mercoledì 8 giugno 2022

Il centro non resiste più e l'albero sacro è morto. Il collasso del dibattito scientifico

 


A Cartabianca di ieri, un evento emblematico della situazione attuale. Luca Mercalli si scontra con Francesco Borgonovo sul cambiamento climatico e alla fine si stufa, si alza e se ne va.

https://www.raiplay.it/video/2022/06/cartabianca---Puntata-del-07062022-d35a8cf6-fd26-45db-b4de-04fef7036c56.html (Mercalli appare a 2h17m)

Comprensibile la reazione di Mercalli, dopo che Borgonovo aveva buttato tutto in caciara: il riscaldamento globale è un complotto per imporci nuove tasse. (incluso la classica fesseria, "qui a Trento, dove sono, io si sta belli freschi"). Per non parlare della Berlinguer che era partita tutta convinta a raccontare che "nel medioevo faceva più caldo." 

Ma il fatto stesso che si sia arrivati a uno scontro del genere indica che siamo immersi in una sostanza viscosa e marrone che non è Nutella. Abbiamo perso il controllo della gestione dei cosiddetti "dibattiti" dove ormai chiunque può venir fuori a pretendere di aver ragione perché urla più forte di un altro. Per non parlare della giornalista che parte subito contro tutte le regole dei dibattiti che vorrebbero che il moderatore rimanga neutrale, per poi mostrarsi allibita della reazione di Mercalli. (*)

Nel medioevo, i cosiddetti anni bui, quando si facevano dibattiti c'erano regole ben precise su come condurre una "disputatio." E allora si vedeva chi sapeva di cosa parlava e chi non ne aveva la minima idea. E non era che uno poteva presentarsi a una disputatio seria urlando, "ho ragione io" oppure interrompendo l'oppositore, o sparando le prime fesserie che gli venivano in mente. Col piffero.  Il problema non è Francesco Borgonovo o Bianca Berlinguer. Sono soltanto elementi particolarmente visibili del problema. Gli anni bui sono oggi.

E non è solo un problema di conduzione del dibattito. Magari fosse tutto lì. Il problema vero è che la sfiducia nella scienza sta crescendo in modo esponenziale -- come si diceva del virus non molto tempo fa. Per chi non è un esperto, non è sbagliato pensare che molta della cosiddetta "scienza" sia diventata più che altro un imbroglio per far soldi a nostre spese. 

I climatologi, di solito, sono scienziati "duri e puri" -- non fanno soldi sul loro lavoro, a parte il loro stipendio di ricercatori. Ma pensate a tutta la storia dell' "economia basata sull'idrogeno." Che sia un imbroglio lo sanno gli stessi proponenti, eppure i politici continuano a proporci treni a idrogeno e autobus a idrogeno. Per non parlare della banda dei televirologi che ci hanno impestato per due anni raccontandoci tutto e il contrario di tutto, sempre sostenendo di essere loro i soli portavoce autorizzati della "scienza."

Ti fa venire in mente Alce Nero che vedeva il suo mondo distrutto, il suo popolo sterminato, la disfatta di tutto quello in cui aveva creduto e commentava "There is no center any longer, and the sacred tree is dead." Il centro non esiste più, e l'albero sacro è morto.






(*) Nota Pietro Cambi che questa faccenda è stata un vero e proprio agguato mediatico fatto contro Mercalli. Infatti, dice Cambi che Bianca Berlinguer

1) interrompe Mercalli a piffero, con l’osservazione sulla telecamera. Queste cose non si fanno a caso, se si è professionisti.

2) interrompe di nuovo con l’affermazione sul caldo del Medioevo, chiaramente in cattiva fede, visto che appena Mercalli fa presente che è bufala marcia, da quanto stantia, si cheta.

3) quando Borgonovo sragiona sul nucleare, assentisce, conferma, con pochi ma ben centrati monosillabi.

