sabato 15 gennaio 2022

Auto Elettrica: Morire di Freddo nella Tormenta

 




Non c'è limite al peggio.
 
Ma veramente il peggio è senza limiti: viene fuori questo post (vedi più sotto) di un tizio che sostiene che se finisci bloccato in una tormenta con un'auto elettrica muori di freddo perché le auto elettriche "non hanno praticamente riscaldamento," e per questo "sono la più grande truffa che il mondo abbia mai visto". Il tutto condito dal solito complottismo finale: "Naturalmente nessun politico o giornalista ne parla."

Ti viene la malinconia a dover rispondere a uno che parla di cose di cui, evidentemente, non ha la minima idea. Ma proviamoci.

Allora, partiamo dalla mia macchina elettrica che ha una pompa di calore e le batterie che portano 58 kWh. Ora non credo che per scaldare l'abitacolo ci voglia più di un kW, ma il prelievo dalle batterie è molto minore ammesso che la pompa di calore abbia un COP (coefficient of performance) di 2-3 (ragionevole se fuori non ci sono 20 gradi sotto zero, ma non siamo in Alaska). Quindi, se le batterie fossero cariche al 100%, avrei più di 100 ore di riscaldamento! Anche se fossi agli sgoccioli, diciamo al 10%, avrei comunque una decina di ore di riscaldamento.

Per non parlare dell'ipotesi di trovarsi bloccati all'interno di un tunnel, dove se hai una macchina elettrica puoi tranquillamente accendere il riscaldamento senza avvelenare te stesso e gli altri. (e non ti puoi nemmeno suicidare con i gas di scarico, semmai ti venisse questa idea balzana!)

La cosa è un po' diversa per macchine elettriche più piccole, ma anche quelle di solito hanno almeno 20-30 kWh di stoccaggio. E non parliamo della Tesla, con la quale puoi stare al caldo per una settimana, probabilmente. Poi, se te ne vai in giro col rischio tormenta con la Twizy (6 kWh a bordo), allora il tuo problema non è la batteria scarica ma il tuo cervello vuoto (ma la Twizy non ha nemmeno i finestrini proprio per ricordarti di non andare a giro quando fa troppo freddo).
 
Incidentalmente, la pompa di calore nei veicoli elettrici è un'innovazione abbastanza recente. Quelle più anziane avevano un riscaldatore ausiliario a benzina, tipo quello delle roulotte. Oggi è obsoleto, ma anche con quelle non correvate il rischio di congelare nella tempesta di neve.
 
Insomma, parlare di cose di cui non si sa nulla è un hobby assai diffuso, ma non importa essere esperti per evitare di tirar fuori le peggio fesserie. Basterebbe informarsi prima. Cosa ci vuole?


L'auto elettrica - la più grande truffa che il mondo abbia mai visto?

Qualcuno ci ha pensato?

"Se tutte le auto fossero elettriche... e dovessero restare bloccate in un ingorgo di tre ore nel freddo di una nevicata, le batterie si scaricherebbero tutte, completamente

Perché nell'auto elettrica praticamente non c'è riscaldamento.

Ed essere bloccato in strada tutta la notte, senza batteria, senza riscaldamento, senza tergicristalli, senza radio, senza GPS per la batteria tutta scarica, non deve essere bello.

Puoi provare a chiamare il 911 e proteggere le donne e i bambini, ma non potranno venire ad aiutarti perché tutte le strade sono bloccate e probabilmente tutte le auto della polizia saranno elettriche.

E quando le strade sono bloccate da migliaia di auto scariche, nessuno potrà muoversi. Le batterie come potranno essere ricaricate in loco?

Lo stesso problema durante le vacanze estive con blocchi chilometrici.

Non ci sarebbe in coda la possibilità di tenere accesa l'aria condizionata in un'auto elettrica. Le tue batterie si scaricherebbero in un attimo.

Naturalmente nessun politico o giornalista ne parla, ma è questo che accadrà.





Testo da me liberamente tradotto, ripreso da Marian Alaksin (Repubblica Ceca)

39 commenti:

  1. il problema non è l'auto elettrica, sì o no, il problema è che non si può scimmiottare una società di consumo, che è possibile solo grazie agli idrocarburi, sperando in altre forme d'energia. Sappiamo tutti che nessuno vuole rinunciare al consumo compulsivo e non sarà certo qualche EV a risolvere il problema dell'esaurimento. Solo il risparmio e la sussistenza possono alleviare il problema, ma chi le vuole?
    Chi è disposto a mettersi due maglie e stare a 13° e anche meno in casa d'inverno, alzi la mano.

