Troia non Cadde per Colpa degli Immigranti


Tuesday, October 2, 2018

Cinque cose da Sapere sul Collasso



Da "Cassandra's Legacy" Traduzione di "Corvo"


di Ugo Bardi


1. Il collasso è rapido.
 Già 2000 anni fa, il filosofo romano Seneca ha notato che quando le cose cominciano a peggiorare, vanno male velocemente. Ci vuole un sacco di tempo per mettere insieme un edificio, un'azienda, un governo, un'intera società, un macchinario. E ci vuole pochissimo tempo perché l'intera struttura si sbricioli alle giunture. Pensa al crollo di un castello di carte, o quello delle torri gemelle dopo gli attacchi dell'11 settembre, o anche a collassi apparentemente lenti come quello dell'impero romano. I crolli sono veloci, è la loro caratteristica.

2. Il Collasso non è un bug, è una caratteristica dell'universo.
I crolli si verificano sempre, in tutti i campi, ovunque. Nel corso della tua vita, è probabile che tu possa sperimentare almeno alcuni crolli relativamente grandi: fenomeni naturali come uragani, terremoti o inondazioni - gravi crolli finanziari - come quello avvenuto nel 2008 - e potresti anche vedere guerre e violenza sociale. E potresti ben vedere disastri personali su piccola scala come perdere il lavoro o divorziare. Nessuno a scuola ti ha insegnato come affrontare il collasso, ma per farcela è meglio imparare almeno qualcosa della 'scienza dei sistemi complessi'.

3. Nessun collasso è mai completamente inaspettato.
La scienza dei sistemi complessi ci dice che i crolli non possono mai essere esattamente previsti, ma non è una giustificazione per essere colti di sorpresa. Potresti non sapere quando un terremoto colpirà ma, se vivi in una zona sismica, non hai giustificazione per non prendere precauzioni contro di essa, come avere strumenti di emergenza e provviste. Lo stesso vale per difendere te stesso e la tua famiglia da ladri, criminali e ogni sorta di gentaglia. E fare piani per disordini politici o problemi finanziari. Non puoi evitare alcuni crolli, ma puoi sicuramente essere preparato per loro.

4. Resistere ai crolli è, di solito, una cattiva idea
Il collasso è il modo in cui l'universo usa per liberarsi del vecchio per fare spazio al nuovo. Resistere al collasso significa impegnarsi a mantenere vivo qualcosa di vecchio quando potrebbe essere un'idea migliore lasciarlo riposare in pace. E, se riesci per un po ', è probabile che tu possa creare un collasso ancora peggiore, è tipico. La scienza dei sistemi complessi ci dice che il motivo principale della ripidità del  'Collasso di Seneca ' è proprio il tentativo di evitarlo. Quindi, lascia che la natura segua il suo corso e sappi che alcuni problemi potrebbero essere irrisolvibili, ma possono essere sicuramente peggiorati.

5. Il collasso potrebbe non essere un problema ma un'opportunità. 
Il collasso non è altro che un 'punto di svolta' da una condizione all'altra. Quello che ti sembra un disastro potrebbe non essere altro che un passaggio a una nuova condizione che potrebbe essere migliore della vecchia. Quindi, se perdi il lavoro, questo potrebbe darti l'opportunità di cercarne uno migliore. E se la tua azienda peggiora, puoi avviarne un'altra senza fare gli stessi errori che hai fatto con la prima. Persino disastri come terremoti o alluvioni possono essere l'occasione per capire qual è il tuo ruolo nella vita, oltre a darti la possibilità di aiutare la tua famiglia e i tuoi vicini. I filosofi stoici (e Seneca era uno) capirono questo punto e ci dissero come mantenere l'equilibrio e la felicità anche in mezzo alle difficoltà.



Related Posts with Thumbnails

60 comments:

  1. I filosofi stoici (e Seneca era uno) capirono questo punto ,,

    Appunto erano stoici e come tali accettavano il Fato (da Wikipedia): in quanto necessità suprema e ineluttabile o potere misterioso e incontrastato (ed incontrastabile vista la pochezza dell'essere umano nei confronti della Natura e delle sue leggi).
    Noi purtroppo abbiamo i 'cristiani' che tali in realtà non sono. Il loro corretto appellativo sarebbe: i cacchiani visto le fantasie (=caz...e) che escono dalla loro bocca.
    Ovvio che arriviamo impreparati alla rottura naturale (quando non addirittura da noi stessa forzata) dell'equilibrio detta anche evento catastrofico.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Più che essere impreparati, possiamo dire di essere dei temerari, degli ignoranti e dei bruti senza cervello, perchè ad ammonirci ci sono le leggi termodinamiche per quel che riguarda la canoscenza o scienza e la coscienza, per quel che riguarda la virtute (il Sommo Vate) o spirito (San Paolo) o super-io (Freud), ma purtroppo queste e questa sono sconosciute alla maggior parte delle masse di cavallette, la cui unica preoccupazione, è distruggere più risorse possibili per soddisfare la propria avidità. Penso che solo una piccola parte del genere umano ha il QI sufficente per inquadrare la situazione e quindi la democrazia ,o almeno quella che viene spacciata per tale, è la forma di governo meno adatta per risolvere la situazione attuale, perchè il voto delle masse dei cretini ha molto più peso di quello dei pochi che possono vantare un QI sufficente. Sarebbe più che sufficente avere le qualità esposte da Gesù nelle beatitudini (umiltà, mitezza, misericordia, bontà) per le quali non è necessario un QI elevato, ma pare che i bruti tendano più ai contrari delle suddette qualità (superbia, prepotenza, avarizia, avidità, cattiveria, odio). Il buon selvaggio è perciò un mito nella nostra società ipertecnologica, mentre non lo era appunto in quella selvaggia. Mi ricordo che Madre Natura decantava spesso gli indiani d'America come la società perfetta e probabilmente lo erano, ma solo perchè vivevano in una sorta di paradiso terrestre, dove le risorse erano abbondanti per tutti, mentre noi moderni siamo costretti dall'esaurimento delle risorse, alla prepotenza e alla violenza contro i nostri simili per l'accaparramento delle stesse. In questa luce è da considerarsi il detto da Gesù: "Molti sono i chiamati, ma pochi gli eletti", tanto da farmi pensare che una società come la nostra potrebbe essere una costruzione malefica, tipo la torre di Babele, descritta da qualche parte nella Bibbia, probabilmente perchè già allora qualcuno aveva già capito il senso del proverbio: "Poca brigata, vita beata". Ed erano due gatti!!!