4) quando Borgonovo da di catastrofista ad un climatologo che lavora a raccogliere dati che disgraziatamente sono, loro si catastrofici, non apre bocca.

5) il finto stupore e dispiacere, dopo l’agguato mediatico, sono la parte peggiore.


21 commenti:

  1. Buongiorno, premesso che tengo la 5 superiore in elettrotecnica e faccio il frigorista in questa malandata nazione. Spero di andare in pensione fra 10 anni e magari di isolarmi da questa società marcia.
    In un paese dove ancora si crede che: Aldo Moro fu ucciso da dei sbandati delle brigate rosse; Falcone e Borsellino furono uccisi da contadini siciliani. Tutti killer che ebbero eseguito con precisione chirurgica detti omicidi.
    E poi vorrei capire perché dopo 30 anni Renucci di report dice che in questi fatti forse c'è stato l'aiuto dei servizi segreti deviati e viene perseguito il giorno dopo dalla DIA.
    Che draghi va a bracetto con il segretario della cgil, qui mi casca le palle; che tutti i partiti sono al governo a fare il papata fest; che fra i giornalisti la migliore è la Berlinguer super raccomandata; che fra covid e super green pass vanna marchi era più credibile; che al ristorante si va senza mascherine e a scuola si va con la mascherina, oltre ai poveri lavoratori.
    Poi all'Ucraina la UE manda miliardi di euro,
    armi e ascolta un presidente che sniffava cocaina dove girano video su you tube ancora, mentre per la Grecia i soldi non c'erano.
    Ecco io non sono uno scienziato ma se alla fine il 50 % degli italiani non va più a votare, in tanti scappano dall'Italia, tanti si sono arresi e tirano a sopravvivere un motivo ci sarà?
    Quind icome pensare che le persone possano ancora avere fiducia nella scienza?
    Magari è brutto dirlo tanti di noi persone comuni si sono semplicemente arresi a sopravvivere, tirare a campare, infatti quasi più nessun italiano fa figli, un motivo ci sarà? Nonostante una situazione economica migliore degli stranieri.
    Non tengo di certo la verità assoluta, ma di sicuro tutte le istituzioni di questo malandato paese e non solo fanno schifo e vomitare.
    Cordiali Saluti.


    RispondiElimina
  2. L'ho visto anche io ieri sera #Cartabianca (da una cert'ora in poi, perché prima guardavo :-) Matrix Revolutions).

    Mercalli (probabilmente) voleva intervenire anche sul nucleare da fissione (suppongo ricordando, che il nucleare da fissione va considerato per tutto l'arco di tempo in cui durano i suoi rifiuti, che durano milioni di anni!)

    Penso che abbia fatto bene dr.Mercalli ad andar via, é tempo perso discutere in tv, specie quando si negano i fatti.

    I politici italiani ladri e stupidi (invece di causare/attizzare problemi, per poi proporsi all'elettorato come coloro che risolvono i problemi creati/attizzati da loro stessi) conducono al collasso l'Italia: otterranno il destino per cui i politici italiani ladri e stupidi e Chiesa Cattolica si sono operosamente adoprati da lungo tempo, non avendo voluto preparare l'Italia alle minacce del XXI°secolo.

    p.s.
    "Ma il fatto stesso che si sia arrivati a uno scontro del genere indica che siamo immersi in una sostanza viscosa e marrone che non è Nutella"
    ROTFLMAO
    é un commento fantastico! CLAP, CLAP, CLAP

