Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


giovedì 17 marzo 2016

Febbraio infrange i record di temperatura in modo “scioccante”

Da “The Guardian”. Traduzione di MR (via Cristiano Bottone)

Avvertimenti di emergenza climatica dopo che le temperature superficiali si sono scaldate di 1,35°C rispetto alla media del mese.


Terra colpita dalla siccità in Thailandia. Stefan Rahmstorf, dell'Istituto per la Ricerca sull'Impatto Climatico di Potsdam in Germania, dice che le temperature globali di febbraio sono “senza precedenti”. Foto: Rungroj Yongrit/EPA

Di Damian Carrington e Michael Slezak

Febbraio ha stracciato un secolo di registrazioni della temperatura di un margine “sbalorditivo”, secondo i dati pubblicati dalla NASA. Il salto senza precedenti ha portato gli scienziati, di solito cauti nel sottolineare la temperature di un solo mese, ad etichettare il nuovo record come “sconvolgente” ed danno l'allarme di una “emergenza climatica”. I dati della NASA mostrano che la temperatura media di superficie a febbraio è stata di 1,35°C più alta della temperatura media del mese fra il 1951 e il 1980, un margine di gran lunga maggiore di qualsiasi altro mai visto prima. Il record precedente, stabilito solo il mese prima a gennaio, è stato di 1,15°C al di sopra della media a lungo termine di quel mese. “La NASA ha lanciato una rapporto climatico esplosivo”, hanno detto Jeff Masters e Bob Henson, che hanno analizzato i dati del sito Weather Underground. “Febbraio ha superato il vecchio record mensile di 0,21°C pieni – un margine straordinario con cui battere un record di temperatura mondiale su base mensile”. “Questo risultato è davvero scioccante ed è l'ennesimo promemoria dell'aumento a lungo termine incessante della temperatura globale conseguenza dei gas serra prodotti dagli esseri umani”, hanno detto Masters ed Henson. “Ora stiamo sfrecciando ad un ritmo spaventoso verso il massimo di riscaldamento concordato di 2°C al di sopra dei livelli preindustriali”.



Indice di temperatura globale di terra ed oceani

Cambiamenti in °C, periodo base 1951-1980



Grafica del Guardian | Fonte: NASA 


Il summit sul clima dell'ONU a Parigi in dicembre ha confermato i 2°C come il limite pericoloso del riscaldamento globale che non deve essere superato. Ma ha anche concordato di “perseguire sforzi” per limitare il riscaldamento agli 1,5°C, un obbiettivo che ora sembra molto ottimistico. Il cambiamento climatico di solito viene valutato in anni e decenni e il 2015 ha stracciato il record stabilito nel 2014 come anno più caldo, coi dati che risalgono al 1850. Il Met Office britannico si aspetta che il 2016 stabilisca un nuovo record, il che significa che il record di temperatura globale sarà stato battuto per tre anni di fila. Una delle tre temperature chiave del mondo viene presa dal Goddard Institute for Space Studies (Giss) della NASA e il suo direttore, il professor Gavin Schmidt ha reagito alle misure della temperatura con un semplice “wow”. Ha tweettato:


“Ci troviamo in una specie di emergenza climatica adesso”, ha detto il professor Stefan Rahmstorf, dell'Istituto per la Ricerca sull'Impatto Climatico di Potsdam, in Germania. Rahmstorf ha detto a Fairfax Media: “Ciò è veramente impressionante... è del tutto senza precedenti”. “Si tratta di un risultato preoccupante”, ha detto Bob Ward, direttore delle politiche dell'istituto di Ricerca sul Cambiamento Climatico Grantham della London School of Economics, osservando che ognuno degli ultimi cinque mesi sono stati più caldi di qualsiasi altro mese che li ha preceduti. “Questi risultati suggeriscono che potremmo essere anche più vicini di quanto ci rendessimo conto al superamento del limite dei 2°C. Abbiamo finito tutto il nostro spazio di manovra. Se ritardiamo ancora forti tagli alle emissioni di gas serra, sembra che la temperatura media di superficie è probabile che superi il livello oltre il quale gli impatti del cambiamento climatico è probabile che siano molto pericolosi”.  Un grande evento de El Niño, il più grande dal 1998, sta aumentando le temperature globali, ma gli scienziati sono concordi sul fatto che il riscaldamento globale alimentato dalle emissioni di gas serra dell'umanità siano di gran lunga il fattore più grande della corsa stupefacente dei record di temperatura. Il professor Adam Scaife, del Met Office, ha detto che i livelli molto bassi di ghiaccio Artico hanno a loro volta aiutato ad aumentare le temperatura: “C'è stato un record negativo del ghiaccio dell'Artico per due mesi ancora in corso e che rilascia un sacco di calore”. Scaife ha detto che il Met Office ha previsto un 2016 da record già in dicembre. “Non è che non si potessero prevedere queste cose”.

Ed Hawkins, uno scienziato del clima dell'Università di Reading, Regno Unito, ha detto: “E' un salto molto grande fra gennaio e febbraio, anche se questi dati della NASA sono solo il primo insieme di dati della temperatura globale. Dovremo vedere cosa dicono le cifre dio NOAA e Met Office. E' in linea con le nostre aspettative che a causa dell'effetto continuo delle emissioni di gas serra, abbinato all'effetto de El Niño, il 2016 è probabile che batta il 2015 come l'anno più caldo mai registrato”. Il record di aumento annuale delle concentrazioni atmosferiche di biossido di carbonio, il gas serra principale, è stato a sua volta demolito nel 2015. Bruciare combustibili fossili e il forte El Niño hanno spinto i livelli di CO2 ad aumentare di 3,05 ppm, fino a 402,6, ppm rispetto al 2014. “I livelli di CO2 stanno aumentando più rapidamente di quanto abbiano fatto negli ultimi centinaia di migliaia di anni”, ha detto Pieter Tans, scienziato capo della Rete di Riferimento per i Gas Serra Globali del NOAA. “Sono esplosivi rispetto ai processi naturali”.

5 commenti:

  1. Speriamo che il 2016 non segni il passaggio attraverso l'ennesima porta magica climatica, o ce la vedremo brutta molto presto

    RispondiElimina
  2. occhio al refuso! Febbraio (h)a stracciato

    RispondiElimina
  3. Mi sbaglio o il tasso di aumento della co2 sta aumentando,non sarà che gli oceani stanno iniziando a non funzionare più come pozzo di carbonio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorprendente. Eravamo tutti convinti che gli oceani avrebbero continuato ad assorbire carbonio all'infinito.... deve essere colpa di Putin

      Elimina