Troia non Cadde per Colpa degli Immigranti


martedì 3 aprile 2018

Presentazione del libro "L'Effetto Seneca" il 5 Aprile a Firenze





Questo Giovedì, a Firenze, avremo la prima presentazione "ufficiale" del mio libro "The Seneca Effect" (Springer 2017), che è il 42esimo rapporto al Club di Roma. La presentazione sarà nell'aula Magna dell' Università di Firenze. Il rettore, prof. Luigi Dei, introdurrà e commenterà il libro. Seguiranno due presentazion, una dell'autore e l'altra da parte del Dr. Roberto Peccei, Vice-presidente del Club di Roma (nella foto)


Le presentazioni saranno in Italiano, tutti gli interessati sono benvenuti. Qui di seguito, la locandina dell'evento.






3 commenti:

  1. http://peakoil.com/production/iraq-unveils-plan-to-diversify-away-from-oil
    anche l'Iraq vuole svincolarsi entro il 2030 dal petrolio e buttarsi su industria e (meno male) agricoltura, GW permettendo.
    Non avendo potuto partecipare alla presentazione del libro, spero di poterla vedere qui. Grazie.

    RispondiElimina
  2. Mi permetto di segnalare sul mio blog (Un blog sui problemi e megatrends del XXI secolo: sovrapopolazione, climate change, bomba demografica africana, WWIII, Guerre Puniche II.)

    Dove ho smontato un paper che ho trovato sul Sole24H,e che ho scaricato dalla pagina di Bankitalia, che narra un bel testo di Fantascienza Utopica scritto da Bankitalia.

    http://mio-radar.blogspot.it/2018/04/la-fantascienza-utopica-di-bankitalia.html

    in quanto:

    -Il tasso di crescita del Pil/Produttività nel paper è palesemente sovrastimato, perchè proviene da serie storiche che non sono rappresentative dell'ambiente economico e contesto che ci sarà nei prossimi decenni.
    -i Monetaristi quanto i Keynesiani e neppure in Bankitalia, hanno compreso che non esiste una crescita infinita in un pianeta di dimensioni finite.
    -Non sono conteggiati i danni da climate change, non sono conteggiati i danni dalla Carbon Bubble, s'ignora del tutto la dinamica dello scioglimento a positive feedback degli idrati di metano in Siberia
    -S'ignorano gli shock idrici, i cali di rese agricole, le turbolenze finanziarie e valutarie sul mercato delle commodities
    -S'ignora i rischi di sicurezza nazionale per guerre regionali di cui panel NATO prevedono già dal 2030
    http://mio-radar.blogspot.it/2018/04/la-fantascienza-utopica-di-bankitalia.html

    Mi permetto inoltre di segnalare alcune conferenze online, che smontano i path IPCC relativi a RCP2.6 and RCP4.5
    http://mio-radar.blogspot.it/2018/03/survivable-ipcc-projections-rcp26-and.html

    mentre l'informazione dei Mass Media è concentrata solo ad aspergere rumore di fondo
    http://mio-radar.blogspot.it/2018/01/il-bug-di-sicurezza-delle-cpu-intel-vs.html

    Di particolar interesse sono anche le conferenze scientifiche sulla salita del livello del Mare e la Crisi Climatica, la desertificazione del Clima Mediterraneo, tutto materiale mai passato dentro ai mass media italiani!
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/10/sea-level-is-rising-faster-and-faster.html
    http://mio-radar.blogspot.it/2018/01/rising-seas-how-fast-how-far.html
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/12/the-climate-crisis.html
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/11/robust-assessment-of-expansion-and.html

    Conferenze e letture scientifiche sulla questione del Blocco della AMOC (alias corrente del golfo), temi reali, di cui in Italia l'argomento è tabù e non è mai entrato nell'agenda dei mass media in quanto roba da GUFI.
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/11/is-gulf-stream-slowing-answer-is-yes.html
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/11/amoc-shutdown-potential-and-implications.html
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/11/is-thc-really-at-risk-impact-of-thc.html

    Interessantissima anche la conferenza sui Tipping Point climatici, sempre tematiche da GUFI, in cui sono evidenziati i paletti di riferimento che cambieranno lo stato del sistema, spostando il sistema in nuovi e diversi equilibri non più reversibili.
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/12/early-warning-of-climate-tipping-points.html

    Evidenzio anche una bella conferenza sul picco petrolifero di Hubbert
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/11/the-future-of-oil.html

    Oltre alla falsa questione dello shale oil/gas che causa altissime esternalità negative, per produrre carburanti che in ogni caso producono sempre gas serra e che nel futuro tali costi non saranno sostenibili perchè il costo di terre fertili, acqua potabile, cibo salirà alle stelle non rendendo economico l'uso delle tecniche Shale.
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/11/introduzione-allo-shale-gasoil-la-fine.html

    Ci sono poi analisi e valutazioni critiche, sulla pubblicità istituzionale Shell circa la diffusione dei suoi Shell Scenarios
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/11/shell-scenarios-parte-i.html
    http://mio-radar.blogspot.it/2017/11/shell-scenarios-parte-ii.html

    Oltre a molti altri "topic" annessi ai problemi e megatrends del XXI secolo.

    Sperando di aver contribuito costruttivamente a vivacizzare il dibattito intellettuale, porgo cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Blog molto interessante, grazie per la segnalazione.

      R

      Elimina