Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


sabato 21 febbraio 2015

Ma non è che la crescita dei ghiacci Antartici compensa la perdita di ghiaccio nell'Artico?

Sembra proprio di no.




Da "Neven"

20 commenti:

  1. Il polo Nord (Artico) è composto dal ghiaccio marino e da 2 M kmq di Groenlandia.
    Il polo sud (Antartide) è composto da 14 M kmq di ghiaccio sopra la terra ferma e di 3 M kmq in mare.

    Dire cosa succede al ghiaccio marino nell'Antartide senza dire cosa succede a quello sulla terra ferma (che potrebbe ispessirsi e compensare la riduzione Artica), è come minimo: un'analisi incompleta e fuorviante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo già pubblicato lo studio che sostiene che la Penisola Antartica Occidentale è entrata in una fase di fusione irreversibile mesi fa. Potrebbe ispessirsi, ma non lo fa. Anzi...

      Elimina
    2. @Alessandro

      No, il ghiaccio continentale antartico NON si sta ispessendo:
      http://www.sciencedaily.com/releases/2014/05/140519110200.htm

      E la particolare conformazione della piattaforma continentale non può certo lasciare tranquilli:
      http://www.skepticalscience.com/most-terrifying-papers-i-read-last-year.html

      Elimina
    3. Infatti: i ghiacci continentali antartici stanno perdendo un volume equivalente a mezzo monte Everest all'anno

      Elimina
    4. Visti i risultati, cioè che la temperatura nel mondo si sta mediamente alzando, sorge spontanea una domanda:

      Se, come per un colpo di magia, la concentrazione della CO2 nell'atmosfera tornasse a 280 ppm, come prima dell'era industriale, la temperatura media del pianeta cosa farebbe?

      Della serie, siamo sicuri che il processo sia reversibile?

      Elimina
    5. Alessandro,
      restando ferme TUTTE le altre variabili, il riscaldamento globale (GW) DIMINUIREBBE.
      Non è solo la CO2 a causare il GW, c'è anche il metano, altro gas serra il cui rilascio in atmosfera è in gran parte causato dall'attività antropica (di noi esseri umani).
      Per altri gas serra rilasciati in atmosfera a causa di noi umani, allego il link :
      http://it.wikipedia.org/wiki/Gas_serra

      Ciao e buona giornata.
      Gianni Tiziano

      Elimina
    6. xGianni Tiziano

      La mia domanda, che sembrerebbe banale, banale non è!

      IPCC dà una previsione di temperatura crescente anche senza un innalzamento della concentrazione della CO2 (con minore pendenza, ma sempre crescente).

      Quindi, l'IPCC riconosce che, se anche la CO2 non aumentasse, la temperatura continuerebbe ad aumentare.

      Elimina
    7. Continuo a pubblicarti questi commenti in grazia della tua evidente buona fede. Ma la buona fede non esime dal cercare anche la serietà: se dici che l'IPCC fa una certa previsione, devi citare la fonte. Non puoi pretendere che il lettore se la vada a cercare.

      Elimina
    8. Hai ragione,
      il problema è che dovrei andarla a cercare pure io, non ho tutto sempre sotto mano.
      Ricordo (ma debbo andare a cercare il video su youtube), che c'era uno scienziato USA che diceva che:
      gli USA dovrebbero essere contrari al contenimento delle emissioni di CO2, perché comporterebbe una notevole spesa economica, ma con scarsissimi risultati, in quanto, anche in assenza di nuove emissioni di CO2, l'aumento di temperatura previsto dall'IPCC sarebbe stato solo parzialmente inferiore.

      E' vero che avrei dovuto andare a verificare la fonte, ma non si ha sempre tutto il tempo per verificare tutto quello che dicono in un video di oltre un'ora.

      Elimina
    9. Guarda, Alessandro, te la trovo io - non hai bisogno di grattarti la testa e dire "mi sembra di ricordarmi che avevo sentito dire da un tale che......."

      La trovi per esempio qui (figura 2) http://www.skepticalscience.com/lessons-from-past-climate-predictions-ipcc-ar4-update.html

      Ora che ce l'hai sotto gli occhi, ragionaci sopra e dimmi come mai la temperatura continua ad aumentare leggermente anche se la concentrazione di CO2 rimane costante. Un piccolo esercizio di climatologia per te!


      Elimina
    10. Sinceramente, nel video indicava una diminuzione del solo 20% dell'eventuale incremento della temperatura, ma adesso mi viene il dubbio che parlasse di una riduzione delle emissioni e non del totale azzeramento.
      Per quanto riguarda l'andamento crescente del grafico a CO2 costante, potrebbe essere come dice Gianni Tiziano, causato dal metano.
      In questo momento sto guardando il file .pdf dell'IPCC:
      ipcc_wg3_ar5_full.pdf
      a pagina 124 c'è una tabella in cui ci sono le indicazioni dell'influenza dei vari gas serra nell'atmosfera.
      L'influenza dei gas a 100 anni è la seguente:
      73 % CO2
      20 % CH4
      5 % N2O
      ...