      Delete
    2. "Mi ricordo che Madre Natura decantava spesso gli indiani d'America come la società perfetta e probabilmente lo erano, ma solo perchè vivevano in una sorta di paradiso terrestre, dove le risorse erano abbondanti per tutti"
      Non ho niente contro Madre Natura, che è un buon uomo, ma la vita dei pellerossa era un inferno. "I prigionieri venivano spesso mutilati, le dita staccate con un morso per impedire loro di tornare a combattere. Schiene e spalle spaccate, quindi sistematicamente torturati da donne che squarciavano i loro corpi e strappavano pezzi di carne mentre i bambini bruciavano le parti più sensibili dei loro corpi immobilizzati con delle braci roventi"
      "The Barbarous Years" di Bernard Bailyn.
      Le donne ogni volta che andavano nella foresta a raccogliere erbe e noci, mettevano a rischio la propria vita.
      E amenità del genere. Quella di essere in pochi per stare in pace sulla terra è una fantasia e nient'altro. I popoli primitivi erano violentissimi. Al giorno d'oggi se vai a fare una passeggiata nel bosco, al massimo trovi un cacciatore che ti spara addosso scambiandoti per un cinghiale.
      Angelo

      Delete
    3. forse la storia la scrivono i vincitori, i visi pallidi?

      Delete
    4. Scavano nei cimiteri, studiano le ossa....mancano scalpi, arti. Buchi davanti buchi da dietro. Non so cosa dirti, non credo che gli storici di alto livello siano dei cialtroni.
      Angelo

      Delete
    5. Ci ho pensato. E adesso? Vuoi dire che gli storici hanno mentito sull'olocausto? O qualcosa di diverso? Disambiguazione please.
      Angelo

      Delete
    6. voglio dire che i vincitori impongono condanne penali a chi non è d'accordo. Ma per piacere, Angelo. Devi proprio vivere in un bel mondo, pieno di certezze e sicurezze, che purtroppo non è il mio. In questo ti invidio. O forse, no!

      Delete
    7. Il mio mondo non è né certo né sicuro. Sono qui perché ho del tempo da perdere. Consulto i miei 4-5 siti preferiti, leggo qualche libro ed esprimo un'opinione (vegetariana). Una tra le tante, comprese quelle del Dio con la barba bianca (Mago), del buon selvaggio (Madre terra) e del gene egoista (Fra). Mi pare che vengano tutte espresse con una certa convinzione. O no?
      Angelo

      Delete
    8. Il Dio con la barba bianca? Ma dai! Comunque un pò di humor fa sempre bene.

      Delete
  2. R "4. Resistere ai crolli è, di solito, una cattiva idea.
    Il collasso è il modo in cui l'universo usa per liberarsi del vecchio per fare spazio al nuovo. Resistere al collasso significa impegnarsi a mantenere vivo qualcosa di vecchio quando potrebbe essere un'idea migliore lasciarlo riposare in pace. E, se riesci per un po ', è probabile che tu possa creare un collasso ancora peggiore, è tipico. La scienza dei sistemi complessi ci dice che il motivo principale della ripidità del 'Collasso di Seneca ' è proprio il tentativo di evitarlo. " Lovelock, (che oltre ad essere lo scopritore di Gaia ha inventato la prima tecnica di dosimetri per il DDt ed ha fornito le basi scentifche al famoso Silent Spring della Carson) insiste sul fatto che bisogna sostituire al concetto di sviluppo sostenibile quello di ritiro sostenibile: in particolare egli vorrebbe assicurare una certa disponibilità di energia elettrica alle società prossime (società del collasso o del ritiro sostenibile?). In parallelo sottolinea l'esigenza pressante di proteggere con ogni mezzo pacifico o no le foreste residue e di abbandonare al bosco i campi agricoli ai suoi margini: insomma, da un punto di vista scientifico prima che filosofico e morale, Lovelock sembra dire che affamare senza via di uscita una metà degli oltre 7 miliardi di persone è una urgenza appunto per evotare il collasso dei sistemi ambientali e climatici che lui pensa potrebbero riprendersi in circa centomila anni senza queste politiche di riduzione delle aree agricole altrimenti recuperabili dal bosco. Sottolineamo ancora una volta che le aree naturalmente a pascolo, come buona parte degli USA occidentali o l'Argentina, non contribuiscono affatto all'effetto serra. Sono gli allevamente intensivi foraggiati coi pascoli in terreni naturalemnte boscosi a farlo.Tanto per prevenire i soliti vegani della domenica.

    ReplyDelete
    Replies
    1. "Sottolineamo ancora una volta che le aree naturalmente a pascolo, come buona parte degli USA occidentali o l'Argentina, non contribuiscono affatto all'effetto serra"
      https://www.saicosamangi.info/economia/storia-allevamenti.html

      "Nel 1900, i terreni adibiti a pascolo erano già sottoposti a una pressione insostenibile, tanto che fu necessario ridurre a un solo anno, anziché 5 o 6, il periodo trascorso a pascolo dai bovini. Il periodo successivo era quello di allevamento intensivo, durante il quale i bovini venivano allevati a mais, e infine macellati. Questa nuova prassi andò consolidandosi negli anni successivi, e alla fine il mercato dei cereali divenne così dipendente dall'allevamento bovino che, senza il mercato per l'alimentazione animale, i prezzi sarebbero crollati vertiginosamente.

