Troia non Cadde per Colpa degli Immigranti


lunedì 21 agosto 2017

Clima: Il problema con i grafici



Il tweet di cui sopra arriva da Claudio Cerasa, direttore de "Il Foglio". Di lui, leggiamo:

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio da dieci anni e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

E, aggiungiamo, non sa interpretare un grafico cartesiano. Il problema è che non è il solo. 

28 commenti:

  1. ma sarà solo ignoranza? O è un servo dei padroni e quindi di satana, che significa accusatore, menzognero, bugiardo? Questo lo può dire solo il Padre Eterno, ma se dai frutti si riconosce l'albero, siamo proprio messi bene. Quando ho letto il Vangelo della liturgia del giorno di oggi sono rimasto impressionato dal fatto che Gesù raccomandi al giovane ricco solo azioni umane per entrare nel Suo Regno! O siamo di fronte ad un falso o Gesù ha dimenticato il 1° comandamento, il che non è possibile. Quindi che questo Cerasa non conosca i grafici mi pare molto normale. Basta sentire il livello dei discorsi che fa la gente in giro e vederne le facce stralunate e confuse per crederci. Certe volte vorrei essere anch'io così per non soffrirci, ma la mia ragione e la mia intelligenza me lo impediscono. D'altra parte se fossi pieno di superbia, ne gioirei, ma non mi sembra proprio il caso.

    RispondiElimina
  2. se ne deduce che per fare il direttore de "Il Foglio" è sufficiente la semplice licenza elementare.

    RispondiElimina
  3. E' molto più rassicurante credere che non abbiamo modificato il clima terrestre.Anche di fronte a evidenze sempre più forti.
    Anzi,sopratutto al sopraggiungere di queste.
    Non occorre essere psicologi e psichiatri di lungo corso per capirlo.
    E nemmeno anziani preti di campagna.
    Per questa ragione, anche, sarà difficile evitare moltissime sofferenze che comunque implicherà l'adattamento al nuovo clima.
    Stiamo firmando prossime condanne a morte, previa tortura, ogni giorno che perdiamo a discutere inutilmente sul cambiamento climatico.
    Ma che cosa possono fare gli scienziati, o ricercatori se così si preferisce definirli?
    Si possono fare esperimenti definitivi sul clima terrestre?
    No, perchè il clima è troppo complesso e vasto per approntarli.
    E la vita umana comunque troppo breve e caotica per portarli a compimento.
    E se fosse anche possibile, moltissimi anzi quasi tutti noi, non saremmo in grado di comprenderli e giudicarli.
    E' come per l'ultimo teorema di Fermat, facile da enunciare,* difficilissimo da dimostrare,cosa che è avvenutalo scorso ventennio, ma chi è in grado di capirne le duecento pagine di alta matematica?.
    Al massimo si può provare a cercare la soluzione dell'equazione da cui il teorema deriva, e vedere come non si riesce mai a trovarla.
    Oppure fidarsi di Andrew Wiles e di chi ha controllato la sua prova definitiva.
    Ma si possono invece trovare stingenti indizi che presto,ormai, diventeranno prove solidissime del cambiamento climatico.
    Se alla fine non si vuole credere alle prove, non c'è scienza o ricerca che tenga.
    Allora tanto vale credere nel miracolo di una prossima tempera del clima, non oso chiamarla glaciazione, e addormentarsi con la prossima fiction catastrofista, che tanto rassicura, distrae e contribuisce alla indispensabile tenuta del PIL planetario.

    *Con tre numeri interi x,y,z
    è possibile risolvere l'equazione x^2+ y^2 = z^2 solo se l'esponente non è superiore a 2.Ci sono voluti trecento anni d'ingegni finissimi per arrivare alla dimostrazione definitiva.
    Per coincidenza, tanti anni quanti abbiamo messo per cambiare il clima terrestre,e forse, per millenni a venire.