    RispondiElimina
  2. Si parla di cose di cui non si sa nulla perchè ci si sente sempre in dovere di dire la propria, anche se appunto non se ne sa mezza - o proprio nulla - sull'argomento in questione. L'analfabetismo funzionale e di ritorno e la carenza di cultura scientifica e tecnica, che temo riguardino almeno il 70% della popolazione italiana, poi fanno il resto, ed il risultato sono le assurdità senza fine che vengono pubblicate in internet o circolano sui social.

    RispondiElimina
  3. Il problema non è il riscaldamento, o forse sarebbe meglio parlare di raffreddamento, ma l'auto elettrica in sè che è un obbrobrio e non trasmette alcuna passione (parlo della generazione umana prima dell'avvento di smarthphone, cellulari e dell'avvento dell'elettronica spinta e schermi tipo aereo, tutte cose inutili)
    Questo, unitamente alle leggi antinquinamento che hanno reso le auto tutte uguali e spento quel pathos che un tempo questo mondo era dotato e trasmetteva: tutto per cosa? Sopravvivere in più per quanto tempo?
    Le auto oggi sono tutte uguali con piattaforme identiche e insulse. Rimpiango ancora gli anni 90 con motori termici che ci hanno fatto vivere momenti di pura gioia (vedi VTEC e non solo)
    Oggi abbiamo i SUV elettrici o ibridi, cioè camion da due tonnellate e mezzo con batterie che pesano l'inverosimile.
    Godiamoci gli ultimi momenti con i motori termici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. preferisco provare passione per altre cose, ma tutti i gusti son gusti...

      Elimina
  4. ROTFL, prof il paradigma di pensiero é mitico!

    CLAP!, CLAP!, CLAP!

    Ne dovrebbe fare un Wallpaper da 1024x768 e poi faxarlo anche a tanti "opinion leader" dei miei BEEP che vanno in televisione a pontificare di vaccini inutili, di epidemie covid finite in Italia, di II°ondate inesistenti, quanto di giornalisti italiani che da giugno 2021 in modo non stop, hanno squaqquerato al vento d'immunità di gregge e di green pass, ignorando i dati dei trend epidemici Covid.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che se tutti rispettassero saggiamente i consigli dello schemino introduttivo all'articolo, vivremmo di colpo in un mondo incredibilmente silenzioso...

      Elimina
    2. che differenza c'è tra la democrazia ateniese e la nostra? Che gli ateniesi votanti nell'agorà erano circa 10.000 e quindi la loro era inclusiva, nel senso che includeva tutti, anche se non volevano. La nostra è esclusiva, cioè esclude tutti o quasi. Tanto vale stare zitti e lasciarsi governare come vogliono le elitè. Allora la democrazia delle piazze, del popolo, simil Atene, ma anche dei social, è più vera o no di quella parlamentare rappresentativa?

      Elimina
    3. tra l'altro ieri a Roma è stata eletta una deputata e alle urne si è recato solo l'11,3% degli elettori. Quasi il 90% si è dissociato da questa farsa di democrazia.

      Elimina
    4. Io spererei in un continuo passaggio di "non sò" qindi "mi informo" fino a capire,sapendo comunque come diceva Socrate che anche dopo "aver capito" comunque rimarrò in un certo grado di ignoranza.
      Purtroppo una fetta segue un paradossale "non sò", mi informo a caso da fonti eterogenee e improbabili (gli amici al bar, il gruppo FB, il primo sito aperto da Google etc) capendo un 10% scarso quindi mi autoproclamo "ho capito"...... Quindi PARLO, soprattutto cercando di sottomettere gli altri a ciò che ritengo vero in quanto IO HO CAPITO!
      Io che tandenzialmente sono timido in quanto ad affermazioni assolute spesso mi trovo a affrontare questi assolutisti, identificabili spesso perchè ai ragionamenti logici oppongono "citazioni": se il ragionamento logico li mette in crisi citare qualcuno è una soluzione dialettica efficacissima in quanto chi "parla" non è presente ne affrontabile!

