lunedì 27 aprile 2020

I numeri dell'epidemia: come buttarsi nudi nel cespuglio dei rovi per raccogliere le more



Nel mondo anglofono, il gesto della figura si chiama "facepalm" e indica quando uno è talmente stupito dall'idiozia incontrata che non può fare di meglio che mettersi le mani nei capelli. Non so se sul sole lo hanno scelto con questa idea, ma si applica molto bene all'articolo che illustra.



Anche le idee buone vanno realizzate con un minimo di criterio per non fare come quello che si era buttato nudo dentro il cespuglio dei rovi. Dopo, raccontò che lo aveva fatto perché gli era sembrata una buona idea per raccogliere le more.

Qualcosa di simile mi sembra sia successo con alcuni articoli che cercano di confrontare l'eccesso di mortalità rispetto agli anni passati per farsi un idea del numero di vittime causate dall'epidemia di coronavirus. E' una buona idea, ma va usata con un minimo di attenzione per verificare che i dati siano quelli giusti.

Mi riferisco all'articolo pubblicato dal "Sole 24 Ore"  a firma di di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi, con il titolo: "L’economia ferma e il dubbio sui decessi in Italia". Di queste cose ho già parlato: diciamo che Becchi e Zibordi sono cascati nudi nel cespuglio delle more facendo esattamente lo stesso errore che hanno fatto quelli del sito "Disquisendo", che è un sito di sciachimisti e cialtronate varie che neanche vi linko per carità di patria.

Così, Becchi e Zibordi si sono beccati e zibordati una precisazione da ISTAT che dice:
. . .  suggerisco agli autori dell'articolo di utilizzare sempre fonti ufficiali di dati per le loro analisi e non quelli tratti da fonti non accreditate (come il sito italiaora.org), le quali oltretutto oltre ad usare dati errati in merito ai decessi in Italia nel 2020 non corredano le informazioni pubblicate con metadati e riferimenti dettagliati sull'origine e le modalità di aggiornamento delle stesse.  
In aggiunta alla spazzolata ricevuta da ISTAT, l'articolo di Becchi e Zibordi è stato sbufalato in molteplici siti, Per esempio su Left o anche da Gianni Catalfamo.

Ora, a parte i cespugli dei rovi e le more, mi viene da domandarmi come sia possibile che tanto del dibattito si basi su dati presi più o meno a caso qua e la, incompleti e interpretati male. Non sarà che il virus prende anche il cervello della gente? Oppure non sarà che c'è in giro l'idea di screditare tutti quelli che in qualche modo cercano di verificare l'interpretazione ufficiale sulla base dei dati? In ogni caso, il pubblico riceve informazioni frammentarie e confuse e non riesce a rendersi conto di cosa stia veramente succedendo con l'epidemia. E mi sa proprio che neanche i decisori politici al governo se ne rendano conto.

Qui, francamente, l'ISTAT avrebbe potuto e dovuto fare di meglio. Va bene sbufalare le fesserie, ma avrebbe potuto attrezzarsi per tirar fuori dei dati aggiornati che avessero valore rappresentativo di quello che sta succedendo a livello nazionale. Chiaramente, non spetta all'ISTAT fare diagnosi sulle cause di morte, ma se per una ragione qualsiasi la mortalità aumenta in Italia, chi se non l'ISTAT dovrebbe lanciare il cambiamento d'allarme? Si spera che ci stiano pensando per la prossima emergenza.

E a questo punto, speriamo che il governo ci dia il permesso di andare a cogliere le more, questa estate. Nudi, ma con la mascherina.