    Marco Sclarandis

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uno psichiatra direbbe che più si ha paura della morte, più ci si attacca alla vita o all'illusione che questa non sia in pericolo. E' il principio della conservazione, della difesa di sè a ogni costo, gli istinti. Non capire è non accettare questa realtà, ma come dicono loro, gli psichiatri, uno ci deve arrivare da solo, perchè detta da altri non sarebbe creduta ed accettata. Se uno non ci arriva? Basta guardarsi intorno per vedere il risultato. Cerasa è uno di questi.

      Elimina
    2. Immagino che l'equazione fosse: x,y,z e n interi - x^n+y^n=z^n. Giusto?
      Giovanni

      Elimina
  4. Non sarà capace d leggere un grafico, MS anche lei non sa leggere un tweet! Si chiama Claudio Cerasa e non Carlo. Comunque è un ignorantone come tutti quelli della banda Berlusconi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la correzione. Magari un tantino più di cortesia non guasterebbe, però.

      Elimina
    2. chi non sa cos'è la cortesia, non sa cosa sono le virtù, chi non sa cosa sono le virtù, non sa da dove vengono e non sa dove andrà. Altro che ignorare il nome di Cerasa!

      Elimina
    3. poi mi sono sempre chiesto perchè tanti si fanno prendere dall'odio nella politica o nello sport o negli affetti o negli affari. Penso che in ognuno ci sia una vena satanica di male e se uno non se ne accorge è proprio un povero derelitto.

      Elimina
  5. Infatti è proprio perchè le temperature stanno diminuendo che succedono questi eventi in zone del Veneto dove a memoria d'uomo mai si erano verificati con questa forza:
    http://video.gelocal.it/mattinopadova/locale/rosolina-pineta-sud-muri-di-pioggia-e-vento-nel-campeggio/79555/79992
    http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2017/08/21/news/chicchi-come-mandarini-sembrava-un-inferno-1.15756519

    RispondiElimina
  6. I social ci hanno regalato i tuttologi saccenti. Per fortuna però i social ci hanno anche regalato la possibilità di sputtanarli pubblicamente.(attenzione al nome del soggetto sostituire Claudio con Carlo)
    Perito Industriale

    RispondiElimina
  7. Ferruccio21 agosto 2017 21:34
    "Infatti è proprio perchè le temperature stanno diminuendo che succedono questi eventi"

    No signor Ferruccio,
    non è perchè le temperature stanno diminuendo che succedono questi eventi; è perché gli eventi estremi saranno sempre più probabili, e sempre più frequenti, e vieppiù estremi e sempre meno predicibili, a causa dell' aumento della temperatura media.

    Saluti.


    R

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un commento ironico!

      Elimina
    2. Grazie per la precisazione, mi sento già molto meglio.

      R

      Elimina
    3. Confermo:)

      Elimina
    4. Giusto perchè fa più fresco...
      http://www.meteoweb.eu/foto/previsioni-meteo-arrivo-nuova-forte-ondata-caldo-africano-litalia-si-prepara-bruciare-lestate-record-continua/id/952790/#1

      Elimina
  8. Che cavolo sono le ostriche ghiacciate? Ma dai.
    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma anche i Green Day, gli Strokes, i Killers....
      I tortini al cioccolato? Ma quali, le merendine?
      No, no, non ci siamo.
      Questo si è formato guardando i cartoni animati. (come il sottoscritto, del resto)
      https://www.youtube.com/watch?v=WTLKCSyVwDg
      (mi sa che lo vedremo tornare:
      http://www.beppegrillo.it/2017/08/fuori_renzi_dentro_berlusconi_cosi_la_merkel_condanna_gli_italiani.html)
      Angelo

