficacia.

      Elimina
    3. Ma l'unico lockdown che abbia avuto un senso lo abbiamo visto a wuhan e forse perché i cinesi pensarono in un primo tempo di reagire ad un attacco batteriologico più che alla zoonosi: cosa vuoi mai che abbia influito la versione nostrana, la serrata dei ristoranti?
      E come fai semmai a omettere il fatto che tra i paesi citati da Rushworth ve ne siano alcuni che proprio non hanno osservato lockdown o che lo hanno adottato ancor più blandamente che da noi?
      Sono d'accordo invece sul ruolo di strutture e finanziamenti SSN ma non mi sbilancerei a dire che aldilà della saturazione delle TI ci sarebbe stato solo il grande flagello: non saprei proprio, non so come fai a sostenerlo ma non saprei nemmeno escluderlo.
      Vomiero qui sotto si limita a dire che il fenomeno covid è complessità e che pochi sono i sapienti. Va bene. Tu aggiungi che ci sono variabili nascoste che occorre necessariamente considerare: mi domando allora se sia più bloccante, ai fini di una possibile comprensione, la politicizzazione (e in tal caso Rushworth sarebbe veramente alle prime armi) o questa artata complessificazione della realtà.
      Grazie per la risposta che mi hai data qui sopra. Saluti.

      Elimina
    4. Personalmente mi risulta che tutti abbiano fatto "qualcosa" per arginalre il problema, in Giappone il lockdown formale non vi è stato ma il governo ha raccomandato alcune prassi ed i giapponesi ligiamente hanno seguito, altrettanto in Svezia molto lo hanno fatto semplici consigli ma puntualmente seguiti volontariamente. Popoli meno sociali hanno necessità di interventi più formali e coercitivi anche solo per iniziare ad avvicinarsi agli stessi effetti pratici, basta vedere in Italia quanti hanno iniziato a correre durante i lockdown o si sono scoperti amanti dei cano (a volte addirittura in prestito)! Altro aspetto è la necessità di vedere densità abitative e abitudini, confrontare i dati di paesi con densità abitative basse e formicai umani è difficile, altrettanto è complicato valutare come incidano le strutture sociali: i coreani come i giapponesi hanno piani stratificati di contenimento delle epidemie (dalla SARS 2000) puntualmente aggiornati e testati, altri paesi non hanno nemmeno la possibilità di valutare oggettivamente il numero di decessi in condizioni normali (in Africa spesso la popolazione è stimata e non censita) quindi la risposta ai problemi è affidata alla fortuna.
      Se noti nel mio commento iniziale ho accuratamente evitato i termini come "governo", "politica", "autorità" e simili, la scelta è voluta ed il termine "decisori" molto ponderato, in linea di massima ho notato come qualsiasi riferimento a strutture "politiche" scateni reazioni di revulsione ed inneschi automatismi mentali di difesa. D'altra parte in ogni situazione deve esistere una decisione e quindi un decisore, volenti o nolenti questo è un dato di fatto, quindi per uniformare il campo ho assegnato questo termine che nei fatti si riferisce sia a organi politici eletti che a una pletora di altri meccanismi (comitati di esperti, piani già pronti e altro), personalmente poi posso solo notare come gli eventi abbiano fatto convergere molte decisioni politiche verso quelli che a tutti gli effetti erano i piani pandemici dei primi 2000 con solo leggeri aggiustamenti in senso MENO restrittivo: dalla SARS-2000 l'OMS ha chiesto di programmare piani di intervento a tutte le nazioni (https://www.adnkronos.com/piano-pandemico-mai-aggiornato-dal-2006-laccusa-in-un-nuovo-report_5JrCuy8Vi64NPZNQGW9rgu ), già quel virus aveva dimostrato come il mondo attuale possa trasportare e diffondere capillarmente un patogeno e che l'unica soluzione ragionevolmente applicabile fosse un sistema di allarme precoce e contenimento a livello globale.