      Elimina
  6. https://www.offshore-technology.com/news/china-to-release-oil-reserves-to-curb-rising-prices/
    Cina, ma anche USA, venderanno circa 20 mln di barili dalle loro riserve per calmierare i prezzi globali dei carburanti, ma il consumo dovrebbe superare nel 2023 i livelli pre-pandemia, anche se solo chi crede in riserve mondiali altissime, dette URR, spera che la produzione tenga il passo. Purtroppo ne vedremo di poco belle. Intanto da noi chi ha scelto di bucarsi per paura o avere un pò di libertà distopica, perchè divenuta una forma di schiavitù alla Orwell, vuole 3°, 4°, N° dosi, non vede la differenza tra distopia e utopia, anche se la falsa narrazione pandemica sta sgretolandosi in quasi tutto il mondo e solo alcuni paesi, come Francia, Italia, Grecia, Canada, Australia, USA, tutti occidentali, tentano in tutti i modi di tenerla in vita. Nel peggiore dei casi entro pochi anni non saremo più paesi occidentali, ma speriamo di no. D'altra parte non vedo altra soluzione alla riduzione delle emissioni del 30% entro il 2030 e del 100% entro il 2050, visto che solo un ottavo della popolazione, quella definita occidentale, consuma metà delle risorse globali. Sarebbe meglio ridurre volontariamente i consumi, ma pare che le locuste aborrino un tale obbiettivo e le elitè ne siano ben consapevoli.

    RispondiElimina
  7. parlare di auto elettrica mi pare anacronistico con tutte le carenze energetiche e materiali del 2021, palesi, gas, carbone, chip e nascoste, petrolio, del quale siamo a 7 mbd sotto il picco del 2018, con gli stock ai minimi, tanto da costringere a rilasci dalle riserve strategiche. Se ne poteva parlare qualche decina d'anni fa, se era stato ascoltato LTG, ma possiamo chiamarla un'altra delle opportunità mancate. Un mio amico, collezionista d'auto, storge la bocca, quando sente parlare di auto elettriche e ci credo, perchè le sue centinaia di migliaia di euro in auto d'epoca e pregio, presto saranno solo rottami. Le locuste faranno di tutto, come ai tempi di LTG, per perpetrare il BAU attuale, ma ormai il dirupo è iniziato e le salva dalla disperazione solo le proiezioni di fantasiosi URR, che promettono loro il ritorno alla "normalità". In fondo un 70% ha scelto il vaccino sperimentale solo per questo. Gli altri sotto ricatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. R "parlare di auto elettrica mi pare anacronistico con tutte le carenze energetiche e materiali del 2021, palesi, gas, carbone, chip e nascoste, petrolio, del quale siamo a 7 mbd sotto il picco del 2018, con gli stock ai minimi, " Mi tocca essere d'accordo con te; speriamo anche che il rialzo del prezzo mondiale dei cerali del 25% almeno già in atto porti a cominciare ad invertire il trend di lievitazione della massa degli homo. Ad ogni mondo l'eruzione del Tonga è una buona notizia , almeno nel breve termine, in quanto comaprabile col Pinatubo del 91 che determnò calo delle temperature mondiali di 0,7n gradi per due anni e riduzione (lameno statistica, diffiicle dire se causale) della durata dell'anticiclone africano nel su europa ed aumento delle precipitaizioni estive da noi

      Elimina
    2. https://www.zerohedge.com/markets/rabobank-it-unclear-how-much-longer-idiot-liquidity-will-flow

      Pare che in realtà già i cinesi siano in calo brutale, l'area UE è fermamente in negativo, gli USA vivono di immigrazione (ma questo da sempre praticamente) e il resto è nebbia. Russia, Brasile e Argentina sono in negativo da voci attendibili, il resto del sudamerica e dell'Asia continentale probabilmente pure ma è una stima....
      Rimangono Africa ed India ma:
      -l'India stà già arivando in pari (2.1 figli) SOLO nelle zone rurali
      https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2021/11/26/indianel-2021-piu-donne-che-uomini-piu-vecchi-e-meno-figli_c07a56da-4989-4a26-bba5-2c0aded14953.html
      -l'Africa continua ma con una transizione decisamente in atto dagli effetti imprevedibili, tutto all'ombra di una non indifferente mortalità
      https://www.afd.fr/en/actualites/dramatic-drop-fertility-across-africa

      Overshoot superato direi, mò si deve lavorare sull'energia....

      Elimina
    3. Come è superato, lo sai solo tu.