      Elimina
  9. Per favore, evitiamo commeti ironici:
    Con i "diversamente intelligenti" che ci sono in giro rischiamo di prendere sul serio qualsiasi battuta ironica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ci togliamo anche l'ironia, che cosa ci resta?
      L'umanità si sta infilando in un "cul de sac" da cui per ora non si intravvedono possibilità di ritorno. Nessuno tra coloro che detengono il potere politico-economico-finanziario sta realmente proponendo/attuando soluzioni su cambiamenti climatici, sovrapopolazione, eccessivo sfruttamento delle risorse finite, degrado degli ecosistemi, deterioramento dei suoli ecc. ecc. ecc., mentre la massa del popolo neanche lontanamente ci pensa o ne ha coscienza (basta parlare con qualunque persona, anche di buon livello culturale, che ci capita a tiro - a me recentemente è capitato con una cugina, medico pediatra, che lamentandosi per l'eccessivo caldo dei primi di agosto, ne attribuiva la causa al buco dell'ozono) e i mass-media si guardano bene dal fare una corretta informazione che genererebbe una pubblica opinione che andrebbe a disturbare il manovratore.
      Se manco la tecnologia ci salverà (http://richardheinberg.com/museletter-303-climate-change-isnt-our-biggest-environmental-problem-and-why-technology-wont-save-us), che cosa ci resta? Almeno ci si rida un po' sopra chissà che nel frattempo sto "buco der azoto", per dirla alla Totti, si richiuda!
      PS: forse la tecnologia ci salverà, le elites la soluzione la stanno trovando: http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/hitech/2017/08/21/informatici-a-onu-no-a-robot-killer_d5737776-b614-41b5-845c-b7ba8e2dc866.html

      Elimina
  10. Hai ragione! I commenti ironici li capiscono solo i "diversamente stupidi".

    RispondiElimina
  11. http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2017/08/17/clima-nasa-luglio-2017-e-stato-il-piu-caldo-dal-1880_14779e01-fa46-482c-920
    pare che anche quest'agosto si stia avviando sulla stessa strada!!! Lo sapremo tra un mese. Se così fosse non sarebbe più un caso, ma una dimostrazione che il GW sta accelerando. Lo schianto potrebbe essere più improvviso di quello che pensa Cerasa e tutti noi.

    RispondiElimina
  12. Lo schianto potrebbe essere più improvviso di quello che pensa Cerasa e tutti noi

    "Tutti noi", chi? La pensiamo tutti uguale, qua dentro? Non credo proprio! Secondo me se preghiamo intensamente Gesà e la Madonna la sfanghiamo anche stavolta.

    R

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un concetto che mi piacerebbe potesse essere ripreso dal prof. è che lo "schianto" dovrebbe realizzarsi non come un unico grande scalino da un lato, ma come una serie di scalini, magari molto ravvicinati ed alti; dall'altro lato sappiamo che la resilienza della società si base tanto su una resistenza locale che su una scelta centrale di compartimentalizzazione: ergo non solo chiusura fisica più che legislativa) alle ondate di migranti climatici, ma soprattutto una forte riduzione dei legami economici fra comunità locali e stato centrale. Quando la nave imbarca acqua l'unica speranza è chiudere le porte stagne del settore allagato.

      Elimina
    2. Continua dal commento di prima: potremmo vedere i primi scenari adesso con al situazione romana...Possono o non possono peremttersi, sia finanziariamente che politicamente di rifinanziare il colabrodo romano coi soliti soldi pubblici drenati dal centro-nord da un lato; dall'altro inizieranno le opere di sicurezza idrica tagliando il monte stipendi della casta dei comunali e paracomunali?...Intanto si vociferava di tagliare la componente accessoria di tutti i 12000 dipendenti dell'ATAC, cosa che certamente non basta nemmeno nel brevissimo termine ma intanto si comincia a discuterne..Hanno altri 4-5 giorni di tempo...Ahhh!

      Elimina
    3. Gesù, non Gesà. Poi mi riferivo al discorso escatologico di Gesù, che invita ad essere prudenti, che la prudenza non fa mai male. Comunque se uno prega rispettando le raccomandazioni evangeliche la sfanga davvero, perchè va in Paradiso e lo mette in quel posto al diavolo.

      Elimina
  13. ma dai...Cerasa, non ho ne stupido ne disinformato... è molto più prosaicamente cointeressato al progetto che meglio di altri gli ha promesso salva la vita terrena per se e per la sua progenie, una'offerta che comunque non poteva rifiutare.
    Gio

    RispondiElimina