      Lo stesso governo federale "ufficializzò" la preferenza per la carne grassa, definendo una categorizzazione delle carni in base alla loro percentuale di grasso. Quanto più erano grasse, tanto più venivano considerate pregiate. In questo modo, fu responsabile della continuazione e rafforzamento della prassi di nutrire i bovini a cereali".
      Scusa, ma chi dovrebbe decidere di affamare 3,5 miliardi di persone per motivi scientifici, filosofici e morali? Mignolo col Prof?
      Angelo

      Delete
    2. Caro anonimo ti contraddici visto che poi introduci il tema dell'allevamento intensivo con granaglie agricole. Ho citato Lovelock, se sai chi è...La sua analisi non si basa non sugli umori personali...Se cmq ti riesce ti trovare un'altra Gaia (meglio due) o di far sparire metà del biota umano con una bacchetta magica credo saresti il benvenuto ovunque...In alternativa rimangono le dure scelte morali (,le non scelte sono cmq scelte) calibrate non più sulla sommatoria dei diritti individuali ma nell'interesse della comunità del vivente. Se poi sei ancora arrabbiato prenditela con Lovelock e le sue scoperte scientifiche. (Non solo con lui, naturalmente)

      Delete
    3. É sempre il solito noiosissimo discorso. Se pensi che si possano alimentare anche solo 3 miliardi di persone a carne, non ci sono risorse sufficienti. Mentre è ormai ampiamente dimostrato da diversi studi di settore che con una dieta a base prevalentemente vegetale si riesce a sfamare tutta la popolazione attuale preservando contemporaneamente la biodiversità. Ripeto, checché ne dica il sacro prof Lovelock, che tra l'altro è un sostenitore del nucleare, alla fine non sarete tu e lui a dover stabilire chi deve sopravvivere o morire per la comunità del vivente.
      Angelo

      Delete
    4. R "Se pensi che si possano alimentare anche solo 3 miliardi di persone a carne, non ci sono risorse sufficienti".... Ho capito che ci sono dei problemi con questo idioma itagliano: non ho sostenuto quanto sopra, ho solo prevenuto la facile posizione dei vegetariani/vegani della domenica che credono che sostituendo l'allevamento con l'agricoltura si possano sfamare chiunque campi e chiunque sfugga domani mattina al controllo delle nascite. Ricordavo semplicemente che molti dei territori attualmente a pascolo non possono e non potranno mai essere destinati all'agricoltura: il problema è l'inverso, cioè la desertificazione dei pascoli, (vedi fascia subsahriana) per eccessiva pressione antropica (deforestazione della savana per fare fuochi), e la deforestazione in zone tropicali che lascia il posto a savane semi-aride dopo pochissimi anni di sfruttamento agricolo...Anonimo, dì la verità, ti piace vincere facile gnoseologicamente e moralmente?!

      Delete
    5. Mah, sarà che sono analfabeta ma mi sembrava che avessi scritto degli Stati Uniti e dell'Argentina. Non della fascia sub-sahariana.
      Allora, ci sono queste incaute donne africane che non si preoccupano dei danni che fanno ogni volta che vanno a raccogliere la legna per cucinare. Sembra quasi che lo facciano per dispetto. Come porre rimedio? Affamando 35 miliardi di persone. Mi sembra gnoseologicamente perfetto. Logico, non fa una piega.
      Angelo

      Delete
    6. Ah ma aspetta, mi era sfuggita la desertificazione in zone tropicali.
      https://www.saicosamangi.info/ambiente/disboscamento-desertificazione.html
      "Ogni anno scompaiono 17 milioni di ettari di foreste tropicali. L'allevamento intensivo non ne è la sola causa, ma ne è la principale: nella foresta Amazzonica l'88% dei terreni disboscati è stato adibito a pascolo e circa il 70 % delle zone disboscate del Costa Rica e del Panama sono state trasformate in pascoli. A partire dal 1960, in Brasile, Bolivia, Colombia, America Centrale sono stati bruciati o rasi al suolo decine di milioni di ettari di foresta, oltre un quarto dell'intera estensione delle foreste centroamericane, per far posto a pascoli per bovini".
      Ecco, affamiamo anche le zone tropicali. Adesso i conti tornano. Perfetto Mignolo.
      Angelo

      Delete
  3. on a deja dit :-) tous ici
    https://cassandralegacy.blogspot.com/2018/05/five-things-you-should-know-about.html

    ReplyDelete
  4. Se lo Stato Italiano o l'Europa,
    invece di chiedere una quantità sterminata di requisiti per poter avere un contributo,
    il quale sarà solo una detassazione o un contributo fornito dopo vari anni dall'inizio della domanda (troppo tardi);
    desse dei premi economici a chi fa delle scoperte di interesse pubblico,
    ci sarebbero molte più scoperte utili.

    Invece siamo il paese della "carta bollata" e dei furbacchioni.

    Sempre pronti a punire chiunque sbagli, ma mai a premiare chi fa progredire il Paese o la scienza!
    Pazienza!

    ReplyDelete
  5. https://www.zerohedge.com/news/2018-09-04/coming-collapse-us-shale-oil-production
    scioccante articolo sullo shale americano!!! E se lo scrive zerohedge, poi.

    ReplyDelete
  6. “Diversi miliardari della Silicon Valley hanno infatti acquistato enormi bunker sotterranei costruiti a Murchison, Texas, e spediti in Nuova Zelanda, dove ora sono sepolti in nidi sotterranei segreti.” (https://comedonchisciotte.org/i-miliardari-pianificano-la-fuga-dallapocalisse/)
    Certo che questi signori sanno cosa significa collasso ed in particolare hanno compreso i punti 3, 4 e 5; quindi si sono regolati di conseguenza.