20 commenti:

  1. Mi par di aver capito che i dati piu' dettagliati che sarebbero disponibili, per ragioni che non so, sono secretati, per cui vige per forza il "fai da te". Lo diceva qualche tempo fa pure il noto statistico Ricolfi nel suo sito "humepage", personaggio che per la sua nota posizione e le sue conoscenze al massimo livello pur dovrebbe avere un corridoio molto privilegiato di accesso ai dati. Ad esempio, io ho avuto per vie traverse l'elenco completo e dettagliato del numero dei ricoverati e dei morti ufficiali per covid relativamente ad ogni singolo comune della mia regione, che servirebbero ad esempio a farsi un'idea in proprio di quanto sia pericoloso avere contatti e quale sia la situazione nel proprio comune rispetto agli altri, ma si tratta (o si trattava) di dati che non sono assolutamente resi pubblici, con la dicitura "top secret" e divieto di divulgazione. Lo stesso leggevo e' stato imposto agli esperti di Colao: per prima cosa hanno dovuto impegnarsi alla piu' assoluta riservatezza.
    Quindi dati ce ne sono di piu' di quanto sia reso noto, ma c'e' pochissima trasparenza, e ho l'impressione che il motivo principale per cui sia cosi', e' che non si vuole che possano essere messe in dubbio attraverso ragionamenti autonomi, le decisioni, che sono fra le piu' draconiane d'occidente, del governo, e si vuole che la propaganda governativa abbia il massimo effetto, senza alcun contraltare che non provenga da comodi troll o manifesti "dunning-kruger", come ben noto anche al piu' sprovveduto dei blogger. E' un'impressione che si ricava anche da altri indizi, a dire il vero, e fa un po' impressione l'unanimita' con cui i media ufficiali divulgano le prescrizioni, anzi i dictat indiscutibili di comportamento personale, in un modo che in condizioni normali sarebbe considerato diseducativo e offensivo per la dignita' e l'autonomia intellettuale anche di un bambino delle elementari..

    Purtroppo questo modo tradizionale ma a mio avviso malefico di (non) considerare i cittadini, ha un grave effetto collaterale: il dilagare sempre maggiore dell'ignoranza, della superstizione e della irresponsabilita', che gia' era uno dei problemi capitali e storici per la democrazia del nostro paese. Ubbidire agli ordini ciecamente, senza discutere ne' porsi domande. E' un problema plurisecolare e ben noto, risalente come minimo al divieto di accesso diretto alle "scritture" se non attraverso l'intermediazione rappresentata dall'autorita' e il potere indiscussi del sacerdote..., vizio culturale che si e' in blocco trasferito nelle nostre istituzioni repubblicane, a dimostrazione che i substrati culturali profondi sono i piu' difficili da modificare, e rimergono come un fiume carsico in particolare appena si presenta una minima crisi, che anche in questo caso ha accentuato i pregi (pochi) e i difetti (tanti).

    firmato winston

    RispondiElimina
  2. Che significato ha questo articolo? Ha ricevuto pressioni da qualcuno? Il testo di Becchi e Zibordi, che ho segnalato qui io a suo tempo, dice sostanzialmente quello che lei ha detto giorni prima. Poco utile cavillare sulla fonte dei dati. Dati, per altro, che non c'è modo, per il cittadino comune, di verificare, da qualsiasi parte provengano (l'Istat è un ente governativo. Siamo nel pieno di un colpo di stato governativo. Chi è l'ingenuo che crede che l'Istat dia dati veri?). Il senso sia del suo pezzo che di questo è che se epidemia c'è, essa è del tutto blanda. Si può rilevarla solo in modo strumentale (cioè utilizzando strumenti. Come era per il riscaldamento globale fino alla fine del secolo scorso. Poteva rilevarsi col termometro, ma non era evidente ai sensi umani) e non è in nessun modo una giustificazione per la catastrofe politica e sociale che ha compiuto il governo. E la soppressione dei diritti (diritti, direi funzioni essenziali della vita, non si può neppure parlare di diritti. Diritto può essere dire quello che si vuole, ma procurarsi il cibo, muoversi, riprodursi, sono funzioni vitali meccaniche. Senza le quali la vita non si sostiene.) fondamentali non sarebbe neppure giustificata se avessimo avuto 30milioni di morti, non 30mila.
    Di tutto questo ne è prova convincente il fatto che l'Italia sia l'unica tra i paesi civili (diciamo paesi civili in senso retorico, perché ormai l'Italia si è collocata al si fuori di questo novero) ad aver adottato questi obrobrii. Pian piano escono studi e argomentazioni che dimostrano come sia stato inutile e forse dannoso, anche ai fini di sanità pubblica averlo fatto. Altrove il morbo si sta spegnendo come lo sta facendo da noi, solo più velocemente. Essi si troveranno così più sani e con minori, molto minori danni. Mentre da noi si deve ancora leggere la bestialità di certi boiardi di stato, che riporto qui sotto.
    Comunque va bene così. Alla gente piace. In fondo il principio di democrazia non è stato offeso.

