Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


venerdì 4 ottobre 2013

Rajendra Pachauri: cinque minuti a mezzanotte

L'aumento del livello del mare irreversibile e l'estinzione di massa delle specie sono appena dietro l'angolo, a meno che non si intraprenda un'azione immediata, ci avverte l'ONU. 

Da “Common Dreams”. Traduzione di MR.

Di Jacob Chamberlain


Il responsabile del clima all'ONU Rajendra Pachauri alla conferenza del 2012 COP18 (Schermata da Responding to Climate Change)

Il mondo sta esaurendo il tempo – e in fretta – per agire sul cambiamento climatico, ha avvertito il responsabile del clima dell'ONU Rajendra Pachauri questa settimana, dichiarando: “Mancano cinque a mezzanotte”.

L'avvertimento arriva mentre l'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) dell'ONU, di cui Pachauri è presidente, sta per pubblicare il suo quinto rapporto di valutazione sul cambiamento climatico, il 27 settembre. Il precedente rapporto del IPCC era fosco, così come ci si aspetta da questa Quinta Valutazione.

Il rapporto ha mostrato che gli scienziati ora sono più convinti che mai che il cambiamento climatico sia il risultato dell'attività umana. Secondo il consenso scientifico rappresentato nel rapporto, l'impatto del cambiamento climatico potrebbe includere un aumento del livello del mare di quasi tre piedi (0,9144 metri) per la fine del secolo, un'estinzione estrema delle specie, un'intensità maggiore delle siccità, ondate di calore e alluvioni ed un'ampia scarsità di cibo in tutto il mondo.

“Si possono utilizzare i doni della natura, proprio come noi come scegliamo di fare, ma nei nostri libri i debiti sono sempre uguali ai crediti”, ha detto Pachauri lunedì ad una conferenza per l'organizzazione Croce Verde Internazionale a Ginevra, citando Mahatma Gandhi. “Posso suggerire che l'umanità ha completamente ignorato, trascurato ed è stata del tutto indifferente ai debiti", ha aggiunto.

“Oggi abbiamo la conoscenza per tracciare i debiti e per capire cosa abbiamo fatto alla condizione di questo pianeta”, ha detto Pachauri, che ha esortato coloro vogliono ascoltare ad agire immediatamente prima che la finestra dei cinque minuti si chiuda.