    SM

    ReplyDelete
  7. Post lucidamente (spietatamente) onesto ma pure (opportunamente) privo di quelle tonalità apocalittico-catastrofiste che solitamente finiscono per portare acqua al mulino dei negazionisti climatici e dei crescitisti (demografici, economici, ecc.) a oltranza...

    ReplyDelete
  8. la vera (importante) ragione dietro al mobbing delle auto diesel nell'UE non è l'aria pulita.

    https://www.fuelseurope.eu/wp-content/u ... FILE-1.pdf


    È una carenza di diesel = capacità di produzione di olio combustibile!

    I principali flussi commerciali da e verso l'UE sono il risultato della
    domanda di squilibri benzina / diesel in Europa. Di conseguenza, è
    necessario esportare una significativa capacità di produzione di benzina in eccesso , mentre, per soddisfare la
    domanda regionale di gasolio e carburante, l'Europa è fortemente dipendente da altri
    paesi per l'importazione, in particolare la Russia, il Medio Oriente e gli USA
    ****** *********

    OLIO DI PEAK.
    sono d'accordo. Con delle scuse taglieranno gli FF, ma non possono dire la verità, perchè innescherebbe il collasso da caos. Vi immaginate il caos causato da mln di locuste a svuotare i supermercati ed ogni negozio di roba utile? Io, sì.

    ReplyDelete
    Replies
    1. il problema dell'aria pulita è la sovrappopolazione, perchè, oggi, tornato dalla Garfagnana coi polmoni pieni dell'aria pulita che hanno lassù, poche migliaia di abitanti in una zona collinare e montuosa vastissima, dove anche ci sono fabbriche, ho odorato il puzzo dell'aria della piana fiorentina pistoiese e mi sono meravigliato che non ci si ammali e muoia tutti in breve tempo a respirare questi miasmi.

      Delete
  9. LA GERMANIA VA A LIGNITE.

    https://www.maurizioblondet.it/la-germania-va-a-lignite-a-quando-la-procedura-dinfrazione/

    La grande Germania che ha investito capitali enormi nelle fonti rinnovabili, ha aumentato le emissioni di CO2.

    Questo conferma che le energie rinnovabili NON diminuiscono il consumo totale di combustibili fossili (più servizi, ma nessuna riduzione).

    Questo per quelli che ancora pensano che il sistema sia semplice e che basti produrre energia da fonti rinnovabili per risolvere il problema energetico mondiale e le emissioni di CO2.

    Il problema è complesso e interdipendente, queste soluzioni semplici faranno solo perdere tempo prezioso!

    ReplyDelete
  10. https://www.nelcuore.org/?p=10394
    con 2000 km percorsi dal cibo che poi magari buttiamo, come non possiamo evitare il collasso? Siamo troppo dipendenti dai FF per produzione, trasporto e distribuzione.

    ReplyDelete
  11. https://www.greenme.it/abitare/bioedilizia-e-bioarchitettura/29065-casa-in-3d-terra
    Casa stampata in 3d, costo 900 euro. Impatto zero.

    http://www.lowtechmagazine.com/
    Low tech website
    Quando si vanno a vedere le alternative si scopre che c'è già un nuovo mondo che sta emergendo al posto del vecchio. Qui ho messo solo due esempi, ma ce ne potrebbero stare molti altri. Tutte cose che richiedono pochissima energia e che se ne infischiano dell'intermittenza.
    Il collasso prima o poi avverrà inevitabilmente, resta da vedere cosa ci riserva il post-collasso. Effettivamente potrebbe essere un'occasione, a patto che non si riveli troppo conflittuale la transizione. Se soltanto le nostre élites dell'un per cento collaborassero, anziché andare a chiudersi nei loro sicurissimi bunker dove faranno la fine dei topi...(adesso c'è anche la fiction di Albanese)
    Angelo

    ReplyDelete
    Replies
    1. Si devono avere un minimo di competenze per poter analizzare ciò che viene proposto.

      "Casa stampata in 3d, costo 900 euro."

      Quella NON è una casa!
      Sono solo 4 muri con finestra e porta.
      Una casa è ben altro!

      Gli operai impiegano tempo a costruire la struttura che versa l'impasto per fare i muri. Muri che risultano essere molto grezzi!
      Dove sono le tubazioni per i fili della corrente elettrica?
      Dove sono le tubazioni per l'acqua?
      Ecc.

      Credete troppo alla pubblicità!!!
      Cercate di maturare un certo senso critico e di non prendere per oro colato tutte le cose che pubblicizzano, soltanto perché dicono che sono "naturali" o "biodegradabili". Mi sembrano parole adatte per spot pubblicitari!

      Il collasso NON E' INEVITABILE.

      Basta credere meno alle pubblicità e fare Ricerca nel modo corretto, le soluzioni si trovano.

      E per sfatare il mito che l'uomo ha fatto solo disastri in natura, che ci sta portando verso la sesta estinzione.

      Voglio farvi solo un paio di esempi:
      1) Soltanto 2000 anni fa, di varietà commestibili di agrumi ce n'erano solo un paio. La maggior parte dei frutti NON era commestibile.
      Adesso ci sono più di 100 varietà commestibili di agrumi!

      2) Ai tempi di Cristoforo Colombo, gli indigeni dell'america avevano ben poche piante commestibili; il colonialismo ha permesso d'inserire in tale continenti: il grano! gli agrumi! ecc.

      Questo solo per sfatare i soliti luoghi comuni.