    RispondiElimina
  3. Premesse, perché senza premesse in questa malandata democrazia nuova non si può argomentare su nulla:
    - tutti noi siamo d'accordo che il cambiamento climatico sia una realtà incontrovertibile;
    - tutti noi siamo d'accordo che la fissione nucleare sia una tecnologia inquinante, pericolosa e anacronistica.
    Ora i ragionamenti.
    Non possiamo certo dire che ciò che è stato fatto fin ora dalla governance sia in alcun modo finalizzato a mitigare il problema del riscaldamento globale. Mi pare piuttosto un meraviglioso e profittevole green washing che ingrassa le tasche dei soliti gruppi di potere.
    Inoltre vorrei far notare come il riscaldamento globale non sia la malattia ma il sintomo di un male maggiore. L'antropizzazione incontrollata del pianeta, la bulimica distruzione delle risorse ambientali, lo sterminio delle specie viventi. Tutto ciò sta sbilanciando pericolosamente l'equilibrio naturale verso una nuova "normalità" dove l'uomo non è più il benvenuto.
    Ciò che intendo è che a uno sguardo d'insieme, in una visione olistica della natura, il riscaldamento globale pare come il febbrone da cavallo di quando ti pigli una brutta influenza. Se anche prendi un antipiretico non è che sconfiggi la malattia, abbassi solo temporaneamente la febbre.
    Ora, se con tutta la nostra buona volontà riducessimo la "ciodue" nell'atmosfera grazie alla nostra portentosa Scienza, poi ci ritroveremmo comunque con un mondo al collasso sistemico.
    Credo personalmente che i dubbi del grande pubblico (e mi ci metto in mezzo) non siano verso il metodo scientifico, quanto nei confronti di una "comunità scientifica" (qualunque cosa voglia dire) che ha dato in mano a ingegneri e progettisti tanto potere per creare strumenti sempre più efficienti per distruggere il nostro mondo. Forse non siamo pronti, come specie, a tanto potere; io non darei a uno scimpanzé un fucile carico, né a un uomo un reattore nucleare.
    Risulta poi complesso accettare di affidare alla stessa comunità scientifica il compito di trovare gli strumenti per toglierci da un impiccio di cui sono in larga parte la causa.
    Forse sarò ingenuo ma (da ingegnere e agricoltore) io credo che la soluzione a problemi così complessi possa essere alquanto semplice: il ritorno alla terra e alla semplicità di una vita di comunità, piantare 100 alberi che diverranno presto un bosco, spezzare la spietata catena di approvvigionamento globale, confidare nella straordinaria capacità della natura di guarire.
    Non so se questo sarà sufficiente a farci sopravvivere come specie ma è il meglio che possiamo fare come razza umana.
    Grazie di aver letto fino in fondo il mio pippone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa ma "il ritorno alla terra e alla semplicità di una vita di comunità" è un sogno perchè senza i prodotti della scienza moderna bisogna accettare anche che la vita umana è limitata a 50 anni dominati da malattie e disagi, fame e morte, solo nel 1900 la mortalità infantile e di parto è calata altrimenti come dicevano i nonni "ne fai otto per averne 3 adulti"....
      Per il resto ti ricordo come in realtà prima del prevalere della scienza e della tecnica lo standard era un livello di conflittualità elevatissimmo, dal brigantaggio alle guerre, tanto è vero che i "pacifici paesi contadini" italiani sono delle piccole raoccaforti! Dove c'è scarsità vedere una pacifica convivenza è difficile, la fame porta a litigarsi ogni cosa!

