Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


venerdì 27 febbraio 2015

Sbarazzarci dei vecchi reattori nucleari ci costerà molto di più di quanto non si pensi

Da “Business Insider Australia”. Traduzione di MR (h/t Cristiano Bottone)


Un reattore nucleare in un centro di ricerca  a Kiev.


Londra/Parigi (Reuters) – Il crollo della società di servizi tedesca E.ON ha portato a preoccupazioni sul fatto che i fondi messi da parte per lo smantellamento dei reattori non saranno sufficienti, ma globalmente il costo dello smantellamento del nucleare è incerto in quanto le stime variano ampiamente. Man mano che i vecchi reattori di prima generazione chiudono, il vero costo dello smantellamento sarà cruciale per il futuro dell'industria nucleare, già sofferente in seguito al disastro di Fukushima del 2011 e per la competizione da parte del gas di scisto a buon mercato, del crollo dei prezzi del petrolio e di un'inondazione di energia rinnovabile da eolico e solare. La IEA ha detto alla fine dello scorso anno che quasi 200 dei 434 reattori in funzione intorno al globo verrebbero dismessi entro il 2040 ed ha stimato il costo del loro smantellamento  a più di 100 miliardi di dollari statunitensi.



Ma molti esperti vedono questa cifra come troppo bassa, perché non comprende il costo dello smaltimento dei rifiuti radioattivi e lo stoccaggio a lungo termine e perché i costi di smantellamento – spesso spostati nel tempo di decenni – variano enormemente per reattore e paese. “Mezzo miliardo di dollari per reattore per lo smantellamento è senza dubbio grandemente sottostimato”, ha detto Mycle Schneider, un consulente nucleare residente a Parigi. Il capo della sezione analisi della generazione di energia elettrica della IEA, Marco Baroni, ha detto che anche escludendo i costi di smaltimento dei rifiuti, la stima di 100 miliardi di dollari statunitensi era indicativa e che il costo finale potrebbe essere anche il doppio. Ha aggiunto che i costi di smantellamento per reattore possono variare di un fattore di quattro. I costi di smantellamento variano per tipo e dimensione di reattore, posizionamento e condizione del reattore al momento dello smantellamento. Anche se la tecnologia usata per lo smantellamento potrebbe gradualmente diventare più economica, il costo finale dei depositi di rifiuti è in gran parte sconosciuto e i costi potrebbero complicarsi nel tempo. Le durate di vita dei reattori si misurano in decenni, il che significa che i costi finanziari e le provvigioni dipendono fortemente da li velli di tassi di interesse imprevedibili. “La stima della IEA è, senza dubbio, solo una cifra campata in aria. La realtà è che i costi sono fenomenali”, ha detto Paul Dorfman, associato di ricerca senior all'Energy Institute della University College di Londra.


Un reattore nucleare al MIT 

La Commissione Legislativa sul Nucleare statunitense stima che i costi di smantellamento negli stati Uniti – che hanno circa 100 reattori – va dai 300 ai 400 milioni di dollari per reattore, ma alcuni reattori costano molto di più. Il principale revisore dei conti pubblico e l'autorità nucleare francese stimano i costi dello smantellamento per il paese fra i 28 e i 32 miliardi di euro (32-37 miliardi di dollari statunitensi). Le società di servizi tedesche – come E.ON, che lo scosro mese ah detto che si dividerà in due, scorporando le centrale elettriche per concentrarsi sull'energia rinnovabile e sulle reti elettriche – ha messo da parte 36 miliardi di euro. Il conto dello smantellamento e lo smaltimento dei rifiuti per la Gran Bretagna ora è stimato in 110 miliardi di sterline (167 miliardi di dollari statunitensi) nei prossimi 100 anni, il doppio della stima di 50 miliardi di sterline fatta 10 anni fa. Le stime del governo giapponese pongo il costo dello smantellamento dei 48 reattori del paese a circa 30 miliardi di dollari statunitensi, ma sono considerate conservative. La Russia ha 33 reattori e i costi sono considerati andare da 500 milioni a 1 miliardo di dollari statunitensi per reattore. Baroni della IEA ha detto che il problema non era il costo esatto per reattore. “Ciò che importa è se sono stati messi da parte fondi sufficienti per garantirlo”, ha detto.

(1 US$ = 0.6588 sterline)
(1 US$ = 0.8601 euro)