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/27/coronavirus-rezza-iss-fase-2-irrinunciabile-ma-sono-preoccupato-il-nemico-e-il-covid-non-le-misure-di-contenimento/5783234/

    Guido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guido, non hai capito nulla e te ne vanti anche. Pensaci sopra e rilassati -- ti stai fondendo il cervello e lo stai facendo diventare pura nutella.

      Elimina
  3. Un altro problema credo sia da ricercarsi in questo, che e' tipico della nostra epoca: con l'avanzare della complessita' e della specializzazione, gli esperti lo sono solo nel campo sempre piu' ristretto della loro competenza, mentre sono dei perfetti ignoranti in tutti gli altri, ne' piu' ne' meno dell'uomo della strada (lo vediamo persino fra i vari epidemiologi, o presunti tali). Questo fa si' che l'esperto abbia, dei problemi, solo una visione ristretta al settore della sua specializzazione, e quindi di norma esagerata e "col paraocchi" rispetto al contesto generale della complessita' del sistema con tutte le sue ineffabili retroazioni. Se non sbaglio esiste un proverbio inglese, secondo il quale "chi sa usare solo il martello, vede tutto informa di chiodo", per cui chi ha la visione ristretta e specialistica, anzi quanto piu' ce l'ha, tanto piu' tende ad allargarla agli altri ambiti. E' umano, e pervasivo.

    Al proposito, c'e' un libretto molto interessante e colto, ma minuscolo e facile da leggere, del fisico Lucio Russo che consiglio a tutti: "la cultura componibile". Di questi tempi, ma anche in quelli normali, credo farebbe davvero molto bene leggerlo, per fare il punto della propria posizione prima di andare ancora piu' avanti nella direzione sbagliata.

    Spero di essere stato chiaro e di non avere offeso nessuno, o almeno quasi nessuno, dato che sembra ormai impossibile dire qualsiasi cosa senza offendere, scandalizzare o impermalosire qualcuno.

    firmato winston

    RispondiElimina
  4. https://www.worldometers.info/coronavirus/country/italy/
    Last updated: April 27, 2020, 14:43 GMT
    Infetti: 197675 (almeno)
    Decessi: 26644 (almeno)

    Letalità >=13.47%=26644/197675

    Casi attivi: 106103 (almeno)

    Dead On Arrival=14301=106103*0.1347 (stima)

    Ad Aprile 27, 2020, 14:43 GMT totale Decessi+DOA=39945=26644+14301

    Almeno 40mila morti, è una catasta bella grossa d'italiani, pari a circa un quarto della mia città 25%=40mila/158916

    p.s.
    12/4/2020 Giornale: immigrato clandestino egiziano positivo al Corona virus sbarcato a Lampedusa, transitato da Pozzallo e poi trasferito a Porto Empedocle
    https://www.ilgiornale.it/news/cronache/sicilia-trema-coronavirus-adesso-potrebbe-arrivare-sud-1852687.html