      Delete
    2. "è poi stata rifinita internamente con una rasatura in argilla-lolla (RH400), levigata e oliata con oli di lino".
      A me mi piacie. ("a me piace". Non si sa mai, coi linguisti che ci sono in giro). Poi ci aggiungi un minimo di impiantistica e sei a posto. Non credo proprio che arriverà a costare come una casa tradizionale.
      Considera che la terra cruda e gli altri materiali usati non hanno bisogno di passare attraverso una fornace.
      Non ho capito, dici a me che l'uomo non fa solo disastri? Ma io sono d'accordissimo (decisamente d'accordo). E' solo che in questo periodo ci troviamo nu poco (un poco) inguaiati.
      Angelo

      Delete
    3. "Considera che la terra cruda e gli altri materiali usati non hanno bisogno di passare attraverso una fornace."

      E considera che con tali materiali ci costruisci solo edifici a piano terra.
      Prendi certe metropoli cinesi da 10 milioni di abitanti e più, con palazzi che hanno in media 30 piani, e li sostituisci con questi edifici a piano terra.
      Come minimo la superficie della città aumenta di 30 volte, così invece di occupare una superficie come il Molise, occuperà una superficie come l'Italia intera...
      Sempre perché noi rispettiamo l'ambiente e siamo contro il consumo di territorio! :-)
      ----

      "E' solo che in questo periodo ci troviamo nu poco (un poco) inguaiati."

      Portare immigrati in Europa e quintuplicare i loro consumi, rispetto a quelli precedenti; farà magari la gioia di qualche commerciante/industriale, ma aumenta di molto i consumi energetici.

      Il problema è che in Europa comandano Economisti e Banchieri, tutta gente che ne capirà di soldi, ma non capisce un tubo di risorse ed energia!

      La Cina non è messa meglio, visto che sta premendo ancora di più sull'acceleratore dello sviluppo e dei consumi!

      E quando il flusso delle risorse non sarà sufficiente per tutti, i Paesi potenti faranno la voce grossa con quelli deboli, riducendoli alla fame.

      Quando poi non basteranno più neanche per i soli Paesi potenti, le armi saranno la risposta sbagliata a un problema reale!

      Delete
    4. Alessandro, pronto, ci sei ancora? Secondo me no.
      Interessante la questione del consumo di suolo. In Italia dovrebbero essere 2.11 milioni di ettari attualmente consumati.
      Sostituendo le vecchie abitazioni nell'arco di 50 anni, e considerando che una casa di nuovo tipo potrebbe ospitare fino a 4 persone (troppo strette per gli standard attuali, ma considera che in molti paesi del mondo si vive effettivamente in così poco spazio) allora il consumo di suolo complessivo per le nuove costruzioni sarebbe circa 120.000 ettari. (60.000.000 di abitanti diviso nuclei famigliari di 4 persone tot 20.000.000 di case. Moltiplicato per una superficie di circa 60m quadri per ogni casa tot 120.000 ettari)
      Il problema piuttosto è che per ogni 100m quadri di costruzione serve un ettaro coltivato a riso per il materiale. Ma si tratta, come abbiamo detto di un periodo di 50 anni, perciò se è vero che nel nostro paese abbiamo 230.000 ettari superficie a riso, dovrebbero bastare per fornire tutto il materiale sostenibile più il riso, di cui abbiamo bisogno.
      Chiaro che questo ragionamento non tiene conto di molti fattori importanti, ipotizzando la quasi sparizione delle città e una popolazione prevalentemente disseminata nelle campagne. A questo punto il vero quesito (a cui io non saprei rispondere) è: tra 50 anni le megalopoli ci saranno ancora? Mi fermo qui perché per andare oltre servirebbe la macchina del tempo. Chiedo comprensione per i calcoli "a manazza" come si dice dalle mie parti.
      Angelo

      Delete
    5. Angelo, se gli ingegneri facessero i conti come li fai tu, si sarebbero fermati all'invenzione della RUOTA!

      A parte che 60 Milioni diviso 4 fa 15 milioni (solo per precisare).

      Pensi che in queste fantomatiche case ci si arriva tramite il teletrasporto? Non servono strade?
      E i servizi dove li metti? (Ospedali, caserme, uffici statali, scuole);
      Qualche campo sportivo gli e lo vogliamo mettere?
      E i centri commerciali? (oppure hai voglia, per comprare 10 cose, di fare 10 km di strada per ogni cosa che ti serve?)
      Più grande è la superficie e più sono i km da percorrere per andare da un posto all'altro.

      E con gli ospedali come facciamo?
      Ne facciamo tanti piccoli sparpagliati ovunque?

      E pensi che tutte le famiglie hanno le stesse esigenze?

      Costruire su più livelli è ormai una necessità per tutte le città!

      Questo tipo di costruzione può andare bene per un villaggio turistico o per costruzioni costruite sulla Luna (ci stanno investendo seriamente).

      Queste fantasie lasciamoli ai sognatori.

      Delete
    6. Si, ho fatto i calcoli "a manazza" non ho la pretesa di fare l'ingenere. Addirittura ti dirò che attualmente non mi ricordo neppure più come si fanno le divisioni. Ma non credo cambi molto, era solo per avere un'idea della superficie che occuperebbero queste costruzioni (non così tanta). Per il resto sognatori o no in futuro potrebbero esserci dei cambiamenti anche drastici. E la paglia con la terra cruda non devono percorrere tanta strada per essere disponibili ovunque, con o senza stampante. Ma le case di paglia sulla luna? Questa mi giunge nuova. Sarai mica anche tu un sognatore?

      Delete
    7. Ultimo commento per Anonimo: Angelo

      Visto che non comprendi quello che ti scrivono è inutile continuare la discussione.
      Sulla luna NON useranno: terra e paglia, ma la stampante 3D grande abbastanza per fare delle costruzioni circolari.

      Sinceramente, una costruzione di terra è paglia penso che abbia ben poca resistenza e si usura facilmente.
      La mia zona è ALTAMENTE sismica e non penso che durerebbero molto.