      Comprendere la realtà nella sua interezza è di base impossibile, la realtà è un sistema composto da sistemi complessi non lineari che interagiscono dinamicamente influenzandosi reciprocamente con cicli di reatroazione..... un caos armonico ed incredibilmente stabile proprio per la sua complessità! Io ogni mattina mi sveglio meraviglaito anche solo del mio corpo, un numero inimmaginabile di cellule, ognuna individualmente autonoma, organizzatesi in un insieme coerente, reattivo e dinamicamente stabile che ospita in simbiosi un altrettanto sorprendente numero di altre cellule di diversa natura che si risveglia ed osserva sè stesso....
      Non arrivo a capire cosa definisca ME STESSO come individuo quindi non pretendo di arrivare a "comprendere" un fenomeno esterno, purtroppo anche senza una cmprensione per agire nella realtà però abbiamo bisogno di una bussola e di un piano di viaggio: modellizzando la realtà facciamo previsioni più o meno attendibili e in base a quelli agiamo.
      Non è forse proprio il fatto che il COVID ha mandato in frantumi molte di quelle che credevamo certezze, impedendoci di prevedere con i modelli precedenti, che stà causando molti dissensi e malumori?

      Elimina
    5. Torniamo a bomba ed arrestiamo la divagazione: avevo messo in discussione la tua critica all'articolo di Rushworth quando asserivi che avrebbe dovuto tener conto degli scopi e delle soluzioni adottate dai decisori. Rimango dell'idea che gli scopi dei decisori non debbano cambiare la lettura e l'analisi dei dati di chi tenta, come Rushworth, di prevedere come si evolve nel tempo un virus respiratorio. Quanto alle soluzioni di detti decisori, secondo me ne abbiamo viste direttamente e sentite di tutti i colori, di eccessi di zelo come pure di inadeguatezze, ma resta il fatto che il Covid in nessuna parte del mondo è diventato un flagello incontrollabile.
      Di nuovo ti ringrazio e ti saluto

      Elimina
  3. https://comedonchisciotte.org/di-nuovo-dittatura/
    la piccola differenza tra la dittatura fascista è che volevo trasformare gli uomini in guerrieri da mandare a vincere le guerre che riteneva giusti fare, mentre la dittatura sanitaria li vuole deboli, malaticci, svirilizzati, infantili e impauriti. Era meglio morire per la patria o di paura per servire i propri dittatori?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh bravo mago. Al meno il duce prometteva un impero ed era capace a parlare. Ed in cambio chiedeva solo un a noi! (pare che non gli piacesse poi molto!), non la punciuta benedetta semestrale.

      Guido.

      Elimina
  4. E' chiaro che oramai di questa faccenda del Covid sono diventati tutti esperti, analisti e divulgatori, per carità, tutto legittimo, il risultato però è che si è venuta a creare una confusione mediatica gigantesca data in pasto ad un pubblico che generalmente non sa nemmeno che cosa sia un virus. E' chiaro anche come molti dei rappresentanti della scienza chiamati a fare chiarezza, abbiano invece più che altro rivestito il ruolo degli showman, spostando il dibattito, forse per necessità, verso un tam tam di informazione banale, stereotipata, e molto spesso inutile e di stampo ideologico. L'esito, temo, sarà quello purtroppo di un'ulteriore perdita di credibilità da parte della scienza stessa agli occhi di un pubblico che non sa criticamente distinguere, in quanto palesemente ancora troppo poco e male alfabetizzato. In questo senso, mi pare che anche l'articolo del dr.Rushworth, tenda a commettere più o meno gli stessi, ripetuti errori (sono molto severo in questo periodo), costruendo una narrativa soltanto parziale, utilizzando e confrontando dei dati e dei parametri francamente troppo deboli per essere convincenti. Per esempio non si fa alcun riferimento all'impatto dinamico delle restrizioni (e del rispetto delle restrizioni) e dell'utilizzo dei dispositivi di protezione, aspetti molto importanti e che nessuno invece più ricorda. Purtroppo quello che chiamiamo sinteticamente pandemia è invece in realtà un'intricata matrioska di sistemi complessi, pertanto, avrebbe dovuto essere chiaro fin dall'inizio (per chi appunto conosce le potenzialità e i limiti della scienza) che la predicibilità modellistica, come ricordato anche dal titolo del prof.Bardi, si sarebbe rivelata come un susseguirsi di fallimenti. Ricordo per esempio che alcuni modelli costruiti da enti autorevoli in occasione della prima ondata, quella di marzo 2020, prevedevano addirittura l'esaurirsi completo dell'epidemia entro l'agosto successivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E in Africa,per esempio, come la mettiamo? Fanno vaccini? Stanno distanziati? Si disinfettano le mani? Come mai non sono crepati tutti? Avanti, credere alla pandemia è il segno della deficienza della nostra cosiddetta cultura. Io metto qui un link, tanto non serve. Mi si dirà che è vero come la terra piatta (mandiamo a puttane anche la geodesia, con la mascherina però eh).

      https://youtu.be/tw57zT5Z4Hk

      Guido.