    Data l'alta contagiosità del Corona virus, è molto probabile che sia già esploso un grosso focolaio a Lampedusa & Pozzallo, ma governo/PD+M5S abbia tappato tutto!.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè, fammi capire, governo-PD+M5S "abbia tappato" cosa? Forse la notizia? E, di grazia, come avrebbero fatto? Ma secondo te siamo ai bei tempi di quando c'era lui, che l'informazione era totalmente sotto controllo e c'era anche la censura? O si tratta forse di qualche misterioso "gombloddo" politica-informazione?
      Ma connettere le sinapsi prima di scrivere no? E cercare di scrivere un italiano corretto ("ma governo/PD+M5S abbia tappato tutto" è una frase proprio campata per aria che non si può leggere!) idem, troppo difficile?

      Elimina
    2. @ Anonymous April 27, 2020 at 9:54 PM
      Proverò a riscrivere il commento, enucleando i sillogismi, in modo elementare, senza saltare passaggi che potrebbero provocare assenza di collegamenti sinaptici per inibizione ideologica.

      Fatto n n°1: E' assodato che il Covid19 è molto contagioso (sia in fase pre-sintomatica, quanto sintomatica, quanto per la presenza subdola d'infetti senza sintomi apparenti)

      1/4/2020 ANSA: Coronavirus molto contagioso anche con sintomi lievi
      https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/salute_65plus/assistenza/2020/04/01/coronavirus-molto-contagioso-anche-con-sintomi-lievi_899f52b8-12ff-4dea-928b-94ab67630815.html

      poichè la notizia porta la data del 1/aprile, potrebbe essere "un pesce" quindi ho controllato

      Vitares: Covid-19 più contagioso della Sars: perché si diffonde così facilmente?
      http://www.vitares.org/index.php/it/magazine/201-covid-19-piu-contagioso-della-sars-perche-si-diffonde-cosi-facilmente

      Vitares: Covid-19 more contagious than Sars
      http://www.vitares.org/index.php/en/magazine-en/200-covid-19-more-contagious-than-sars-why-does-it-spread-so-fast

      15/4/2020 ScienceNews: COVID-19 may be most contagious one to two days before symptoms appear
      https://www.sciencenews.org/article/coronavirus-covid-19-infection-contagious-days-before-symptoms-appear

      11/2/2020 MedrXiv: The Novel Coronavirus, 2019-nCoV, is Highly Contagious and More Infectious Than Initially Estimated
      https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2020.02.07.20021154v1

      Fatton n°2: E' assodato che il Covid19 è molto contagioso (sia in fase pre-sintomatica, quanto sintomatica, quanto per la presenza subdola d'infetti senza sintomi apparenti)

      Fatto n.3
      12/4/2020 Giornale: immigrato clandestino egiziano positivo al Corona virus sbarcato a Lampedusa, transitato da Pozzallo e poi trasferito a Porto Empedocle
      https://www.ilgiornale.it/news/cronache/sicilia-trema-coronavirus-adesso-potrebbe-arrivare-sud-1852687.html

      Data l'alta contagiosità del Corona virus, è molto probabile che sia già esploso un grosso focolaio a Lampedusa & Pozzallo, ma governo e la maggioranza politica del PD+M5S abbia tappato tutto!.

      Elimina
    3. Il problema é che uno entri in casa tua sfondando la porta, con i kompagni che lo aiutano.
      Poi se il gioioso giovanotto ha anche la tubercolosi, il corona virus, etc. e magari tu hai anche la officina che ha preso fuoco, questo è un problema in più.

      Elimina
  5. heeconomiccollapseblog.com/archives/the-un-is-now-admitting-that-this-coronavirus-pandemic-could-spark-famines-of-biblical-proportions
    "In effetti, Takeshi Kasai dell'Organizzazione mondiale della sanità sta avvertendo che dobbiamo accettare "un nuovo modo di vivere" fino a quando non arriva finalmente un vaccino ...