      Questo, e finisco, solo per far capire che le soluzioni SEMPLICI (es: facciamo questo e risolviamo i problemi), NON esistono!

      Per fortuna, come costruire le case, specialmente nelle zone antisismiche, lo decidono gli Ingegneri seri.

      Delete
    8. Nelle zone SISMICHE!. E così siamo a pari col 20.000. Ma io volevo vedere se stavi attento. Eh,eh.
      A parte gli scherzi, la casa dove abito io l'ha costruita mio nonno, muratore quasi analfabeta. Ha resitito al terremoto che c'è stato qui nel ferrarese nel 2012 magnitudo 6.1. senza fare neppure una "crepina" (piccola fessura nell'intonaco). Il tecnico della protezione civile dopo un sopralluogo ha dichiarato: "Il terremoto è andato bene"
      Angelo

      Delete
    9. Per evitare il collasso, serve tanta energia.
      L'uomo deve fare un altro passo in avanti nelle scoperte scientifiche.
      E' possibile farlo.
      Di energia ce n'è un'infinità, il problema è trovare il modo come estrarla.

      Al contrario di quello che pensa la maggior parte della gente,
      le punte più avanzate della scienza,
      non si potrebbero chiamare "Scienza" in quanto sono solo ipotesi non verificate.
      E anche quando alcune di esse sono verificate, è solo una coincidenza, in quanto hanno altre interpretazioni più valide.

      Einstein, nella relatività ristretta, sostenne che la velocità della luce è uguale per ogni osservatore, indipendentemente dal suo moto.
      La Teoria Generale di Einstein è stata verificata tante volte vedendo la curvatura della luce quando passa vicino a una grande stella o a un buco nero.
      Si è parlato di curvatura dello spazio, in quanto le onde viaggerebbero nel vuoto.
      Si è trovato che il tempo, dei satelliti in orbita, non scorre alla stessa velocità che sulla Terra, e quindi il tempo non è assoluto.
      Unendo la curvatura dello spazio e la flessibilità del tempo, si è fatta una teoria sullo spazio-tempo (l’ho fatta breve, la realtà è stata più complessa).

      Bene, queste ipotesi sono false!
      Ho scoperto che lo spazio NON si piega.
      Il tempo è qualcosa di diverso da quello che pensiamo.
      L’interpretazione di Einstein degli eventi è sbagliata. Gli stessi fenomeni citati precedentemente, hanno un’interpretazione diversa. Coerente.

      Ogni legge che diverge a più o meno infinito è sempre sbagliata! (o meglio approssimata). Difatti, nel centro di un buco nero, non c’è nessuna Singolarità, e l’orizzonte degli eventi è ben altra cosa di quello che si pensa.
      E al contrario di quello che diceva Stephen Hawking, NON esistono buchi neri microscopici che evaporano immediatamente ecc.

      La Fisica moderna deve essere corretta e in alcuni punti riscritta. Se non lo faremo, non troveremo l’energia per poter andare ancora avanti e magari sognare in futuro di poter andare in altri sistemi solari.
      (che come ho già detto altre volte, con la mia “Teoria Magnetica”) si sono formati in modo diverso da quello che si crede.

      Per fortuna la mia situazione economica sta migliorando velocemente, questo mi permetterà di continuare le Ricerche e completarle.
      Ne ho parecchie in corso. Alcune ultimate, altre in fase di sviluppo.
      “Io spero di farcela” 😊

      Delete
    10. Alessandro, ricordati di invitarci tutti alla premiazione per il tuo Nobel a Stoccolma! :-)

      Delete
    11. Anch'io ho una teoria da premio Nobel sull'Universo. Secondo me l'ha creato un matto.
      Angelo

      Delete
    12. Faccio un altro passo avanti.
      Pubblicherò nel mio sito:
      http://www.scienzaericerca.cloud/

      la spiegazione del perché la relatività di Einstein è sbagliata,
      ma non vi dirò con che cosa deve essere sostituita, anche se, sarebbe più chiaro e intuitivo, se vi spiegassi con quale altra teoria si dovrebbe sostituire.

      Questo lo faccio solo per evitare di sembrare come uno di quelli che sparano cavolate su teorie fantomatiche...

      Quando poi avrò abbastanza disponibilità economica, cercherò di sviluppare le equazioni della nuova teoria (la nuova teoria c'è già, manca la sua formulazione matematica).

      Oggi che ho qualche ora a disposizione, la inizio a preparare.
      Appena sarà pronta vi passerò il link.

      Chiaramente ci sarà sempre il solito che avrà da obbiettare su qualche termine usato impropriamente, ma spero che ci sia qualcuno che entri nel merito della discussione.

      In futuro, dirò dove sono sbagliate le altre teorie...
      una cosa alla volta.

      Delete
    13. Dove lavoro, stiamo ultimando una sala conferenze.
      Circa 70 posti a sedere.

      Il mio datore di lavoro crede in quello che faccio e ha deciso di appoggiarmi dandomi disponibilità di risorse, distribuendo il tempo tra Ricerca e Sviluppo.

      Chiaramente, dando la priorità all'uno o all'altro in base al periodo.

      Prossimamente incomincerò alcune conferenze di formazione per il personale. Successivamente verranno quelle basate sulle mie Ricerche.

      Dopo tali conferenze, quello che si considererà opportuno, verrà pubblicato in uno dei miei siti o in un altro sito nuovo registrato per l'occasione.

