Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


domenica 12 febbraio 2012

Grazie a Dio, non sono paranoico! Continua la propaganda contro la scienza del clima


Come si cerca di screditare una ricerca climatica scomoda. Antonello Pasini ce lo racconta in un suo recente articolo.


Più di una volta, mi è capitato di essere tacciato di complottismo, se non di paranoia, per aver sostenuto che i denigratori della scienza del clima usano trucchi di tipo propagandistico e politico. Per esempio, ho sostenuto che alcuni commentatori che sostengono tesi anti-scientifiche sono false identità create apposta per sviare la discussione. Almeno in un caso, sono riuscito a smascherarne uno.

Ma questo delle false identità è solo uno dei metodi usati dai denigratori della scienza. Un altro metodo è un classico della politica e in italiano si chiama schedatura o "dossieraggio". Consiste nel tenere a portata di mano un dossier di informazioni sui tuoi avversari politici da usare per attaccarli al momento opportuno. Il dossieraggio viene spesso usato per diffondere informazioni riservate o private, a volte ottenute illegalmente.  Anche quando non è così, comunque, viene usato scegliendo le informazioni da diffondere con lo scopo di dare un'impressione distorta sulle idee e sul comportamento della persona attaccata.

Ora, ho sempre avuto l'impressione di soffrire di paranoia nel pensare che si usino certi metodi in un dibattito che vorrebbe essere scientifico, come quello sul clima. E invece, grazie a Dio, non sono paranoico! Gli avversari della scienza usano davvero il dossieraggio!

Questo ce lo racconta Antonello Pasini in un suo recente articolo sul Sole 24 ore. Ci riferisce di un commento molto critico a un suo recente studio, dove troviamo, fra le altre cose, che per criticare Pasini sono andati a ripescare, e rinfacciargli, le sue parole a un intervento tenuto a Riccione nel 2008. Il punto è che il testo di quel particolare intervento non si trova con Google (si trova solo l'annuncio del convegno). Sembrerebbe che esista solo in forma cartacea e una rivista pubblicata nel 2008 non è che si trova schioccando le dita. Questo vuol dire che qualcuno aveva raccolto documentazione su Pasini, pronta da usare alla prima occasione per screditarlo.

Quindi, dossieraggio contro Antonello Pasini. E' un dossieraggio, diciamo, "moderato" in quanto non usa informazioni private o delicate. Niente di illegale, ma è comunque utilizzato per distorcere il pensiero di Pasini e presentarlo come un estremista climatico, un catastrofista e un allarmista. Dossieraggio o no, questa gente si qualifica per quello che sono. Non hanno argomenti e quindi gli rimangono solo le offese. Pretendono di fare scienza, ma fanno solo propaganda politica

Lascio la parola a Antonello Pasini. Anche lui forse pensava di essere paranoico; grazie a Dio non lo è. Ma quanti di noi sono "schedati" da questa gente?

Dall' articolo di Antonelo Pasini).

P.S.: vorrei concludere con una sensazione. Ho la sensazione che questi signori abbiano un dossier su di me, che in qualche modo mi abbiano schedato. Avrebbero una copia del 2008 di questo oscuro settimanale diocesano; un mio amico ex-scettico mi ha detto che sanno addirittura qual è stato il mio compenso per la conferenza cui si riferisce questo settimanale - dato che pare sia comparso online sul sito del Comune di Riccione; raccolgono i comunicati stampa dell'ANSA che mi riguardano (ad esempio sulla presentazione del libro del dicembre 2010)... Mi aveva detto Guido Guidi (deus ex machina del suddetto blog) che voleva passare ai servizi segreti: evidentemente lui e i suoi amici si stanno preparando...

Un caro amico mi ha anche detto: chiaramente ti temono e tu per loro sei pericoloso. Grazie comunque a Climate Monitor. Io non ho scheletri nell'armadio, ma tutta questa attenzione nei miei riguardi non fa altro che convincermi di più che agire correttamente e secondo coscienza è sempre la cosa migliore! 


Da leggere su questo argomento anche l'articolo di Sylvie Coyaud, "L'inquisizione degli Yahoo"

10 commenti:

  1. chiunque abbia un amico in polizia puo' avere un dossier su di te

    RispondiElimina
  2. Di solito le mie spiegazioni sembrano fuori tema. A qualcuno. Trolls? Forse se andate avanti così capirete qualcosa anche di politica? Basterà il tempo? Sono a disposizione. in cambio di ciò che mi insegnate sul Clima &t la sua Scientia.

    RispondiElimina
  3. "sul Sole 24 ore."

    Noto ciclostilato anarco-insurrezionalista passato di mano in mano in segreto nei centri sociali e fra i gruppi di Greenpeace.

    Cioè, la "pseudoscienza" del "global warming", "climate change" o come lo chiameranno al prossimo cambio di marca dopo la prossima figuraccia è su tutti i media mainstream e telegiornali tutti i santi giorni, sostenuto dal quotidiano di Confindustria, da vari miliardari ("filantropi", come no!) e dall'ONU - quella santa organizzazione che benedice a spron battuto i bombardamenti "umanitari" ed evidentemente "ecologici" di intere nazioni con uranio impoverito e fosforo bianco...e fate le vittimine dei poteri forti? :'D

    I troll prezzolati sarebbero gli altri, quelli che non hanno diecimila giornali, tv, blog e miliardi di fondi?? :'D
    Cavolo, sembra sentir Monti che strilla conto i terribili "poteri forti" italiani: tassisti e farmacisti! Ovvio, no?