    "Almeno fino a quando non verrà trovato un vaccino o un trattamento molto efficace, questo processo dovrà diventare la nostra nuova normalità", ha affermato.

    "Gli individui e la società devono essere pronti per un nuovo modo di vivere".

    Ma ora che gli scienziati hanno scoperto circa 30 diversi ceppi di questo virus, ciò complicherà notevolmente le cose."

    Come volevasi dimostrare. Personalmente sono d'accordo col progetto di cambiare il mondo, perchè sarà quasi sicuramente un mondo migliore. Fino ad ieri vedevo peggiorare praticamente tutto, dalle persone, all'ambiente, al clima, alla qualità dell'aria. Ora mi godo aria più pulita, rumori ridotti del 50%, traffico scorrevole, parcheggi liberi ovunque, meno inquinamento, più salute, mai stato così sano per mancanza di infettatori liberi ovunque, con meno spese, mancando bar,ristoranti e altri posti di svago e spesa. Se questa è solo l'anteprima, spero migliori ancora, anche se mi rendo conto che tanti non apprezzano la pace e la tranquillità e vorrebbero continuare con la rumba precedente all'infinito in un pianeta finito.

    RispondiElimina
  6. Dovremo confrontare anche la differenza nei morti almeno per i prossimi 24 mesi, perchè se anche il virus circolerà poco e fra 10 mesi sarà operativo il vaccino (ipotesi vaccino di oxford asettembre + 6mesi per produzione distribuzione immunizzazione) la crisi economica con i suoi riflessi anche sul sistema sanitario, farà molti più morti del covid-19...

    RispondiElimina
  7. (Segue) Oltre ai morti poi nel fare questo gico della bilancia c'è anche da mettere sull'altro piatto la salute psico fisica di 60 milioni di italiani...Ad ogni modo non vi preoocupate la tenuta sociale con questo governo è impossibile...

    RispondiElimina
  8. ..non sono sempre d'accordo con te, lo ammetto. ma dai , Paolo Becchi e Giovanni Zibordi, questi due son due piciu clamorosi ferventi adepti del turbo capitalismo - e se non di cosa campano

    RispondiElimina
  9. Ci troviamo ad affrontare uno dei problemi principali derivati dalla complessità, la psiche umana non è evoluta per gestirla. Una deriva inevitabile della complessità è la necessità di scomporre i problemi in elementi leggermente meno complessi ed affidarli a specialisti diversi, a catena in una piramide, il sistema complesso è ora suddiviso in rami ognuno comlesso fino al limite dell'umana capacità, siccome risulta impossibile controllare organicamente il sistema ogni componente ha un potere oggettivo di bloccare il funzionamento del sistema stesso per omissione (voluta o per semplice incompetenza. Questa situazione può ovviamente essere sfruttata come arma di ricatto per estrarre risorse aggiuntive, atto comunemente definito corruzione o truffa.
    Per coloro che sono esterni ad un ramo le uniche possibilità sono o la fede cieca negli esperti o la semplificazione fino ad un livello accettabile, attraverso i processi della logica è spesso possibile eseguire semplificazioni accettabili ma, come dimostrano i sofisti, è anche possibile costruire semplificazioni finalistiche verosimili ma non aderenti alla realtà.
    Nel nostro caso assistiamo all'effetto di una sofisticazione della realtà, credo involontaria, motivata da una peculiare condizione dell'articolista: un quotidiano che fa riferimento a confindustria è più sensibile ai risvolti industriali che a quelli sanitari e chi scrive tenderà, privo di vera competenza, a scegliere una semplificazione aderente allo spirito del suo datore di lavoro. Suppongo che il contraccolpo di un articolo simile insegnerà all'autore che "essere più realisti del re" non è sempre una strategia vincente, suppongo tra le fila di confindustria l'idea che sarebbe stato accettabile una mortalità baggiore per non colpire i bilanci sia serpeggiata sotterranea ma è una di quelle considerazioni che o vengono applicate in silenzio o non se ne parla neanche, la pubblicità negativa di questo genere uccide gli affari più di un lockdown......
    Da viaggiatore continuo a trovare buffa la fissa sulle mascherine, in giappone è uso comune da decenni usarle ai primi sintomi di raffreddore per non contagiare gli altri e ci si saluta rispettosamente con un inchino (di rigore a distanza di un metro), le società orientali in genere sono almeno nella formalità molto orientate al benessere comunitario e prendono molto sul serio la gestione delle emergenze. In visita proprio in Giappone mi è capitato di assitere all'esercitazione antirterremoto in un asilo, passando ho sentito una voce agli altoparlanti ed una sirena, in 2 minuti da ogni porta è uscita una fila di bambini preceduti e seguiti da una maestra che si sono disposti in cortile, un cortese signore che parlava inglese divertito dal mio sguardo basito mi ha spiegato che stavo assistendo all'esercitazione trimestrale anti terremoto....