      Elimina
  8. "La Casa Bianca sta tenendo d'occhio la situazione e sta lavorando con i paesi produttori di petrolio, compresi i membri dell'OPEC+, per garantire che l'offerta aumenti per soddisfare la domanda, ha dichiarato martedì la portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale Emily Horne."
    https://finance.yahoo.com/news/dwindling-opec-spare-capacity-sets-000100843.html
    "si prepara un'estate sfrigolante".
    Ecco come stanno lavorando sull'energia. Ma come fai a non capire che le centrali nucleari sono fuffa e l'unica possibilità è un cambio radicale di paradigma. Il capitalismo del piccolo bottegaio, dell'oste è finito e, anche se mi dispiace, essendo cresciuto nella bottega di mia mamma, ma anche nei campi di mio padre, il futuro del great reset è un 'incognita che ci riserverà delle sorprese, che temo non saranno molto piacevoli, ma ineludibili, volenti o nolenti.

    RispondiElimina
  9. https://greenreport.it/news/energia/grande-esplosione-sul-principale-oleodotto-iraq-turchia-bloccato-il-flusso-di-petrolio-verso-leuropa/
    comunque ci sono molti modi per tener ferme le locuste! Una bombetta qui, una là e ecco giustificata la mancanza di carburante. Ah, ricordiamoci che per prendere i mezzi pubblici ora è necessario il super green pass.

    RispondiElimina
  10. Salve Ugo,
    sarei curioso di sapere quanti km fai in media con la tua auto elettrica.
    Saluti Silvano

    RispondiElimina
  11. Avevo dimenticato quanti km con un kWh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La uso più che altro in città, e faccio circa 7 km/kWh. Per ora ho fatto circa 3000 km.

      Elimina
  12. https://peakoilbarrel.com/wp-content/uploads/2022/01/733640-1.gif
    pare che gli stoccaggi di gas europei siano 101 twh inferiori rispetto all'annuncio dell'invio della flotta di 30 metaniere per sostenere i consumi europei e 171 in meno del 17 gennaio 2021. Per quest'inverno ce la faremo a scaldarci, ma se non verranno ricostituiti gli stoccaggi l'inverno 2022/23 potrebbe essere molto freddo. Chissà dov'è andato a finire il gas delle 30 metaniere, ammesso che sia mai esistito. Fanta politica?

    RispondiElimina
  13. questa è bella! La Fornero su La 7 ha dato di cretino a Montagnier. Detto da lei mi pare un complimento. Tra l'altro un mio carissimo amico, dopo l'invito a Milano di Montagnier a curare le malattie respiratorie virali con antibiotici, è guarito in 2 soli giorni da tosse, mal di gola con febbre grazie all'Augmentin, un banale antibiotico che non so sia nemmeno adatto alle infezioni respiratorie. A questo punto mi chiedo: ma quanti danni hanno fatto con quel protocollo della vigile attesa? Che siano stati criminali tutti questi laureati in medicina, non posso crederlo, almeno di sicuro quelli che si sono opposti, fino a farsi sospendere. Che siano stati dei cretini, per usare il buon linguaggio alla Fornero, è quasi sicuro. Eppure nel giuramento d'Ippocrate si erano tutti impegnati ad agire in scienza e coscienza respingendo i condizionamenti esterni. Tutti i medici dovrebbero riliggerselo tutte le sere, un pò come un buon cristiano dovrebbe farsi tutte le sere l'esame di coscienza e pregare Iddio che gli aprà la mente sulle mancanze fatte, ma per questo mi pare basti anche la sola coscienza, se uno ce l'ha.

    RispondiElimina
  14. https://www.fanpage.it/esteri/anche-israele-travolta-da-omicron-record-di-contagi-quasi-72mila-nelle-ultime-24-ore/
    pare proprio che il nostro futuro sarà un futuro di contagiati, vaccini o non vaccini. Mi sembra l'abbiano studiata bene per riallineare il consumo energetico alla produzione, almeno finchè ce ne sarà ancora abbastanza. Purtroppo sento il grido di dolore uscire da botteghe, pizzerie, bar, ecc. per la mancata promessa del ritorno alla normalità. Ma io mi guardo bene dal dirglielo, tanto non accetterebbero questa realtà, da quanto li hanno ipnotizzati. Non fanno altro che parlare di incassi mancati, tasse che, se lo Stato vuole, deve metterli in grado di guadagnare. I soliti discorsi fritti e rifritti, che sento da quando ero bambino. Il signoraggio per loro non esiste, invece è il mezzo che lo Stato ha usato per farli servi del denaro, che è dello Stato, non loro. Un pò come il mezzadro, che era servo del signore, padrone della terra. Almeno il mezzadro sapeva di essere servo, questi sono così ipnotizzati, che nemmeno lo sanno.