    Del ClimateGate nemmeno una parola, vero? Falsificare sistematicamente i dati per fare PROPAGANDA e PSEUDOSCIENZA, quello non è trollare.

    Ultimo commento che lascio su 'sto blog: Ughino, fai davvero troppo schifo.

    RispondiElimina
  4. Solidarietà a Pasini, che spero non sia la prossima vittima della persecuzione toccata ai climatologi, v. l'ultimo post di Real Climate:

    http://www.realclimate.org/index.php/archives/2012/02/free-speech-and-academic-freedom/

    RispondiElimina
  5. Ed intanto viene a galla con sempre maggior evidenza la strategia ostruzionista e negazionista dell'Heartland Institute, e i suoi piani per l'anno in corso:

    http://www.skepticalscience.com/denialgate-heartland.html

    RispondiElimina
  6. Non entro nel merito del metodo, ma sulle conclusioni di Pasini et al cioè la: "UNA CHIARA CONFERMA DELLA NATURA ANTROPICA del riscaldamento globale degli ultimi 60 anni".

    Questo non può essere! Anche perchè se andiamo indietro nel tempo il 975 e più delle pubblicazioni non sanno giustificare il caldo degli anni 1920 1940 e il raffreddamento successivo, come andando ancora più indietro tutti i picchi di caldo che si sussegguono ciclicamente sia nell'Holocene sia nell'Eemiano.

    cito:
    “Gli studi recenti di molti colleghi, effettuati mediante i classici modelli climatici mostrano che senza considerare gli influssi antropogenici (umani) non si riesce a spiegare l’aumento di temperatura globale dell’ultimo mezzo secolo. Ciò è un INDIZIO molto forte che cause umane hanno avuto un ruolo importante nel creare il riscaldamento globale.”

    Direi al contrario che c’è un indizio molto forte che non si conoscono affatto le forzanti naturali! E non è un opinione ma un dato di fatto, basta una piccola sequenza della balle propinate finora:

    RispondiElimina
  7. - prova glaciologica: una balla imbarazzante la CO2 segue la T di 800-1200 anni et viceversa cioè quando le T calano Il CO2 sale ancora per 800-1200 anni

    - Hockey stick una balla su commissione: come emerso dal climate gate 1 (Briffa che dice a Mann “so che avete avuto pressioni per raccontare la storiella carina di un mwp inesistente ma non è così”)
    Ancora qualcuno dei catastrofisti ci deve spiegare al 97% delle pubblicazioni cosa diede il mwp: non certo la misera TSI nemanco i GHG

    - stima delle forzanti del 3° rapporto IPCC una balla colossale: Hansen nel 4°IPCC le ha quasi dimezzate

    - stima delle forzanti del 4° rapporto IPCC un’altra balla: manca infatti il 30% del riscaldamento stimato (Schwartz 2010)
    - Le affermazioni di Hansen: “se continueremo a bruciare carbone l’uomo si estinguerà per le catastrofi climatiche!” (da Tempeste) Una cosa vergognosa come pure vergognoso il silenzio dei climatologi italiani che non lo hanno smentito.

    - ritiro dei ghiacciai montani (come quelli Hymalayani) una balla montata a neve: e anche in questo caso lo scioglimento è il 30% in meno di quello previsto dal 2003 al 2010( pochi tempo ma cmq non torna)http://www.nature.com/nature/journal/vaop/ncurrent/full/nature10847.html

    - andamento del metano in atmosfera balle a gògò: specie nelle accuse alla zootecnia, ne manca sempre più del 30% i atmosfera e la crescita degli ultimi anni, dagli isotopi, non può essere antropica

    RispondiElimina
  8. @ Pasini

    sul dossieraggio: accusa singolare per uno che lavora per l'organo della confindustria “Sole 24 ore” che stanno facendo soldi a palate con la truffa dei pannelli solari, probabilmente lei e la Coyaud non vi rendete conto di essere degli strumenti inconsapevoli della truffa delle rinnovabili. Questa non è un’opinione ma un dato di fatto!


    Comunque se legge l’articolo "centralina della mistificazione" su CM troverà le accuse di un prof di liceo cioè Steph a CM sull'attività da servizi segreti): ci definisce in pratica una spectre climatica. ( a cui lei si ispira visto che lo cita nei commenti) STIAMO ANCORA RIDENDO!
    Sul dossier aggio: le ricordo invece le accuse infamanti a Spencer, Lindzen e Chrysty di essere corrotti e pagati dai petrolieri solo per aver messo in dubbio il dogma dell’AGW.
    Per non parlare di quello emerso dal climate gate: i serristi catstsrofisti che:
    - si rallegrano per la morte di uno scienziato scettico;
    - fanno licenziare il direttore di una rivista scientifica scomodo e un giornalista scomodo
    - Impediscono la pubblicazione di ricerche scomode
    E lei anziché sdegnarsi di tutto ciò si è reso complice di un silenzio colpevole e ci chiama ancora negazionisti (negazionista sarà lei!) e non pubblica i miei messaggi ( non sarà la solita censura serrista fascista?)

    Claudio Costa

    RispondiElimina
  9. Claudio, ti passo questi commenti proprio perché sei tu. Ma datti una calmata.

    RispondiElimina