      Mi dispiace, ma dovrete attendere un bel po'.
      Saluti

      (Se sei una persona capace, può passare tempo, ma poi le persone ti appoggiano perché ritengono che sia cosa buona e giusta, e magari per guadagnarci pure qualche soldino... )

      Delete
    14. Gentile Dott. Pulvirenti,

      Ero impaziente di leggere delle sue mirabolanti scoperte e sono andato sul sito da lei indicatoci:

      http://www.scienzaericerca.cloud/

      ma il sito, ahimè, risulta non attivo. Forse è perché ha in programma di aprirne un altro, in previsione di quello che per lei si annuncia come un vero e proprio "annus mirabilis"? In tal caso la prego di avvertirci tempestivamente quando le pubblicherà. Non vedo l'ora di avere il privilegio di essere fra i primi a venire a conoscenza di scoperte tali da rivoluzionare la Fisica moderna!

      Cordialmente
      Alessandro B.

      Delete
    15. Dai, Alessandro, dai un po' di tempo a Pulvirenti. Nel frattempo, sono andato a pesca e ho pescato un tonno di 45 chili nel rigagnolo vicino a casa mia!

      Delete
    16. A parte lo "sfotò" che fate e che mi fa capire, che faccio bene a non dare quasi niente gratis;
      il sito è andato offline perché il rinnovo automatico di Aruba, con ricarica automatica del credito, non ha funzionato a dovere.

      Ho provveduto a rinnovare il tutto manualmente e quindi, entro 24 h dovrebbe tornare tutto online.

      Capisco che diffidiate di me,
      ma non capisco la vostra cieca fiducia sulle teorie attuali,
      visto che non spiegano molti eventi e come detto da qualche scienziato, con dispiacere:
      "meglio una teoria sbagliata che nessuna teoria!"

      Potrei fare un lungo elenco delle cose che la scienza non sà e/o che vanno in conflitto con le teorie attuali, ma perderei solo il mio tempo.

      E ripeto a dire per l'ultima volta:
      "Una persona intelligente commenta nel merito, e non ha dei pregiudizi a priori".

      Delete
    17. Sono tornato al rigagnolo. Stavolta ho pescato una balenottera da mezza tonnellata che ho rivenduto a un eschimese che passava di qua navigando sul kayak.

      Delete
    18. Oggi è un grande giorno! (21/10/2018)
      Le mie ricerche hanno dato risultati positivi oltre ad ogni mia più rosea aspettativa.
      ---

      Per quanto riguarda le Teorie di Einstein,
      ci tengo a precisare che sono sbagliate lì dove ammettono la curvatura dello spazio ad opera di grandi masse.

      Lo spazio è ed resta Galileano.
      Ciò che fa curvare i raggi luminosi che passano vicino a una stella, oppure che curva l'orbita dei pianeti non è la curvatura dello spazio.

      Se fosse lo spazio a curvarsi: la traiettoria dei raggi luminosi sarebbe diversa, e non sarebbe possibile avere delle traiettorie circolari (orbite), se non in una curvatura completa dello spazio come quella che c'è all'interno della superficie di una palla.

      Ciò sarebbe assurdo, visto che in uno spazio curvo a 360 gradi, nella realtà, ci sono oggetti che attraversano tranquillamente tale spazio in linea retta.

      E poi quale sarebbe la consistenza di questo spazio visto che sarebbe curvato dai buchi neri fino ad arrivare ai minuscoli asteroidi di qualche km.

      L'attrazione gravitazionale non è dovuta alla curvatura dello spazio,
      ma a ben altro.

      Guardando l'Universo con la mia nuova Teoria, i concetti di:
      Tempo, forza, energia e accelerazione sembrano banali;
      così come, tutto ciò che ne consegue.
      ----

      Voi potete continuare a sognare cunicoli spazio-temporali, viaggi nel tempo ecc.

      Io preferisco la realtà!

      L'Universo ha un funzionamento molto più semplice di quello che si possa credere!
      Si basa su pochi concetti elementari che danno origine alla maestosa complessità dell'Universo!

      Delete
    19. Certamente la luce viene curvata dalle balenottere spaziali invisibili che pullulano nel continuum spazio-temporale. E' la nuova teoria sulla quale sto lavorando.

      Delete
    20. Gentile Dott. Pulvirenti,

      Mi consenta di rispondere ad alcune cose che lei ha scritto nel suo commento del 19/10.

      “capisco che diffidiate di me”. Io non diffido di nessuno. Dico semplicemente che se uno dice di poter rivoluzionare la Fisica moderna è lui a doverlo dimostrare nei modi che la Scienza adotta di solito.

      “non capisco la vostra cieca fiducia nelle teorie attuali”. Questa frase dimostra che lei non ha ben chiaro cosa sia una teoria scientifica. Ogni teoria scientifica non è un dogma al quale credere ciecamente. Quando viene adottata, superando le verifiche del caso, lo si fa ben sapendo che, pur essendo la migliore in quel momento, potrebbe essere superata da un’altra teoria migliore. E infatti è successo innumerevoli volte. Non c'è nulla in cui "credere".

      Lei ci ripete “per l’ultima volta” (speriamo…) che “una persona intelligente commenta nel merito e non ha pregiudizi a priori”. Come le ho spiegato io non ho alcun pregiudizio. Per quanto riguarda il commentare nel merito, lei non deve fare altro che mandare i risultati dei suoi studi a riviste scientifiche (Annalen der Physik, Journal of Physics, Physical Review, ecc.) dove verranno sottoposti a peer review da parte di persone competenti nella materia.

      E non si preoccupi dell’aspetto economico! Se le sue teorie verranno accolte favorevolmente, le più prestigiose Università si contenderanno l’onore di offrirle una cattedra di Professore Ordinario di Fisica!

      Cordialmente
      Alessandro B.

      Delete
    21. Gentile Dott. Pulvirenti,

      Stavo cercando di mitigare la mia ignoranza attingendo valide nozioni dal suo sito, quando mi sono imbattuto in questa pagina:

      http://www.scienzaericerca.cloud/stati/stati_Tradizionali

      nella quale si legge che la materia allo stato gassoso: "non ha volume". Ma allora nell' equazione di stato dei gas perfetti (pV=nRT) la V che cosa indica? Lettera V che peraltro è presente anche nella legge di van der Waals. Vorrei chiederle la cortesia, rubando un po' di tempo alle sue epocali ricerche, di voler ammaestrare un povero incolto come me su questa inaspettata proprietà dei gas.

