Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


venerdì 11 dicembre 2015

Come costruire un aereo sicuro secondo la COP 21 di Parigi

Da “Cassandra's Legacy”. Traduzione di MR


Negli anni 50 dello scorso secolo, una serie di incidenti ha colpito il “Comet”, un aereo che avrebbe dovuto essere una grande innovazione nel campo dell'aviazione. Le ragioni principali dei disastri possono essere attribuite alla generale atmosfera di ottimismo tecnologico che pervadeva gli anni 50 e che portava gli ingegneri a sopravvalutare le loro capacità. Il Comet è stata una dura lezione da imparare, ma è stata imparata. Oggi, l'industria è estremamente prudente e gli aerei moderni sono di gran lunga più sicuri di quanto non fossero in passato. 

Anni di lavoro sui materiali per i motori a turbina mi hanno insegnato quanto sia attenta l'industria aerospaziale riguardo alla sicurezza dei propri prodotti. Naturalmente, nessuno vuole pensare agli incidenti aerei, nemmeno gli ingegneri aerospaziali, ma lo devono fare, Non esistono “allarmisti” nell'industria aerospaziale. Così, l'industria aerospaziale è estremamente prudente ed attenta, niente va a finire dentro un aereo a meno che non abbia superato test rigorosi ed abbia definitivamente dimostrato di essere sicuro e conforme alle specifiche. E' questo che rende il trasporto aereo uno dei sistemi di trasporto più sicuri esistenti.


Ora, immaginate di passare la gestione del clima terrestre agli ingegneri aerospaziali. Capirebbero rapidamente che l'ecosistema terrestre può collassare, il che significa che si può riscaldare fuori controllo in conseguenza dell'accumulo di gas serra nell'atmosfera. E questo potrebbe fare una strage sul pianeta: è successo in passato e non c'è motivo di credere che ora sia impossibile. Sarebbe l'equivalente di un grosso incidente aereo; come dicono nell'industria, la “perdita di uno scafo”. Così, se il pianeta fosse un aereo, verrebbe immediatamente bloccato a terra. La sicurezza impone che dobbiamo smettere di bruciare combustibili fossili da adesso.

Sfortunatamente, pare che le regole che valgono per l'industria aerospaziale non valgano quando si tratta di gestire l'atmosfera terrestre. Supponiamo che un aereo fosse costruito coi metodi usati a Parigi.

Come costruire un aereo sicuro secondo la COP 21 di Parigi

1. Un gran numero di politici e burocrati si riunisce in una città per decidere le specifiche dell'aereo. Gli ingegneri aerospaziali danno consigli, ma non sono i responsabili delle decisioni prese.

2. Gli ingegneri che si preoccupano del fatto che l'aereo potrebbe cadere vengono etichettati come “allarmisti” e rimossi dal processo di progettazione. I politici che non partecipano alla conferenza dichiarano che è impossibile che qualsiasi aereo possa mai cadere e che le preoccupazioni sugli incidenti aerei sono solo il risultato della lobby degli ingegneri aerospaziali in cerca di sovvenzioni.

3. Le specifiche dell'aereo, la velocità, la portata, la dimensione, ecc. vengono decise per mezzo di un dibattito politico, mentre degli attivisti marciano per le strade per chiedere aerei migliori.

4. Nessuno progetta l'aereo. Gli appaltatori forniscono le loro specifiche per ogni sottosistema (ali, motori, sistema di controllo, ecc.) in totale autonomia. Nessuno può dire se questi sottosistemi funzioneranno quando saranno messi insieme e se il risultato sarà un aereo che può volare.

5. La gestione della conferenza non ha alcun potere di modificare le proposte degli appaltatori, né di
assicurarsi che le specifiche che sono state elencate verranno realmente soddisfatte una volta che i sottosistemi vengono consegnati per l'assemblaggio.

6. La conferenza viene conclusa coi politici che dichiarano che l'aereo volerà.

7. Il primo test di volo verrà eseguito con l'aereo pieno di passeggeri.