      Elimina
    2. la storia la scrivono i vincitori, anche i vincitori di qualche centinaio di anni dopo. Poi qui siamo di fronte ad una dittatura globale, quindi non si può sperare nemmeno che arrivi qualche esercito estero ad abbattere i dittatori locali. Se succederà, sarà per le rivolte endogene, ma a vedere i giovani, che ne sono sempre stati gli autori, pare che li abbiano plagiati ben bene. A parte qualche sessantenne che ha fatto il '68 e qualche 30-50enne, mi pare che siano in pochi che rifiutano l'assoggettamento al sacro inoculo. Per ora le percentuali del rifiuto sono abbastanza alte negli stranieri e negli africani, ma troveranno il modo di sistemare per bene anche loro.

      Elimina
    3. @ Guido
      in africa i 60enni sono considerati anziani..la stragrande maggioranza degli abitanti ha meno di 25 anni e quindi, per fortuna, il virus ha ucciso meno persone. Tra l'altro viene effettuato un numero di tamponi che è equivalente a quelli che si fanno in italia in un pomeriggio.
      @Mago
      beato te che la dittatura non l'hai mai vissuta..
      Mia moglie per dodici anni trovava 20 prodotti al supermercato e rilasciare un intervista (come artista) ad una radio era considerato eversivo e passibile di reclusione fino a 25 anni.

      Elimina
    4. Fabio, quoto anche le virgole di quanto dici..
      ieri parlavo con un tizio che di mestiere fa l'elettrauto ma che in contemporanea mi ha dato una bella lezione (in tutti i sensi) di fisica e virologia..
      Peccato confonda rna con dna e faccia confusione tra coriolis e coronarie (è anche medico..) ma lui si è laureato su facebook e allora non mi sono opposto a cotanta sapienza..

      Elimina
    5. Allora siamo d'accordo! Se malattia esiste, ha una certa pericolosità solo per vecchi malandati. Gli altri si faranno un raffreddore. E per capire se uno è morto di detta malattia bisogna andare a cercare con mezzi sofisticatissimi che 20 anni fa non erano disponibili, le tracce lasciate dal presunto agente eziologico.
      E quindi perché si vaccinano i non vecchi e non malandati?
      E quindi se non si facessero tamponi non si riuscirebbe a vedere l'effetto della malattia?

      Siamo d'accordo anche sulle dittature del 900! Bastava stare zitti, si accontentavano di un a noi!
      Fosse ancora viva mia nonna buonanima le chiederei ragione della decisione di sposare un deficiente che poi si è divorato i risparmi di generazioni per non andare alla casa del fascio e dire a noi!

      Guido

      Elimina
    6. Aggiungo questo

      https://www.nicolaporro.it/covid-mistero-asia-pochi-vaccini-pochi-morti/

      Anche i giapu, stravecchi, sono renitenti alla morte quando curati. Saranno parenti del dottor Spiletti?

      Guido

      Elimina
    7. Stefano, forse scambi il consumismo per libertà. Tieni conto che ha ormai pochi anni davanti. Se poi guardi solo i medici e gli infermieri che vengono radiati per aver sostenuto opinioni diverse da quelle pandemiche, non mi pare si sia in un regime di libertà d'opinione. Poi essere ricattati per farti firmare consenso (dis)informato e farti inoculare una roba tossica col green pass, addirittura anche per lavorare, è proprio un agire da delinquenti, come è la rapina a mano armata, che tu non sai certo cosa sia, ma a me è toccata 7 volte, quando lavoravo alle Poste. Un record nel mio lavoro, ma non mi ha mai fatto un grande effetto, perchè sapevo che bastava dargli soldi che non erano miei, anche se poi arrivava l'ispettore che cercava in tutti i modi di trovarti qualche falla nelle disposizioni di sicurezza per accusarti di negligenza e condannarti alla restituzione del maltolto, nemmeno fossi io il rapinatore. Stai in campana, perchè da vaccinato, avrai qualche permissione in più ora, ma del doman non v'è certezza per nessuno. Come diceva il mio miglior amico: il meglio della vita ormai a 50 anni si è avuto e infatti se n'è andato senza soffrire per un'infarto 2 vanni fa. Pare che la proteina spike del covid e degli intrugli genici uccida più che altro in quel modo, almeno a breve.