      Elimina
    2. Vedere tutto il passato come fame e miseria a confronto di un presente progressista e inclusivo è una visione alquanto semplificata delle cose. Così come lo è vedere un mondo guidato dalla scienza oppure uno guidato dai filosofi, un mondo di bianchi e neri senza alcuna sfumatura cromatica. E' vero che in certe epoche storiche la fame era dilagante, pensiamo all'Irlanda del XIX secolo e alla crisi delle patate, ma lì il problema era che le terre non erano di chi le lavorava; i contadini erano poco più che degli schiavi.
      Le maggiori rese agricole non sono derivate dal miglioramento genetico del ventennio fascista o da tecniche colturali più efficienti ma da una grande disponibilità di energia fossile che ha permesso di rendere irrigui molte terre e di concimare ampie superfici compromettendo però la fertilità dei suoli e legando le rese al continuo doping chimico. In tal senso molti contadini in larghe aree del mondo stanno tornando a una semischiavitù dovendo acquistare sementi brevettate e concimi dalle multinazionali (per chi vuole approfondire consiglio fortemente la lettura di Salvatore Ceccarelli, mescolate contadini mescolate).
      Resta il fatto che un piccolo orto urbano ha una resa da 2 a 3 volte superiore ai grandi appezzamenti monocolturali e con un impatto ambientale estremamente ridotto; chiaro che richiede molto più lavoro manuale. Nella Francia rinascimentale gli orti biointensivi (antelitteram) attorno alla capitale sfamavano 200 mila persone con delle rese ancora oggi quasi ineguagliate e i jardiniers erano tenuti in grande considerazione.
      Mi ripeterò ma ribadisco che non nego che la scienza intesa come ricerca scientifica ci abbia donato grandi innovazioni grazie alle quali oggi abbiamo un alto tenore di vita. Resta comunque il problema che la ricerca scientifica non si pone il problema di come una scoperta poi sarà utilizzata. Ci pensano poi politici e uomini d'affari a raccogliere i frutti dell'albero sacro.

      Elimina
    3. La scienza è un moltiplicatore, come lo è la governance, entrambe sono sostanzialmente neutre rispetto agli obiettivi : uccidere un uomo è possibile sia a mani nude che con una pistola, accusare l'arma è solo un modo per ignorare il problema!
      Si rischia di fare come nei talk show citati dove ognuno tira fuori il suo capro espiatorio favorito e si butta tutto su chi urla di più e meglio, gli adulti dovrebbero parlare di soluzioni: possibilità, studi di fattibilità, prospettive e simili ma soprattutto non nei talk show durante il periodo in cui la cosa è di moda ma prima che il problema sia talmente grosso da fare notizia.

      Elimina
    4. https://www.resilience.org/stories/2020-10-08/the-lost-forest-gardens-of-europe/
      Concordo con Davide. Ma bisogna intendersi su quale agricoltura conviene orientarsi. Già ora la scarsità di fertilizzanti e di gasolio per le lavorazioni e i trasporti, ci dovrebbero
      far riflettere e preoccupare.
      Pare che i nostri antenati avessero già capito tutto fin dalla preistoria. Nulla che non sia sopravvissuto nei millenni, come tutte le cose veramente valide.
      È un articolo lungo ma istruttivo.
      Fuzzy

      Elimina
    5. Oggettivamente non vedo tutti sti problemi, già alcuni paesi scandinavi recuperano nitrati e fosfati dalla depurazione delle acque fognarie con ottimi risultati (e si evitano i bloom di alghe) mentre i trattori che vanno a legna erano uno strandard durante la guerra (https://en.wikipedia.org/wiki/Wood_gas ) mentre sulla questione delle sementi la storia è lunga e complicata ma si riduce solo a cosa si vuole ottenere: se l'obbiettivo è rendere i contadini dipendenti ovviamente si viaggia in una direzione, se si vuole produrre di più, meglio o dove non si riuscirebbe si può fare ed è stato fatto (https://www.lowtechmagazine.com/2020/04/fruit-trenches-cultivating-subtropical-plants-in-freezing-temperatures.html ) e usare metodi come il CRISPR o lo screening genetico velocizza solo il processo!

      I nostri antenati non avevano "capito tutto" tanto è vero che il latifondo lo abbiamo tenuto fino al 1900 con mezzadri e servi della gleba nonostante le rese ridicole, abbiamo visto infinite mode anche distruttive andare e venire con tanto di processioni durante le pestilenze che scatenavano contagi di massa e mille altre follie. In realtà oggi il bias cognitivo che spinge a vedere il passato come migliore è una potentissima arma di marketing usata come grimaldello per vendere (https://ribrainstudio.com/retrospettiva-rosea-spot-barilla/ ), una serie di altri elementio poi attivano un effetto simile al cane di Pavlov e ci si trova a vedere solo conferme a questa idea.....
      Il dato di fatto è che se tutti avessero capito tutto da sempre non si spiegano le carestie, la fame, le fiammate di pestilenza (a cui la malnutrizione dava enormi contributi), la bassa statura e simili perchè se fosse vero pure ai governanti sarebbe piaciuto campare bene ed a lungo. Non succedeva quindi qualche miglioramento deve esserci stato...

