Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


giovedì 1 aprile 2010

"Quantum gate." Rivelazione: la meccanica quantistica è un imbroglio ordito dagli scienziati per continuare a ricevere i loro lucrosi contratti di ricerca

Il prof . Bardi, da noi intervistato, non ha saputo spiegare l'uso della parola "trucco" (trick) nelle sue dispense ed è caduto in clamorose contraddizioni nel cercare di sostenere la teoria della cosiddetta "Meccanica Quantistica"






 
Dal nostro corrispondente a Firenze - 1 Aprile 2010

Un hacker è riuscito a infiltrarsi nel database dell'università di Firenze, rivelando alcuni documenti tenuti segreti fino ad ora. In alcune dispense distribuite dal Prof. Ugo Bardi ai suoi studenti nel 1997 troviamo scritto:



Interpellato in proposito, il Prof. Bardi non ha negato di aver scritto la parola "trick" (trucco) pur sostenendo che questo non va interpretato come un imbroglio nei riguardi degli studenti.

Interpellato ancora sull'argomento, il prof Bardi ha detto che la meccanica quantistica si basa in gran parte sul cosiddetto "principio di indeterminazione di Heisenberg" che, secondo quanto ci ha riferito, fa si che sia impossibile conoscere esattamente allo stesso tempo la posizione e la velocità di un elettrone.

Il prof. Bardi non ha saputo spiegare come la cosiddetta "scienza della meccanica quantistica" venga insegnata e proposta quando è basata su un principio "di indeterminazione." Come può, infatti, una scienza essere indeterminata? E come possono sostenere gli scienziati di studiare le proprietà degli elettroni se non sanno nemmeno dove sono? Alla domanda se si tratta di un trucco degli scienziati per continuare a ricevere i loro lucrosi contratti di ricerca il prof Bardi ha risposto con parole che non riportiamo qui.


Nel prossimo comunicato: Albert Einstein aveva imbrogliato? La cosiddetta "teoria della relatività" è basata su un postulato, detto della costanza della velocità della luce, che il prof. Einstein si è inventato di sana pianta. E poi: le sfere di cristallo sorreggono i pianeti? Clamorose rivelazioni sui trucchi di Galileo Galilei e il suo cosiddetto "telescopio." Un documento recentemente ritrovato dimostra che il suo collaboratore Federzoni aveva dipinto i satelliti di Giove sulle lenti.


* Nota: questo è un post del 1 Aprile. Però giuro e stragiuro che è verissimo che l'immagine del post viene dalle mie dispense di "Chimica Fisica dei Materiali" del 1997, scritte in inglese. Mi caschi un occhio nel lavandino se non è vero. Ho dei testimoni con gli studenti dell'epoca. 

12 commenti:

  1. Complimenti per l'ironia!

    Secondo me ha scritto questo post mentre stava uscendo da un orizzonte degli eventi a velocità Warp.
    Il Capitano Kirk era con lei? E Mr. Spock? :-)

    RispondiElimina
  2. Ecco, prof, ho sempre sospettato che non ci poteva fidare di lei... ;-)

    RispondiElimina
  3. Ringrazio Maurizio Tron per la segnalazione di un errore di ortografia (ora corretto) in questo post che mi avrebbe causato un'ulteriore riduzione di prestigio scientifico!

    RispondiElimina
  4. Non vorrei passare per un correttore di bozze, ma, pur essendole grato per la possibilità che mi offre di informarmi con la lettura del suo blog, le devo dire che di errori di ortografia ne ho sempre visti assai, forse perché non ha il correttore automatico durante la scrittura. In questo e in altri post, le segnalo 'pò' invece di po', 'fa si' e 'fanno si' invece in 'fa sì' e 'fanno sì', 'a.c.' invece di 'a.C.', 'qual'è' invece di 'qual è', accenti sulle stesse parole (cliché) sia aperti che chiusi, 'qua e la' invece di 'qua e là'.
    Le scrivo solo dopo aver visto il ringraziamento per Maurizio Tron che le ha appunto segnalato un errore. Spero di non meritarmi qualche improperio in fiorentino, parlata che comunque conosco visto che sono di Bellariva. Non se la prenda, ma credo che un blog di un professore possa essere più 'pulito' anche nella forma, oltre che sempre interessante nella sostanza. Saluti.

    RispondiElimina
  5. Beh, ho capito che devo stare più attento a certe cose. In effetti, con questa cosa di fare un post al giorno non ho molto tempo di rileggere e - inoltre - si, blogspot non ha il correttore automatico e non credo che lo si possa installare. Saluti e grazie per la nota - improperi? Ci mancherebbe altro!

    RispondiElimina
  6. Se utilizzasse Mozilla Firefox come browser, tra le centinaia di plugin ha pure il dizionario d'italiano. Funziona anche nei campi di un blog.

    RispondiElimina
  7. Eh, si, Pippolillo. Qui sull'Enterprise non abbiamo dizionari di italiano - soltanto Klingon-Inglese. Comunque uso Firefox normalmente - ora mi vado a cercare il dizionario di italiano. Diavolo di quante cose ci sono...... Ci sarà anche il dizionario di Klingon? E quello di Na'vi?

    RispondiElimina
  8. Quello di friulano c'è. Mandi a ducs. K'plà

    RispondiElimina
  9. C'è "sicuramente " questo, per la felicità parecchio OT degli amici sardi:
    http://www.youtube.com/watch?v=rYwvE6BnVMg

    RispondiElimina
  10. il prof Bardi ha risposto con parole che non riportiamo qui.

    Chiaro segno che era a corto di argomenti ;-)

    RispondiElimina
  11. Quando ho letto il titolo per la prima volta ho pensato subito a un articolo sui computer quantistici. :-)
    I "quantumgate" esistono, e sono cose interessanti. DI cui so pochissimo...

    Devo anche dire che l'articolo mi ha fatto venire più di un brivido lungo la schiena. Quelle cose le ho lette davvero, più o meno, e temo che pure in Parlamento ci sia chi sarebbe disposto a sottoscriverle.

    RispondiElimina