    RispondiElimina
  10. Un'ultima cosa che mi pare importante e non ci stava sopra, rispetto a questa osservazione, sperando di non invadere troppo:

    "In ogni caso, il pubblico riceve informazioni frammentarie e confuse e non riesce a rendersi conto di cosa stia veramente succedendo con l'epidemia. _E mi sa proprio che neanche i decisori politici al governo se ne rendano conto._"

    Direi che possiamo assolutamente escludere che i decisori politici non se ne rendano conto e che ci sia ingenuita' da parte loro: questi decisori politici in particolare, e tutti i politici gia' da diversi lustri, arrivano alla posizione di preminenza a cui arrivano solo grazie all'uso massiccio di studiatissime e premeditatissime tecniche mediatiche di manipolazione del consenso, derivate dalle scienze sociali applicate al marketing, per il cui approntamento vengono impiegati i migliori cervelli con budget praticamente illimitati, data la posta in palio.

    Cio' che i piccoli blogger di successo, e i politici tradizionali, e gli imprenditori fortunati, fanno in modo artigianale e/o istintivo, agli alti livelli e' ormai frutto di strategie e studi di squadre agguerritissime di professionisti del settore.

    Gli ultimi partiti di grande successo sono tutti capitanati da geni della propaganda, del marketing e della "narrazione" (vedi in particolare grillo e berlusca, ma si faceva lo stesso anche in passato a dire il vero, solo che allora non si trattava di scienza sociale usata in modo consapevole, e i carnefici erano loro stessi vittime delle loro narrazioni - ma questo forse accade anche oggi, la metafora dell'apprendista stregone e' sempre valida, e per fortuna mi viene da dire).

    La psicologia comportamentale, lo stimolo-risposta pavloviano, sono usati massicciamente da almeno mezzo secolo per influenzare le cosiddette masse, e non solo nel marketing, ma anche in "scienza economica" coi ben noti e stramaledetti incentivi/disincentivi su cui sono completamente basate le politiche fiscali e normative e di governo di ormai tutto il mondo, allo scopo di indurre i comportamenti desiderati da chi sta al governo di stati o grandi aziende, a seconda degli interessi, delle necessita' e delle mode del momento.

    E' da un bel pezzo che, pur in una formale democrazia, siamo trattati dai nostri governi come i topini sottoposti alle scosse elettriche delle gabbie di Burrhus Skinner, il noto psicologo comportamentale su cui sono basate tutte le politiche fiscali e normative d'occidente, questo si' senza che ci si renda conto del substrato culturale che anima le nostre vite, un po' per ignavia, un po' per convenienza, un po' per presunzione.

    Un tempo, fino forse a un secolo fa, l'indottinamento avveniva solo nei primi anni di vita, oggi prosegue per tutta la vita, dalla culla alla tomba. L' "educazione permanente" e' il prezzo da pagare per avere delle enormi organizzatissime societa' di massa che non collassino sotto il loro stesso peso e complessita'. Fin che dura.