      Elimina
    6. "In vista del razionamento di ottobre di gas ed elettricità, sono già state inviate le circolari governative ai prefetti che dovranno assicurare il controllo del razionamento. Ai sindaci e presidenti di regione è stato invece ordinato di riesumare le ordinanze dell'austerity del 1973 quando ci fu il primo embargo del petrolio arabo.

      Oggi siamo già in nello stato di pre-allarme, i due livelli successivi saranno allarme ed emergenza. Alcuni provvedimenti sono già noti (qualcuno ha già venduto le circolari segrete ai giornali)

      stato di allarme:
      - riduzione dell'illuminazione di strade ed edifici pubblici
      - rinvio a metà novembre dell’accensione del riscaldamento centralizzato nei condomini
      - ritorno dello smart working per i lavoratori pubblici e privati
      - riduzione di alcune attività industriali non essenziali

      stato di emergenza: (saranno esclusi solo gli ospedali ed altri servizi primari)
      - orari ridotti e chiusure di negozi, alberghi e ristoranti, spettacoli, palestre e piscine
      - condomini: spegnimento prolungato degli impianti condominiali di riscaldamento
      - abitazioni private: interruzione programmata notturna della fornitura di gas ed elettricità
      - disattivazione di ascensori e montacarichi
      - quote giornaliere e settimanali di energia elettrica per singola abitazione
      - chiusura dei distributori di metano e GPL per autovetture."
      Ata, fai installare subito le centrali nucleari.

      Elimina
    7. https://nuovabiologia.it/il-giardino-incantato-dellediting/
      Ahanasius
      Su alcune cose che hai messo nel calderone sono d'accordo, su altre no.
      In genere per me vale il principio di lasciar fare il più possibile alla natura, perché ne sa più degli uomini.
      Fuzzy

      Elimina
    8. Siamo sempre nella questione del come e del perchè, normalmente i lavori con il CRISPR passano da una fase di "selezione accelerata" per rimuovere tutta una serie di problemi, con i virus ed i batteri si capisce meglio ma vale per tutto....
      Dopi l'editing si lasciano crescere i batteri per alcune generazioni e si vede quelli che proliferano meglio, li si testa per i tratti introdotti e quelli più promettenti si fanno crescere (ci sarebbe il cross di colture ma si va sul tecnico). Quando le colonie sono stabili ed esprimono i caratteri voluti si ha il prodotto finito! in questo passaggio il gene "artificiale" è stato naturalizzato nei batteri e mamma natura ha provveduto a tutta la serie di aggiustamenti che un umano non avrebbe potuto fare neanche in decenni (Heavy Lifting in inglese, lavoraccio infame in italico!) lasciando quindi uno stano essere che è solo mezzo atrificiale..... Peraltro è il problema sollevato per scoprire se il COVIR è artificiale, passate una ventina di generazioni anche se le modifiche fossero artificiali non vi sarebbe modo di capirlo in quanto naturalizzate e manifeste come variante "naturale" del genoma!