      Elimina
    8. Guido, in Asia e in tanti paesi del 3° mondo, i medici, anche se anche lì è raccomandato il tragico protocollo vigile attesa e tachipirina dell'OMS, che quasi azzera la più potente arma difensiva del nostro sistema immunitario, il glutatione, sono lasciati liberi, a differenza dei nostri, pena sospensione dall'Ordine e, se si oppongono pubblicamente, radiazione, di curare secondo scienza e coscienza. La medicina impiegata per ridurre i decessi da covid fino a oltre 15 volte le realtà occidentali è l'ivermectina, che altro non è che un vermifugo per mammiferi. Guarda caso, è da marzo 2020 che ho aumentato il consumo di aglio per tenermi pulite le vie respiratorie e riguarda caso che l'aglio è sempre stato famoso nella cultura popolare come vermifugo. Come credente ho avuto tante esperienze che confermano la protezione divina nei miei confronti e questa è solo un'ulteriore prova. Aver avuto una maestra suora, che mi ha insegnato che la Grazia si può avere con la rinuncia ai piaceri illeciti e la moderazione in quelli leciti e che, se cadi, ci sono pentimento e sacramenti per riaverla e che non è necessario esseri bigotti (io vado a Messa solo in particolari stati dell'animo), è stata una grande fortuna, ma gli stessi insegnamenti Lei li ha dati a tanti, anche se non conosco nessuno nel quale siano attecchiti granchè, proprio come dice la parabola del Buon Seminatore. Non che per me abbiano portato al 100% di frutto, sennò la mia sarebbe stata una vita spirituale, ma non posso certo lamentarmi del cammino che Dio ha scelto per me. In fondo Lui vede cosa c'è nel cuore di tutti e a tutti dà la possibilità di essere vicini a Lui qui e nell'al di là, dove, come diceva la mia suora, si potranno raccogliere a pieno i frutti della fede, ma non mi posso lamentare nemmeno di quelli terreni, insieme alle sofferenze che mi sono capitate e che penso siano necessarie per una progressione spirituale, oltre che psichica ed intellettuale. Comunque anche ora ho quel volgare rozzo vermifugo naturale dell'aglio in bocca con buona pace di raffreddori, mal di gola, influenza, covid e ogni altra infezione respiratoria reale, inventata o esagerata che sia.

      Elimina
    9. La mortalità covid è un moltiplicatore del tasso di mortalità locale, riguarda tutti, giovani e anziani.
      https://twitter.com/nntaleb/status/1462887990972272648/photo/1

      Elimina
    10. Mago, bisogna vedere cosa si intende per libertà: per qualcuno è andare al centro commerciale (poveri noi..), per altri fare il viaggetto nel weekend a Oslo o comprarsi il nuovo fiammante SUV (per poi aver la libertà di stare in coda e ammorbare l'aria dei passanti..).
      Non mi pare che prima della c.d. dittatura sanitaria (come la chiamano in molti) vivessimo in un paese libero da vizi e pieno di diritti.
      Pensiamo ai bambini..hanno diritto ad un ambiente sano e a respirare aria pulita (eh già ma i genitori devono andare a lavorare, ovviamente in auto -perchè non esiste altro mezzo nel 2021-..), hanno diritto ad andare a scuola senza essere arrotati sulle strisce pedonali (eh già ma che vuoi..a volte gli incidenti succedono). Hanno diritto a spazi di gioco e socialità (eh ma che vuoi qui devono costruire un parcheggio e consentire agli scooter di passare a 80km/h..).
      E quindi? la civiltà si basa in gran parte sulla convivenza e sul rispetto reciproco e delle norme..se ognuno fa come vuole e nessuno rispetta quell'organizzazione che ci siamo data secoli fa e che chiamiamo 'stato' e se tutti pensano ai propri diritti (anche nell'organizzazione dello 'stato')..allora..siamo ugualmente nel medioevo..dittature o meno..