    RispondiElimina
  15. Beh dai su 20 parole due volte la parola cazzo , perche non fica, professore se uno studente si fosse espresso cosi' durante una interrogazione come avrebbe reagito? Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai per certi miei studenti ho perso ogni speranza

      Elimina
  16. non mi stupisce più di tanto che qualcuno possa dire fesserie sull'auto elettrica (si pensi al fatto che molti riconoscono all'elettricità minori prestazioni, scarsa affidabilità, scarsa autonomia e via e via..). Quando, a fine anni '90, parlavo di micromobilità elettrica e di bici, o mi prendevano per scemo o tale mi consideravano.
    Non mi stupisce nemmeno però che la mattina ci siano decine di automobilisti che, a piedi, incrocio con le loro auto fumanti ferme, perché le riscaldano minuti e minuti prima di partire commettendo un errore grossolano visto che la bassa temperatura e quindi la bassa pressione dell'olio -specie in inverno- non consentono una sufficiente distribuzione del lubrificante nei punti più elevati o in quelli chiave con molto attrito. L'auto, una volta in movimento, invece, raggiunge più velocemente la temperatura ideale e quindi una pressione dell'olio almeno sufficiente, anche grazie ad un aggeggio che si chiama valvola termostatica..
    Eppure i motori endotermici gli italiani ce l'hanno praticamente da un secolo..dovrebbero come minimo conoscerne i fondamentali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ti preoccupare che i motori endotermici per la massa dei consumatori compulsivi non ci saranno ancora per molto.

      Elimina
  17. https://scenarieconomici.it/quanto-gas-ce-veramente-ancora-nelle-riserve-dei-paesi-europei-quando-resterete-al-freddo/
    pare che il rischio di finire al freddo quest'inverno, che lassù finisce a giugno, mentre qui in Toscana ad Aprile, forse al nord Italia finirà a Maggio, per i paesi del nord Europa è quasi sicuro. La Gasprom nn ha acquistato i diritti di transito per il gasdotto Yamal attraverso l'Ucraina da Febbraio e quindi il nord Europa dovrà sperare nelle 30 metaniere di Biden che non sono mai arrivate, perchè trasportavano il gas, già pagato dai paesi dell'Asia, Giappone, Sud Corea, Cina, India e quindi come potevano invertire la rotta e aiutare i consumo dei paesi europei. Oppure cedere alle richieste di aprire il NS2. In qualche modo faranno di sicuro. Tra l'altro pare che i prelievi per motivi industriali siano calati di oltre il 50%, causa alti prezzi, con conseguente calo della produzione industriale anche oltre il 50%. Non c'è niente da fare, Olduvai è già qui per restare e questi credono al ritorno della normalità. Gli hanno fatto credere che basta vaccinare tutti per tornarci e addirittura il pizzaiolo qui vicino appena ha saputo che i pensionati non vaccinati possono entrare in posta per ritirare la pensione, ha avuto un modo di stizza. Con queste persone ipnotizzate non è possibile avere un dialogo.

    RispondiElimina
  18. in ogni caso Bill ha detto che il programma Covax è fallito. Poi ha aggiunto che la prossima pandemia sarà peggiore dell'attuale e che bisogna prepararsi per essere sicuri di poter vaccinare tutto il mondo stavolta. Chissà che sequenza genetica c'infileranno nel prossimo coronavirus (che sono in assoluto i più contagiosi, viaggiando per via aerea). Penso ad una riedizione del vaiolo, che aveva una mortalità del 40%, perchè usare l'ebola con una del 90% potrebbe veramente portare all'estinzione. In qualche modo le locuste vanno fermate.