      Paradossalmente proprio per i problemi legati all'Heavy Lifting in molti campi è oggettivamente lasciato alla natura molto e si accelera solo sulla fase di selezione vecchio stile, quella da sempre usata in agricoltura e zootecnica, perchè più efficiente delle alternative.
      In molti casi le soluzioni ci sono e si conoscono in quanto provate ma applicarle va ad impattare pesantemente sugli equilibri economici e di potere, varie consorterie, camarille, lobby e gruppi di interesse sono molto più interessate a conservare il loro orto per così come è che qualsiasi alternativa anche se più vantaggiosa, non a caso i latifondi sono sopravvissuti incredibilmente a lungo nonostante la forma peggiore di produzione pre industriale..... Paradosso italico in questo campo è che i latifondi sono stati aboliti nel momento in cui l'industrializzazione li avrebbe resi utili, poi si è deciso di spingere nei grandi appezzamenti i prodotti che in quell'ambito sono meno efficaci (ortaggi e frutta sono prodotti meglio in piccoli poderi, vedi Olanda con il suo export di pomodori...), siamo sempre un passo indietro alla modernità!

      Elimina
    9. https://www.rinnovabili.it/agrifood/disuguaglianza-fondiaria-controllo-terra/
      Mah, credo che la diseguaglianza fondiaria non sia una cosa nuova. Siamo sempre un passo indietro alla parità di diritti.

      Elimina
    10. Ma non sapete fare altro che lamentarvi che i progetti tipo motore a curvatura sono in ritardo. Fate qualcosa, cominciate a prendere in mano la zappa, insomma fate qualcosa di positivo, invece di sperare nella pappa scodellata come i bambini.

      Elimina
    11. https://www.resilience.org/stories/2022-06-12/gene-editing-you-cant-edit-behavior-because/

      Gli scienziati hanno pensato di poter rendere i criceti più cooperativi modificando un gene per un recettore che, quando attivato da un particolare ormone prodotto dai criceti, provoca più aggressività. In sostanza, hanno reso i criceti immuni all'ormone che promuove l'aggressività, aspettandosi che i criceti diventassero più cooperativi.

      Ma è successo proprio il contrario. Sia i criceti maschi che quelli femmine con il gene alterato sono diventati più aggressivi, molto più aggressivi.
      Eh, eh, athanasius, non ti arrabbiare, la scienza può essere anche molto pericolosa, come tutto, del resto.
      Va a finire che ci si mettono pure I criceti a far del casino.

      Elimina
  4. La psicologia insegna che quando si esce dal ragionamento logico della disputato o meno, si abbiano solo 2 possibilità: 1 litigare e finire in caciara come usano nei media per rintontire le locuste. 2 alzate i tacchi. Mercalli non aveva scelta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono d'accordo. Mercalli non aveva scelta. Chiunque abbia un pò di dignità intellettuale non si può abbassare al livello di troll prezzolati. Mi ricordo i dibattiti degli autori di LTG, dove venivano derisi ed il prof è stato pure minacciato. Tra abbassarsi al livello di mentacatti, finendo nella trappola di un dibattito litigioso che non porta a nulla di buono e andarsene, lui ha fatto l'unica azione intelligente possibile.

      Elimina
  5. Mercalli ha le competenze scientifiche e dialettiche per confrontarsi con chiunque, figuriamoci con un giornalista..
    Peccato, era solo una giornata storta in cui ha perso la pazienza..stava obiettando bene alla retorica qualunquista del giornalista ma poi si vede che si è semplicemente rotto.
    Sul covid Prof., non sono d'accordissimo..è vero molti virologi hanno detto tutto e il contrario di tutto ma la situazione, specie all'inizio, era in divenire e non si sapeva nemmeno bene come il virus facesse a circolare.
    Per non parlare poi di come i media ci hanno raccontato certe cose..tipo l'italia in lockdown quando nella bergamasca i volumi di traffico commerciale erano praticamente invariati e le aziende aperte con una semplice autodichiarazione.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  6. La borsa ha perso il 7% in 2 giorni. La BCE non acquista più i titoli dei paesi europei e alza i tassi. Tremonti, unico italiano invitato da Trump, dice che è arrivata la tempesta che parte da lontano al termine di 10 anni di errori. Credevo ci tirassero il collo a ottobre ma potrebbe succedere molto prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Lagarde é da Settembre 2021 che si fa le lampade!
      La Lagarde doveva chiudere il QE a Gennaio 2022.
      La Lagarde doveva iniziare a drenare base monetaria (vendere BTP, per ridurre base monetaria) ghiacciando l'inflazione importata da Gennaio 2022

      Ma la Lagarde ha continuato a farsi le lampade...