    NB: ho sentito piu' volte il presidente del consiglio insistere sulla massima trasparenza come faro della sua azione politica e di governo, salvo poi non solo secretare dati, quanto venire fuori con dichiarazioni circa la predisposizione fin dal primo momento di piani segreti di gestione dell'epidemia... mah!

    firmato winston

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'unico politico abbastanza intellettualmente onesto da dire che la politica è un teatrino fu il berlusca. Basta stare attenti al comportamento di Salvini per capire che era tutto programmato già un anno e forse anche di più fa. Il mio direttore di 40 anni fa diceva che bisogna prendere il fumo alle pipe, io posso dire che la verità non può essere detta, ma si può intuire dalle sfumature di quello che vien detto. Insomma il fumo c'entra sempre. Anche quando si sparge fumo per confondere.

      Elimina
    2. https://www.itsanitas.com/i-benefici-per-la-salute-di-aglio-cotto/
      è l'unico studio che ho trovato in rete che conferma i benefici dell'aglio, che però deve essere crudo, come ammazza virus di tipo respiratorio, come il nostro amato coronavirus. Viene dal microbiologo James Nord, università dello Jutah ed il fatto di essere unico in mezzo a tante pubblicazioni che smentiscono o nascondono i benefici dell'aglio mi pare che ci sia qualche zampino di mezzo. Che sia di big Pharma, del diavolo o di chi volete, non importa. L'importante è che il 54% degli italiani credano a Conte. Un discorso dantesco o sibillino ogni tanto ci vuole.

      Elimina
    3. In Inghilterra hanno rilevato che che il 73% dei pazienti ricoverati in Terapia Intensiva per CoronaVirus è sovrappeso o obeso. Come dice il dr. Lustig: “Il virus non distingue chi infetta ma distingue benissimo chi uccide”

      Un punto chiave, che è sfuggito totalmente ai nostri governanti e ai nostri media è che i sani (quell’85% delle persone che ha incontrato il virus e nemmeno se ne é accorto, o ha subito lievi sintomi, costruendo presto gli anticorpi necessari) conducono uno stile di vita più sano che ne ha irrobustito e forgiato il sistema immunitario.

      https://www.medicinadisegnale.it/?p=1052&fbclid=IwAR1Dz2O5aVAurCd8Mnl5DIRGxp59iLcXr9fsdsBq5NcEWBY11Ob4kNFSjBQ

      Sui mezzi pubblici è impossibile garantire il distanziamento
      https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2020/04/28/fase-2-distanziamento-impossibile-sui-mezzi-pubblici-_0ef27c22-811c-45bc-9cba-4bcc1ab12b43.html

      Quindi cosa bisogna fare? Secondo me bisogna andare in giro in bicicletta e fare gli orticoltori.(ma non credo che la proposta avrà un gran seguito) L'aglio si fa apprezzare in ogni contesto culinario, insieme al peperoncino piccante e al prezzemolo. OK, via libera a tonnellate di aglio.

      Un eroe del nostro tempo
      https://www.theguardian.com/environment/2020/apr/28/ron-finley-gangsta-gardener-transforming-los-angeles

      Elimina
  11. @ Tutti

    28/4/2020 ANSA: Fitch abbassa il rating Italia a BBB- con outlook stabile - Gualtieri:"Fondamentali solidi con Pil -8% nel 2020 e debito al 156%"

    https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2020/04/28/fitch-taglia-rating-dellitalia-pesa-impatto-del-coronavirus_ac2988ab-4f45-423c-be15-5a63a45c058b.html


    https://it.wikipedia.org/wiki/Rating#Classi_di_rating

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ennesima trovata, che fa il paro con lo spread, per tirare il collo alla gente onesta che lavora. Gli venisse un canchero. Almeno qualche sintomo da coronavirus.

      Elimina