lunedì 8 giugno 2020

Giornata Mondiale degli Oceani: Un post di Ilaria Perissi sul nuovo libro "Il Mare Svuotato"

Il nuovo libro di Ugo Bardi e Ilaria Perissi è ricco di informazioni e di dettagli poco noti sul mare e sulla pesca. Qui, Ilaria ce ne descrive una curiosità trattata nel libro: cos'ha a che fare la pesca con la scollatura femminile?


Guest post di Ilaria Perissi


In occasione della odierna Giornata Mondiale degli Oceani🐳 potrebbe interessarvi sapere che la moda del #decolleté femminile potrebbe avere a che fare con la storia della pesca e non per ragioni frivole...bensì per la cura delle malattie ossee come #osteoporosi e #rachitismo.

Queste malattie si manifestano sia in età adulta che in età pediatrica quando la nostra dieta non contiene abbastanza #vitaminaD e non ci esponiamo a sufficienza alla #LucedelSole: per questa ragione sono storicamente più ricorrenti nei paesi nordici, ma ...non da sempre!

Infatti, solo da quando il nord Europa cominciò ad essere più urbanizzato dall'arrivo di persone che lasciarono le coste meridionali in concomitanza con il declino delle Impero Romano (V secolo d.C.), il pesce, ricco in Vitamina D (formula chimica nella foto), che rappresentava l'elemento fondamentale della dieta degli europei del Nord, non era più sufficiente a sfamare la crescente popolazione e la dieta fu integrata principalmente con cereali. Già che in questi paesi l'irraggiamento solare -che serve per attivare vitamina D nel processo di calcificazione ossea- non era molto, se in più la vitamina D cominciava a scarseggiare, l'aumento delle suddette malattie ossee fu la conseguenza.

Il rimedio era allora "scoprirsi" di più, ma non che questo venne fatto coscientemente: nessuno aveva la minima idea di cosa fosse la vitamina D e che ruolo avesse nel metabolismo umano. È probabile che, semplicemente, la #moda, che variava a quell’epoca così come varia oggi, abbia fatto si che le donne che scoprivano un po’ di più il collo e le spalle, presentavano una salute e una forma migliore e così il loro stile è stato imitato dalle altre.

Ma come mai proprio spalle e collo? Perchè non le gambe o le braccia? ....eh eh...per l'intera storia vi invito a leggere Il Mare Svuotato di Ugo Bardi e Ilaria, lo trovate su Amazon e in Libreria! https://www.amazon.it/mare-svuotato-Ilaria-Perissi/dp/8835981387

Da una idea di Ugo Bardi!


4 commenti:

  1. ai vecchietti come me fa meglio la B12, ma mi chiedo cosa farebbe bene a questi cinquantenni al bar di fronte col bicchierone pieno di roba gialla e con il SUV stubato? Li sento parlare di carabinieri che rompono le palle, come fossero ancora dei quindicenni. In effetti lo sono rimasti col cervello. Speriamo che covid e PO gli insegnino qualcosa.
    http://thesaker.is/the-systemic-collapse-of-the-us-society-has-begun/
    Il crollo sistemico è appena iniziato.

    RispondiElimina
  2. il sacrificio del piccione di ieri ha funzionato, il sole atzeco è sorto anch'oggi e la sua carne era tenerissima e di gusto molto delicato. Peccato aver perso saperi e sapori di una volta per amburgher, sushi e kebab.

    RispondiElimina
  3. https://www.meteogiornale.it/notizia/estate-incattivita-dalle-attuali-condizioni-meteo
    il caldo è andato in "Siberia"..., ma sta caricando le molle per fiondarsi in Italia a Luglio ed Agosto. Vedrem.

    RispondiElimina
  4. Mare svuotato dai pesci selvatici, riempito di plastica, rifiuti radioattivi, rifiuti chimici, prodotti inquinanti, allevamenti di pesci che causano diffusione di malattie e morte nella fauna oceanica selvatica.
    Siamo già dentro la Sesta Estinzione di Massa, dentro, e non vedo proprio come alcun essere umano (e la grande maggioranza delle specie viventi non-umane) potrà vedere la prima alba del ventiduesimo secolo.

    Gianni Tiziano

    RispondiElimina