      Il mercato, sapeva cosa avrebbe dovuto fare la Lagarde.

      Surgelare l'inflazione importata, implicava ridurre base monetaria (vendendo BTP) oppure alzando i tassi (+tus, che trasla la curva tassi). La seconda scelta é meno efficace della prima, perché la curva tassi si trasla e/o ruota e per un paese bolllito finanziariamente potrebbe persino diventare ad orientamento negativo, con gravi effetti sull'Economia. Invece ridurre base monetaria, ha il certo effetto di ghiacciare l'inflazione importata, impattando meno sulle attese di crescita aziendali (se non fossimo diretti verso lo Scenario della CATASTROFE ULTRAVIOLETTA)

      10/6/2022 Moto: Stop ai motori endotermici dal 2035
      https://www.moto.it/news/stop-ai-motori-endotermici-dal-2035-che-cosa-ne-pensano-i-motociclisti.html

      Siamo diretti (se il Parlamento Europeo non cambia idea) verso uno Scenario molto prossimo alla CATASTROFE ULTRAVIOLETTA

      ma con qualche differenza:
      Gli USA non molleranno i motori endotermici.
      La GB non mollerà i motori endotermici.
      L'Australia non mollerà i motori endotermici.

      L'India non mollerà i motori endotermici.
      Il Sud America non mollerà i motori endotermici.
      Dubito che la Cina molli i motori endotermici, difficile pensare che ci sia sufficiente Litio per 1.4 MLD di auto elettriche (con energia elettrica prodotta da centrali a carbone)

      Comunque, il mercato, sapeva che la Lagarde ha continuato a farsi le lampade da gennaio 2022 e continuava a non far niente. Difatti lo spread é iniziato a salire molto prima, che la Lagarde annunciasse che aveva smesso di farsi le lampade...
      https://www.money.it/+-Spread-Btp-Bund-+

      quindi, il dato di oggi non é una notizia, ma un FLOOR da cui partire...

      10/6/2022 ANSA: Spread Btp Bund sale a 224 punti, rendimento ai massimi 2014
      https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2022/06/10/spread-btp-bund-sale-a-224-punti-rendimento-ai-massimi-2014_bba42c2a-63cb-4ff1-9220-a8b95fc61046.html

      D'altronde con un Pil italiano in calo
      LOL
      D'altronde con 2700 MLD di Debito Pubblico italiano
      LOL
      D'altronde con -11% di deficit su pil da TRE anni
      LOL
      D'altronde con un'inflazione importata che corre come un cavallo
      LOL
      D'altronde con un Epidemia Covid19 mai finita, perché Conte2/Draghi hanno continuato a far entrare varianti in Italia!
      LOL

      Stiamo andando giù a piombo!
      LOL

      Presto, affiorerà la SUPERNOVA ITALIANA DEL BOTTO TERMOFINANZIARIO, e poi la GIOIA DEL MARTIRIO del popolo itlaiano.
      LOL

      Non so voi, ma io mi sto sganasciando dalle risate, tanto che temo di slogarmi la mascella
      LOL

      Elimina
  7. Durante questo "dibattito" scientifico Mercalli aveva ragione da vendere!
    Dispiace solo che la sua reazione rischi di venire scambiata per quella di un bimbo permaloso che in qs modo finisce per darla indirettamente vinta al suo subdolo interlocutore e all'ambigua conduttrice... Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne può più. E ha ragione... Dopo una vita passata a spiegare bene le cose e a ingoiare rospi è inevitabile. Non si può dirgli nulla! Questo è perché non lo fa semplicemente per lavoro... Lo vive!

      Elimina