      Grazie
      Alessandro B.

      Delete
    22. per Alessandro B.:

      Bisogna leggere la frase intera e non ritagliare le singole parole.
      La frase intera è la seguente:

      "Non ha né volume né forma propria, ma si espande fino a occupare tutto lo spazio disponibile."

      C'è bisogno di spiegarla?

      La scrivo in modo ancora più semplice:
      "Non ha né volume proprio (cioè il volume cambia in base alla pressione), né forma propria (prende la forma del recipiente che lo contiene)".

      Pensavo che tale frase fosse molto semplice... ma c'è chi cerca il pelo nell'uovo... senza che il pelo ci sia!
      Mah!

      -----------
      Per quanto riguarda la curvatura dello spazio,
      vi dimostro in modo banale, di come tale affermazione sia sbagliata.

      1) Prendiamo due oggetti inerti (es: due sfere di metallo di 1 m di raggio).
      Portiamo tali sfere, una alla velocità costante di 1 km/s e l’altra alla velocità di 100 km/s.
      Per il Principio di inerzia:

      “un corpo permane nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme a meno che non intervenga una forza esterna a modificare tale stato.”

      Nello spazio vuoto, lontano da qualsiasi stella, esse percorreranno due
      linee rete e manterranno tale traiettoria rettilinea per sempre (finché su di loro non agiranno altre forze)
      --------

      2) riprendiamo i due oggetti precedenti e facciamoli passare entrambi, vicino a una grande massa come la Terra. Faremo passare entrambi gli oggetti alla stessa distanza dalla Terra, la quale curva lo spazio.

      La Terra (secondo la teoria di Einstein) dovrebbe curvare la traiettoria dei due oggetti per il fatto che essa curva lo spazio attorno ad essa.

      Soltanto che: l’oggetto che viaggia a 1 km/s avrà curvato la sua traiettoria notevolmente, fino a cadere sulla Terra, mentre l’oggetto più veloce (a 100 km/s) avrà curvato un po’ la sua traiettoria, ma sarà sfuggito e andato via.

      Questo è assurdo!

      Due oggetti che viaggiano a velocità costante, mantengono la loro traiettoria rettilinea, indipendentemente dalla velocità a cui viaggiano.

      Questo vuol dire che, se veramente la Terra o qualsiasi grande massa, curvasse lo spazio attorno ad essa; due oggetti che si avvicinassero ad essa, nella stessa direzione e verso, “INDIPENDENTEMENTE” dalla loro velocità, essi dovrebbero avere la stessa traiettoria, che è quella della curvatura dello spazio.

      Ciò NON ACCADE e quindi NON e’ vero che lo spazio attorno a una grande massa si curvi!

      Di dimostrazioni ne potrei fare tante altre, il risultato NON cambierebbe.

      La Teoria di Einstein E’ SBAGLIATA.

      I pianeti orbitano attorno alla loro stella per altri motivi.
      Il tempo scorre diversamente, per oggetti con velocità molto diverse, per ben altri motivi!

      Nei satelliti delle telecomunicazioni, il tempo scorre più lentamente rispetto alla Terra, per ben altri motivi che non sono quelli previsti dalla relatività di Einstein.
      ---------
      Chiunque abbia un po’ di conoscenze di Fisica e un po’ di senso critico, capirebbe che ho ragione.

      Delete
    23. Non date da mangiare ai troll.

      Delete
    24. Ho scritto rapidamente i motivi principali del perché la Relatività di Einstein è errata.

      http://www.scienzaericerca.cloud/ricerca/eistein_teoria_errata

      Conto di ritornarci quanto prima per fare una spiegazione più rigorosa.

      La Nuova Teoria che la sostituirà è in fase di completamento per una sua formulazione matematica.
      ---

      Si accettano critiche di sostanza e non di forma.

      Delete
    25. Altra pubblicazione, questa volta si parla di Meccanica Quantistica.

      L'inganno della Meccanica Quantistica
      http://www.scienzaericerca.cloud/ricerca/mq_doppia_fenditura


      Chiaramente, questi sono piccoli estratti delle mie ricerche.
      In futuro parlerò anche di altri argomenti correlati.

      Delete
    26. non date da mangiare ai troll, ma anche lei professor Bardi, non mi sembra corretto prendere in giro la gente in questo modo.

      Delete
    27. Emmammamia, non si può nemmeno scherzare un po'?

      Delete
    28. certi scherzi mi sembrano come quelli che prendono in giro gli obesi o i disabili. Comunque è solo il mio parere. Faccia pure come vuole, ci mancherebbe! Il blog è suo.

      Delete
    29. Anonimo, permettimi ma sei fuori di testa. Pulvirenti non è ne' obeso ne' disabile. Dice quello che dice perché lo vuol dire ed è giusto che ne sopporti le conseguenze. Come facciamo tutti.

      Delete
    30. Questo blog è diventato il "Bar dello Sport".

      Si tifa per una parte o per l'altra senza intervenire nel merito.

      I prossimi articoli (I buchi neri, ...) li posterò su blog/siti scientifici.

      Per quanto riguarda il ridicolizzare la gente,
      a me basta e avanza il fatto che nessuno sia stato in grado di criticarmi nel merito delle questioni.

      Questo dovrebbe far riflettere!!

      Delete
    31. Come l'energia elettromagnetica (luce) può uscire dai "Buchi Neri".

      http://www.scienzaericerca.cloud/ricerca/buchi_neri

      Per concludere questa prima serie sulle mie ricerche.

      Delete