      Elimina
    11. @Stefano
      Ti appoggio in toto e aggiungo una piccola rettifica :la situazione che descrivi è l'anarchia, il medioevo era tutt'altro che anarchico, i signori lo erano per diritto delle armi e la libertà solo immaginata.
      Per inciso poi il medioevo sarebbe un progresso di civiltà rispetto ai giorni nostri, solo chi non conosce i "secoli bui" può non rendersi conto di come la necessità avesse sviluppato la civiltà al suo massimo e che proprio dell'esperienza medioevale nasce l'idea rinascimentale di stato moderno. Ovviamente tra il formarsi dell'idea e il momento in cui la necessità cocente renda inderogabile la realizzazione è ampia ma in continua diminuzione con il tempo, a causa sia del continuo miglioramento della velocità di comunicazione che di quella di implementazione. Basta vedere il tempo che è stato necessario al Giappone per passare da impero sconfitto a potenza economica o più di recente al balzo in avanti cinese, immaginato da mao ma implementato dal 2000.

      Elimina
    12. Stefano, come dice Ata, nel medioevo era libero il più forte nelle armi, ora il ricco pensa di essere libero, ma è solo schiavo dei soldi che i padroni delle elitè usano per sottometterci. Ma ora qualcosa sta cambiando, perchè senza risorse da dissolvere nel consumo, che senso ha dare soldi per sottomettere le coscienze dei sudditi col consumismo? Mi pare che la trovata della pandemia sia una soluzione abbastanza condivisa a livello globale, anche se molti paesi, come India, Giappone, Svezia, molti africani e anche altri, si sono defilati il più possibile dai diktat sanitari globali. Lo posso capire: i grassi paesi occidentali dovevano avere le cure dimagranti più virulente con tutti quei vecchi pensionati ben nutriti, ben pasciuti e ben curati. Già con la crisi del 2008-2009 mi ero reso conto che era una crisi dei paesi ricchi da quello che mi raccontavano gli extracomunitari dei miei dintorni e anche stavolta la pandemia, o quello che è in realtà, ha falcidiato con più virulenza ancora una volta i paesi occidentali. Io sto in campana, anche perchè, dopo 50 anni di lavoro voglio continuare a rendermi utile al prossimo e non sono d'accordo nel farmi terminare tanto facilmente con la scusa della fragilità.

      Elimina
  5. https://comedonchisciotte.org/forum/spazio-aperto/fallimento-dellauto-elettrica/#post-354077
    pare che l'auto elettrica sia l'uccellino nella miniera del fallimento delle politiche di riduzione del GW. I grandi marchi auto e i grandi paesi (India, Cina e Russia) hanno ridotto la Cop 26 ad un'operetta di infimo ordine. E allora ridai colla crisi 1, la pandemica, che la crisi 2, il GW, non trova un accordo globale, come la 1. Comunque dovrebbe bastare anche la 1 a rimettere il pianeta un pò a posto.

    RispondiElimina
  6. https://www.nicolaporro.it/caso-gibilterra-tutti-vaccinati-ma-natale-in-lockdown/
    mi pare che avendo ottenuta una popolazione malaticcia grazie alla proteina tossica spike inoculata massicciamente, ora possono chiudere come vogliono per risparmiare le poche risorse rimaste. Sarei d'accordo, se non fosse drammatico. Ma alle locuste non si possono chiedere sacrifici, solo imporli, stavolta con una dittatura sanitaria. Domani con chissà cosa. Estrema ratio, bomba termonucleare al cobalto e sterilizzazione vita terrestre per 5 anni, dopo i quali le poche decine di mln di sopravvissuti nei bunker atomici, potranno riappropiarsi di un pianeta depurato dal cancro umano che lo affligge. Era già previsto in un libro di fantascienza letto 50 anni fa, anche se spero in una soluzione alla soylent green. Il 2023 in fondo è dietro l'angolo. Seconda strada, svolta a destra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mago, in questi anni ho notato che la tua mente è diventata sempre più lucida. Bravo !
      Veramente, non scherzo, lo penso veramente che sei "maturato" molto nell'osservazione della REALTA'.
      Bravo, bravo, bravo, bravo !

