Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


domenica 15 luglio 2012

Il Dirupo di Seneca va sull'iPad


Da Cassandra's Legacy. Traduzione di Massimiliano Rupalti






Di Ugo Bardi

Il mio post sul Dirupo di Seneca ha ispirato Hannes Rollin a creare una applicazione per iPad che può essere usata per far girare il modello con diversi parametri di input. Devo confessare di non possedere un iPad, quindi non posso testare il modello, ma mi sembra un'idea molto interessante. Così, ecco la storia, e molte grazie ad Hannes per l'interesse dimostrato per il mio lavoro.




Guest post di Hannes Rollin

Molti di coloro che leggono questo post potrebbero avere familiarità con alcuni dei modelli “a portata di mente” di Ugo Bardi, dove egli impiega la dinamica dei sistemi per illustrare processi economici e naturali fondamentali in modo generale. Il modello che mi ha più impressionato è stato quello che Ugo ha chiamato "Dirupo di Seneca"– un modello molto semplice in grado di generare un declino economico molto più rapido di quanto sia stata la precedente crescita, un fatto già rimarcato da Seneca. Da qui il nome.

Vi faccio un breve riassunto del modello. Avete tre stock , immaginatele come dei container, chiamate Risorse, Economia e Inquinamento. Ora, una data frazione di Risorse viene estratta e usata nell'Economia. Di conseguenza, una frazione dell'Economia genera Inquinamento. Il flusso è ulteriormente dipendente dalla degradazione o dal ripristino (degradazione negativa) di ogni stock. Se vi siete mai chiesti da dove vengano le belle curve, qui c'è la risposta: il contenuto degli stock è una funzione del tempo.

Ugo ha ottimizzato i parametri per dare una curva dell'esaurimento delle Risorse e dell'attività Economica molto simili a quelle dei più famosi risultati del modello WORLD3 del gruppo de 'Limiti dello Sviluppo'. Ho messo questo risultato come impostazione di default dell'applicazione dell'iPad.


La cosa interessante è che il modello può sviluppare scenari molto diversi da quello standard sopra. Se modellate uno stock di Risorsa rinnovabile con un tasso di perdita di risorsa negativo, avrete una sequenza (potenzialmente infinita) di cicli di espansione e contrazione simili a quello della simulazione dell'infestazione di locuste di H.T.Odum.



Anche se questa sequenza sembra catastrofica al pari di lunghi periodi di attività economica quasi zero, mantiene già due assunti altamente ottimistici: primo, le risorse sono strettamente rinnovabili, non importa quanto siano forzate e, secondo, l'inquinamento (grigio), che giunge a un picco molto netto rispetto al picco economico iniziale, è gestito completamente da una auto-riparazione naturale. 

E' addirittura possibile creare qualcosa tipo un'economia di stato stazionario, un flusso leggero e sinuoso di attività ridotte ma positive. Se giocate con l'applicazione, tuttavia, vedrete che le combinazioni dei parametri che portano a circostanze tanto favorevoli sono difficili da trovare e la soluzione è altamente instabile – spostate ogni cursore in ogni direzione e tornerete rapidamente indietro all'estinzione o all'espansione-contrazione.


Notate che in questa sequenza la crescita rapida è seguita da un rapido declino e infine crescita zero (marrone). La stabilità dell'Economia ha il suo prezzo: l'attività economica è molto bassa in confronto al picco 'una volta nella vita' dell'inizio e lo stock di Risorse non raggiunge mai più la sua ricchezza iniziale a causa della raccolta continua. Ci sono molti più scenari che questo semplice modello può fornire, per esempio due o tre picchi consecutivi di attività, in aumento o in diminuzione, seguiti da soluzioni di estinzione (soluzione stabile) o stabilità (soluzione instabile).

Come scusa, sono certamente consapevole dell'ironia di portare un modello per la simulazione del declino economico nel fiore all'occhiello del consumismo tecno-narcisistico, distrazione da klickibunti e controllo a distanza delle risorse umana. Ma, sapete, lo spirito parla in molte lingue. C'è sicuramente qualcosa guadagnare giocando coi modelli piuttosto che meramente studiare formule o fissare grafici statici. Così come i Pitagorici hanno probabilmente giocato coi ciottoli per acquisire un feeling sulla relazione fra triangoli e quadrati, voi potreste sviluppare un feeling per la precarietà della stabilità e, forse, capire in quale modo inevitabile e feroce un destino sia capace di realizzarsi.

Detto questo, desidero solo aggiungere che l'applicazione è, naturalmente, gratuita, e chiunque voglia imparare lo sfondo o estendere il modello, è invitato a scrivermi (Hannes Rollin) all'indirizzo initials at sabik dot de. Il Dirupo di Seneca è stato recentemente approvato come applicazione.