    RispondiElimina
  19. batteria da 58kwh? suppongo stiamo parlando di una id3 . come va? sono veramente incuriosito da tale auto. io ho una e-up da quasi un anno e mezzo ed ho fatto 43000 km. ci sono arrivato a norimberga da roma . penso che la id3 sia una gran bella auto ma temo consumi un po troppo . con la e-up 32kwh carico a casa col contatore da 3kw (ho anche i pannelli solari) caricare 58 la vedo dura senza aumentare il contatore e mettere una wall box, ma forse sbaglio. vorrei rottamare la ford fusion a benzina per comprarmi una id3 ma sono indeciso. l'unico modo di convincere la gente a farsi l'auto elettrica e fargliela guidare . dopo che l'hanno provata non scendono piu'. saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, è una bella macchina, funziona bene, ma un po' troppo grossa e pesante, con tanti fronzoli inutili. In effetti, la carico con una wall box è ho dovuto aumentare la potenza dell'impianto a 6kW. Cosa fatta capo ha, mi va bene così, ma credo che tu abbia fatto una scelta migliore con la e-up

      Elimina
    2. se fare 43.000 anno è da consumatore compulsivo, io sono un angelo.

      Elimina
    3. 43mila kilometri in un anno e mezzo. In giro per il mondo in piena "pandemia".
      Ma la colpa del riscaldamento è dei pezzenti sulle utilitarie e quella della "pandemia" dei non vaccinati.
      Non potete essere credibili così. Fin che ragioneremo così si andrà sempre peggio.
      E poi, beh, nell'ennesimo giorno nero per l'Italia è surreale e fastidioso leggere di gente che pensa alle prestazioni delle proprie macchine. Erano meglio i tamarri di 30 anni fa con la Uno Turbo i.e., no?

      Guido

      Elimina
    4. per bardi: grazie per la risposta.
      per mag: 43000 sono parecchi se ne fai di piu' complimenti.
      per anonimo: viaggiare in elettrico e' bellissimo completamente diverso da usare un termico. se poi ricarichi coi pannelli solari o usi energia verde tutti questi problemi non te li poni proprio.

      Elimina
    5. Il mio intervento per dire che prima di una soluzione tecnica serve una soluzione culturale. Altrimenti con qualsiasi tecnica si ritorna ai vecchi errori, peggiorandoli perchè ci si aggiunge il fanatismo dei buoni.

      Guido

      Elimina
  20. Il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz è risultato positivo al coronavirus. Lo riporta il Jerusalem Post, ricordando che il ministro ha ricevuto quattro dosi del vaccino contro il Covid-19

    continua su: https://www.fanpage.it/live/coronavirus-ultime-notizie-21-gennaio-2022/
    https://www.fanpage.it/
    strano che un giornale così spudoratamente allineato con il governo pubblichi certe notizie. Forse che la strategia vaccinazioni=normalità stia sgretolandosi? Di sicuro c'è il piano B per tenere un pò (più) ferme le locuste? Un pò per volta, un pò per volta, per carità. Che bello essere comandati da governanti così capaci. I piccoli sacrifici che ci fanno fare sono ben compensati. Bellina la vignetta del salotto di Mimar col negoziante che prima attacca il cartello che invita a presentare il green pass per tornare alla normalità e dopo quello con scritto "vendesi". E' truce, ma il messaggio che il capitalismo consumistico di massa è quasi finito, è fin troppo chiaro. Possono farlo in qualche anno o in qualche mese, interrompendo le catene internazionali di rifornimento con qualche scusa propinata ad arte dai media di regime, ma potrebbe essere ancora pericoloso e sceglieranno di farlo in più tempo. In fondo hanno dimostrato di saper portare il cappello.

    RispondiElimina
  21. https://consentfactory.org/2022/01/18/the-last-days-of-the-covidian-cult/
    a questo punto l'unica cosa che potrebbe salvare la pandemia è una variante molto mortale.

    RispondiElimina
  22. https://www.newsauto.it/notizie/crisi-microchip-fabbriche-auto-cassa-integrazioni-2021-335625/
    mi pare che le fabbriche di auto siano ancora ferme. Riapriranno?

    RispondiElimina
  23. https://www.resilience.org/stories/2020-10-20/a-simple-way-to-understand-whats-happening-and-what-to-do/
    Heinberg già a ott 2020 aveva le sue idee come muoversi nel mondo del Seneca Cliff, ma credeva che le elitè corressero dietro alla crescita, che era anche quello che credevo anch'io allora. Secondo me cercano di farlo credere alle locuste, poi fanno quello che possono per salvare il salvabile. D'altra parte il buonsenso non è congeniale ai consumatori compulsivi, sennò non lo sarebbero, quindi non rimane che usare i mezzi demagogici. In un certo senso sono da applausi.

    RispondiElimina