      Gianni Tiziano

      Elimina
  7. @ Tutti

    Credo che sarebbe utile separare il SEGNALE, dal rumore: seguire i fatti, ovunque questi possano condurre!.

    1.Perché nazioni densamente popolate, appartenenti alle democrazie liberali, hanno avuto meno contagi e meno morti dell'Italia?!

    2.Perché non si é mai chiuso Schengen in Europa, dal 2020 SINE DIE?!

    3.Perché la UE ha fatto contratti a ca**o di cane con big pharma nel 2020?!

    4.Perché nazioni appartenenti alle democrazie liberali, con uno spazio abitabile ristretto, in cui hanno alta densità di popolazione, hanno avuto meno contagi e morti dell'Italia?!

    5.Perché quello che é successo in Nigeria, Sud Africa, Brasile con le varianti locali Covid, non sono mai state riportate adai Mass Media italiani, che hanno sempre ignorato le mutazioni del virus Sars-cov2?!

    6.Perchè in Italia, il Giappone ed Australia sono stati cancellati dal mondo?!

    7.Perché nell'Estate 2021 i Mass Media italiani durante le olimpiadi giapponesi, mentivano spudoratamente sulla situazione epidemica in Giappone?!

    8.Perché in Dicembre 2020 (con i contagi italiani a livelli stellari) e primi mesi 2021 (quando i contagi in Italia non scendevano) i Mass Media italiani, tirarono fuori la FAKE NEWS del Sars-cov2 come virus ci una guerra batteriologica

    Weird Stories - Sars-cov2 arma batteriologica cinese?!
    https://www.youtube.com/watch?v=-JtAg9IiQQc

    quando la notizia era già stata sbufalata nella primavera 2020?!

    Ci sono poi 74 domande, senza riposta sull'Epidemia Covid: tutte coerenti al titolo

    Die Arbeit der Covid macht dich frei
    https://mio-radar.blogspot.com/2021/04/die-arbeit-der-covid-macht-dich-frei.html

    Insomma, di cosa stiamo parlando quando si parla di Covid19 dal 2020 in Italia?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che per il casino iniziale in Italia è certificato dalla relazione dei russi che sono venuti ad "aiutare" : l'aiuto lo hanno dato e molto, in parallelo però hanno raccolto dati e campioni di virus per organizzare la loro risposta, non a caso è arrivata un unità NBC dell'esercito!
      Su contagi e morti la sfortuna è che noi siamo stati i primi, gli altri hanno potuto evitare i nostri errori, altrettanto oggi altri stanno pagando il non aver usufruito della nostra esperienza.
      Per le valutazioni su chi è stato più bravo bisogna aspettare l'endemizzazione, prima ha poco senso.

      Elimina
    2. @ Athanasius 23 novembre 2021 17:44
      se sei in una guerra batteriologica, non aspetti le esplosioni delle granate all'iprite, per calcolare dalla traiettoria da dove sparano. Le bombe al cloro e le granate all'iprite, sono guerra chimica: é cosa diversa dalla guerra batteriologica.

      Athanasius e ti devi svegliaaaaa!!!

      Elimina
    3. Chip le unità NBC vivono di gestione delle contaminazioni nucleari (Nuclear), delle sottigliezze della guerra biologica (Biological) e della grossolana guerra chimica (Chemical), i protocolli militari sono incredibilmente semplici ed efficaci per i primi approcci: recupera i campioni ed evita di morirci! Le immagini dei russi con i tutoni verdi di plastica in giro per gli ospedali ci sono, altrettanto istruttive quelle della decontaminazione prma di rientrare con il commilitone che a dovuta distanza spruzza la tuta con un erogatore..... la versione semplice del protocollo è che la tuta ermetica può essere lavata con ancora dentro l'operatore con sostanze letali ad ogni forma di vita nota ed ignota (formalina, perossido concentrato, clorati ed altra roba da guerra chimica), lo si sciacqua abbondantemente e lo si fà spogliare in modo che non tocchi mai le superfici esterne per non rischiare di ustionarsi con i rimasugli eventuali della decontaminazione.
      Il bersaglio dell'operazione sono i campioni di patogeno, possibilmente il più precoci possibile (serve a tracciare le mutazioni), ma anche la clinica correlata. Servono i dati per modellizzare e valutare i rischi, le strategie di contenimento e risposta!
      Guarda i casini di comunicazione e diffusione dei dati dopo due anni e capirai perchè russi e cubani hanno preferito mettere mano direttamente, ricordando che sono fuori NATO (e vorrei vedere i dati raccolti da Aviano, Brescia e Bergamo che hanno distaccamenti USA) quindi avrebbero avuto solo le notizie "civili".