      Una cosa che mi sono promesso di fare e vediamo se posso farla quanto prima è quella di:
      raccogliere in una pagina dei miei siti, i vari video-documentari che ci sono su Youtube su questi argomenti.
      Classificandoli per argomento.
      Se conoscete un sito che già lo fa, ve ne sarei grato se me lo indicaste.

      Elimina
    11. xUgo,
      a pag. 176 di ipcc_wg3_ar5_full.pdf
      figura 2.4
      c'è il grafico che hai indicato.
      Tra ar4 e ar5 è rimasto uguale.

      Elimina
    12. No..... non è quella la risposta - non è per via del metano. I modelli non tengono conto del feedback del metano. Pensaci un attimo, altrimenti puoi tornare alla prossima sessione di esame.... :-)

      Elimina
    13. Il continuo incremento della temperatura, dovrebbe essere causato dagli effetti ritardati che si hanno nel tempo tipo:
      riduzione dell'albedo del ghiaccio marino che si scioglie e si riduce il quale comporta un maggiore assorbimento della luce solare;
      e altri effetti ritardati nel tempo.
      ------
      professore non ho potuto studiare, ho avuto:
      matrimoni, funerali, famigliari all'ospedale, momentanea cecità... :-)

      Elimina
    14. ... il treno ha bucato una gomma, il mio sommergibile è stato attaccato da una piovra gigante, sono stato trattenuto per via di uno scontro con un camion carico di vinavil......

      Elimina
    15. Non gli e lo volevo dire... ma sono stato rapito dagli alieni! :-)

      Elimina
    16. Ah...era per questo che parlavi di "matrimoni". Ti hanno fatto sposare una principessa aliena, tutta verde e con la coda, dopo di che sei rimasto per 2000 anni sul pianeta Tralfamadore a creare una nuova dinastia tralfamadoriana. Poi, ti hanno riportato qui con il loro trasferitore spazio-temporale solo mezz'ora dopo che ti avevano rapito

      http://it.wikipedia.org/wiki/Tralfamadore

      Elimina
    17. No, mi hanno tele-trasportato ai tempi di Einstein e sto avendo una discussione animata con lui.
      Secondo me, la sua Teoria della Relatività è sbagliata.
      Lui sostiene che la velocità della luce è costante e, indipendentemente dalla velocità della Terra, la velocità della luce misurata sulla Terra resta costante; quindi, è impossibile determinare la velocità assoluta della Terra; mentre è possibile determinare la velocità di fuga delle stelle, dal loro spostamento verso il rosso delle onde elettromagnetiche che emettono (le onde si allungano, se i corpi si allontanano).
      Io invece gli sto dicendo che ciò si contraddice da se (si confuta);
      il vero motivo è il seguente:
      la velocità della Terra non è determinabile misurando la velocità della luce nelle varie direzioni perché le onde elettromagnetiche vibrano sul campo elettromagnetico generato dalla Terra e che con esso si sposta; quindi in esso la velocità della luce sarà costante in tutte le direzioni;
      invece la luce delle altre stelle, vibra sul loro campo e quindi, se esse si allontanano, la luce tenderà verso il rosso.
      ----
      Professore non ho potuto studiare a fondo i cambiamenti climatici perché sto studiando Fisica Teorica.

      P.S: spero che non intervenga un professore di Fisica teorica, perché se no gli debbo dire che sono impreparato perché studiavo Economia e via così. :-)

      Elimina
    18. Beh.... comunque la risposta alla domanda non è facile. Io stesso non sono sicurissimo di avere la giusta interpretazione (ho chiesto, per sicurezza, a persone più esperte di me). Ma ci eri andato vicino quando hai parlato del ghiaccio marino. Fuochino, fuochino......

      Elimina
    19. In realtà, in mancanza di emissioni antropiche di CO2, essa dovrebbe diminuire nell'atmosfera.

      Noi sappiamo che la CO2 nell'atmosfera è in equilibrio con la CO2 disciolta nell'oceano; ma nelle acque di superficie!
      Le acque profonde hanno una concentrazione di CO2 più bassa.
      La circolazione termoalina oceanica impiega circa 1000 anni per compiere un ciclo completo
      http://en.wikipedia.org/wiki/Thermohaline_circulation

      quindi, quelle acque erano in equilibrio con CO2 a 280 ppm; appena arrivano in superficie disciolgono la CO2 dell'atmosfera (che è a 400 ppm) abbassandone la concentrazione.

      Così facendo, la concentrazione della CO2 dovrebbe diminuire e di conseguenza anche la temperatura.
      Possibilmente nel breve periodo avrà un'incidenza maggiore l'albedo dei ghiacci e la loro acqua dolce, mentre nel lungo periodo dovrebbe incidere l'effetto della circolazione termoalina.

      Ho messo in funzione pure il secondo neurone. :-)

      Elimina