      Forse non dormo abbastanza, nel ragionamento addirittura do DI BASE che le notizie diffuse siano filtrate e fondamentalmente a più livelli, il ambito governativo esistono molte spinte e controspinte ma sicuramente nessuno diffonderà mai notizie che possano causare un "si salvi chi può" ma altrettanto dovrà esistere un livello che precocemente le riceve: inutile scatenare l'anarchia perchè aumenterebbe le vittime ma d'altra parte bisogna disporre di una stuttura operativa per contenere e neutralizzare il rischio, probabilmente esistono protocolli per convertire notizie ed ordini in modo tale da ottenere il risultato.
      Poi che magari ci siano dei casini è naturale ma i saggi guardano cosa fanno e dove sono le famiglie di quelli subito intorno ai decisori, puoi nascondere con le parole ma le azioni sono un indicatore infallibile.

      Elimina
  8. https://www.ilgiorno.it/cronaca/deputati-camera-positivi-covid-1.7069399
    comunque già si sapeva che i vaccini non sono la soluzione, tant'è che i deputati si ammalano ugualmente, anche se vaccinati. Ora la soluzione è tamponare i vaccinati per impedire i contagi da vaccinati. Già non sanno più cosa inventarsi. Anzi lo sanno e oggi ne vedremo un assaggio.

    RispondiElimina
  9. https://www.reuters.com/markets/europe/us-wants-more-oil-opec-cant-turn-tap-much-harder-2021-11-23/
    la trippa sta finendo e alle locuste hanno deciso di dare un pò di prosciutto, sì, ma sugli occhi.

    RispondiElimina
  10. Io non sono un esperto virologo o televirologo.
    Mi sono fatto tanti vaccini in vita mia volontariamente come anche questo.
    Quello che non capisco è che la prima volta che un vaccinato deve aver paura del virus e del non vaccinato.
    Sospendere o vietare di lavorare persone che non si vaccinanano as una condanna a morte o licenza a delinquere per stato di necessità.
    Quando sento certi politici, giornalisti parlare con odio, apartheid, violenza contro i c.d. novax
    Mi vergogno ad appartenere a questa società. E mi domado perché non interviene la magistratura per istigazione all'odio e/o violenza.
    Cordiali Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole di santo buon senso. Dico di più. Anche il vaccinato che odi i c.d. novax dovrebbe essere tranquillo. Ci è stato assicurato che entro marzo saranno tutti morti.
      La questione è che non ha nessuna importanza cosa sia il vaccino e cosa faccia nella realtà. È solo uno strumento, non un fine, per ottenere l'eterno desiderio umano: il potere, di vita è di morte, sul prossimo. Prima bastava una dose, poi due, ora non solo la terza, ma una ogni tanto. Tanto che due mesi fa era ogni 9 mesi, poi ogni 6, ora ogni 5, ma già si dice 90 giorni. E i bivax stanno diventando assassini come i novax.
      Dopo quasi 80 anni la storia si è rimessa in marcia.

      Guido.

      Elimina
    2. divide et impera, caro Ale. Almeno sei uno dei pochi che ancora riescono ad accorgersi che c'è qualcosa di oscuro e cattivo in tutta questa pandemia farlocca, non dico falsa, ma farlocca di sicuro.

      Elimina
    3. https://www.fanpage.it/esteri/israele-sullorlo-di-nuova-ondata-covid-per-il-cts-il-vaccino-non-basta-servono-restrizioni/
      perdete ogni speranza, o voi che entrate, nel mondo del covid. Chissà come diverrà purulento colla depletion energetica. Vaccinate, gente, vaccinate.

      Elimina
    4. https://oilprice.com/Energy/Crude-Oil/The-Real-Reason-Why-OPEC-Wont-Open-The-Taps.html
      urgono restrizioni urgenti covid per mancanza di rifornimenti energetici.

      Elimina
    5. Alessandro,

      anche io mi vergogno "ad appartenere a questa società".

      Gianni Tiziano

      Elimina
  11. il virus continua a fare quello che gli pare??!!..e se non fosse il virus che continua a fare quello che gli pare? Ovviamente per ottenere ciò, bisogna usare un'entità sconosciuta, di cui si sa poco o nulla. Anche Dio è stato ed è ancora usato in questo modo. Annichilire la volontà degli altri per opprimerli e sottometterli, è una di quelle ideone, che solo pochi riescono a mettere in pratica, ma poi la soddisfazione deve essere, per usare un eufemismo, divina. Tanto da sentirsi degli dei. Ovviamente questo non è Dio, ma un demone, il demone della superbia. Dio vuole i suoi figli liberi e felici, non schiavi sottomessi ad un regime di terrore, ma tra figli del demonio usa così: il satana grande mangia il satana piccolo ed entrambi vanno all'inferno, portandosi il succulento bottino di tanti schiavi sottomessi a loro, che creati come figli del Padre eterno, vengono a Lui sottratti con grande soddisfazione satanica. La Pace sia con voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penso che il virus Sars-Cov-2 non è il nemico. Se proprio si vuol combattere col virus, lo si fa, secondo me, prima di tutto con una sana alimentazione, prendendo sole e facendo un poco di attività fisica. Secondariamente, se ci si ammala di Covid-19, ci si cura con le terapie domiciliari, dapprima aspirina, poi azitromicina e idrossiclorochina (o forse meglio ancora ivermectina), in altri casi con eparina, poi dopo 8 giorni di malattia si può usare cortisone. Importante nei casi gravi sarebbe il siero iperimmune, ma viene usato poco perchè costa troppo poco : solo 80 euro a sacca, meglio usare gli anticorpi monoclonali, che costano enormemente di più. Vanno davvero bene vitamina D3, K2, zinco, vitamina C, che costano poco. Dicono anche quercetina e lattoferrina.
      Un certo Mago dice AGLIO, e io gli credo.
      .---------
      Detto questo, il nemico che io vedo è la pazzia, l'egoismo, la stupidità, la falsità che i media asserviti e non liberi, diffondono colpevolmente.
      Sono disgustato, quello che stò vedendo in questi ultimi 2 anni mi fa piangere dalla tristezza, rabbia, delusione. Non pensavo che Homo sapiens cadesse così in basso, negli anni 2020-2021, che potevano essere l'apice del benessere ed invece rappresentano secondo me una velocizzazione della bruttura, in senso economico, ecologico e politico.

      Gianni Tiziano

      Elimina
    2. riguardo all'aglio ho saputo dalla mia consuocera, che la sua bisnonna morta 100 anni fa a 90 anni aveva la sana abitudine di tenerne sempre uno in bocca. 100 anni fa campare 90 anni è come campare oggi 110-120 anni. Con lo sterminio di batteri e virus che fa l'aglio non me ne meraviglio.

      Elimina
  12. Buon articolo.

    Mi fa pensare che sono stato fortunato ad ammalarmi di COVID-19 nel marzo del 2021, ed averlo superato a casa con alcuni farmaci, in modo che ho sviluppato l'immunità naturale.

    Gianni Tiziano

    RispondiElimina
  13. https://www.bbc.com/news/uk-59424269
    ma ti pareva che non arrivasse una nuova variante, pare la più terribile mai arrivata, così da impedire lo spreco natalizio.

    RispondiElimina
  14. https://www.bbc.com/news/business-59059093
    la cina raziona il gasolio.
    https://www.overdriveonline.com/business/article/15281174/diesel-fuel-shortage-hits-truck-stops-across-america
    pure in usa non sono messi bene.
    No diesel, no party. Pandemia riparti prima possibile e richiudi tutti in casa, che la linfa vitale, il sangue della nostra società, il diesel, sta cominciando a scarseggiare. Comunque per ora a chi si vaccina, daranno in premio qualche stagna di gasolio in più degli altri da sprecare in comportamenti inutili e consumistici, come stadi, palestre, feste, ristoranti, ecc. Pifferaio suona che i topi stanno cascando nella trappola nei tempi previsti. 2023? Soylent green? Comunque non oltre 2030.

    RispondiElimina