Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


domenica 14 febbraio 2016

Come l'Uruguay è passato dai combustibili fossili al 95% di elettricità pulita in 10 anni

Da “U.S. Uncut”. Traduzione di MR (via Bill Everett)

3 dicembre 2015

“Il paese sta definendo le tendenze globali per l'investimento in rinnovabili”.
Mentre i leader mondiali si riuniscono a Parigi per discutere come frenare il cambiamento climatico, il popolo dell'Uruguay si sta godendo l'energia accessibile e pulita con pochissimo inquinamento.

Durante l'ultimo decennio, l'Uruguay è passato da una totale dipendenza da combustibili fossili sporchi ad avere più del 94% della loro elettricità da fonti rinnovabili. La cosa più incredibile è che l'Uruguay ha fatto il passaggio senza alcun sussidio governativo ed ora garantisce ai cittadini bollette energetiche mensili più basse di prima.

“Ciò che abbiamo imparato è che le rinnovabili sono semplicemente un buon affare”, dice Ramón Méndez, Direttore Nazionale per l'Energia. “I costi di costruzione e manutenzione sono bassi, nella misura in cui si fornisce un ambiente sicurto agli investitori, è un [affare] molto attraente”.


Méndez è anche veloce nell'evidenziare che mentre il piano che hanno seguito è semplice, non è successo in una notte.

“Abbiamo dovuto superare una crisi per raggiungere questo punto. Abbiamo passato 15 in una cattiva situazione”, ha detto Méndez a The Guardian. “ma nel 2008, abbiamo lanciato una politica energetica a lungo termine che copriva tutto... Finalmente avevamo chiarezza”.

Méndez ha attribuito il successo dell'Uruguay nel fornire un ambiente che incoraggia sia gli investimenti stranieri sia le partnership con società pubbliche. A causa della loro proprietà da parte del governo dell'Uruguay, queste società pubbliche offrono un rischio basso ed affidabilità per le ditte private, che hanno creato un ambiente operativo che continua a pagare dividendi per chiunque si coinvolto nel processo. Offrendo agli investitori stranieri prezzi su contratti ventennali garantiti dalle loro aziende di servizi statali, l'Uruguay ha rimosso la necessità di gonfiare i contratti con sussidi ed agevolazioni fiscali, scegliendo invece di offrire coerenza ed affidabilità in ciò che è diventata un'industria volatile a causa di  un ciclo di incertezza politica senza fine in Medio Oriente ed Asia.

A causa di questo, c'è una lunga fila di ditte straniere che vogliono assicurarsi contratti per l'energia dai parchi eolici e dagli impianti di energia idroelettrica che continuano ad essere costruiti coi profitti dei contratti attuali. Questa competizione per comprare l'energia pulita dell'Uruguay sta mantenendo la domanda estera alta mentre fornisce ai residenti energia economica e pulita.

Questo ciclo costante di investimento ed espansione dell'energia pulita permette all'Uruguay di soddisfare più del 90% della domanda nazionale di elettricità senza usare centrali a carbone o energia nucleare. Hanno anche lavorato con grandi impianti di lavorazione agricola per convertirli in impianti di cogenerazione a biomassa, che essenzialmente permettono loro di alimentare sé stessi senza bisogno di combustibili fossili.

Inoltre, l'Uruguay ha anche diversificato le sue fonti di energia rinnovabile aggiungendo sia biomasse sia impianti solari. Questo mix vario di risorse energetiche, insieme alla loro strategia a lungo termine che paga grandi dividendi, li ha resi un modello per paesi che cercano di disinvestire dai combustibili fossili.

Il loro piano si è guadagnato l'attenzione e le lodi della Banca Mondiale e della commissioine economica per l'America Latina e i Caraibi e il WWF lo scorso anno ha nominato l'Uruguay fa i suoi “Leader per l'energia verde”, dichiarando: “Il paese sta definendo le tendenze globale per l'investimento in energia rinnovabile”.

11 commenti:

  1. Bravi !
    L'Uruguay conta 3.431.000 residenti, ed ha avuto come presidente il fantastico Pepe Mujica, dal 2010 al 2015.
    Forse sarebbe stato meglio che gli incentivi fossero stati dati ai residenti e non alle imprese straniere, oppure che lo stesso stato avesse costituito delle imprese di produzione di elettricità pulita.
    Ma forse non c'era sufficiente denaro per raggiungere in così breve tempo questi bei risultati.
    Ancora : Bravi !

    Gianni Tiziano

    RispondiElimina
  2. Potessimo contare anche noi su una densità di popolazione di 19 ab./km2 saremmo già agevolmente al 100% di approvvigionamento da rinnovabili. Quella è la variabile. Invece, immagino saprete che la nostra densità di popolazione è oltre dieci volte superiore a quella dell'Uruguay (più di 200 ab./km2), in ulteriore e sempre più impetuosa crescita per via delle sciagurate politiche di "accoglienza senza se e senza ma" in atto ormai da oltre un decennio e in costante peggioramento.

    Esprimere apprezzamento per quel che accade in Uruguay senza inserire nell'analisi il "fattore densità" con la dovuta enfasi sul peso determinante e irrinunciabile del fenomeno è, a mio modo di vedere, un modo di fare disonesto e fuorviante. Lasciare l'osservazione nel mondo dell'implicito non migliora la situazione, perché certe cose occorre urlarle senza sosta, a muso duro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che l'ulteriore e sempre più impetuosa crescita della densità,sia un'esigenza. Il nostro paese, vista la crescente percentuale di persone anziane che non producono più,è costretto a tenere aperto il "rubinetto" dell'immigrazione.Siamo ormai nelle piene mani di quel mostro assurdo chiamato capitalismo, che se non soddisfatto dalla crescita del PIL,può far crollare tutto.Ma non disperiamo,vedrete che quando la densità sarà al punto giusto,quel rubinetto che ora non riusciamo a chiudere,magicamente si chiuderà e non necessariamente con azioni violente e razziste.

      Elimina
  3. tutta energia che è costata un patrimonio di energia fossile e che costa un altro patrimonio sempre di energia fossile per mandare avanti la baracca. E poi che volete che consumino di elettricità in Uruguay che hanno un clima migliore del nostro e sono meno che nella mia martoriata (dal consumismo) Toscana. In compenso sono sicuro che la nostra produzione elettrica da rinnovabili, che è al 40%, è decine di volte superiore a quella totale al 90% di quel paesucolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà sicuramente vero
      Ma noi intralciamo eolico ed FV perché deturpano il paesaggio...

      Elimina
    2. si ok perchè il geotermico in Toscana non deturpa l'ambiente !? e soprattutto non inquina le falde!? Finchè enelpower pagherà i comuni sarà assicurata impunità per tutti questa è l'italia

      Elimina
  4. NOn riesco a capire come una notizia positiva possa diventare negativa! Insomma un paese diventa rinnovabile e si commenta al negativo!
    Io la trovo eccezionale a prescindere! Sono quei passi, quei piccoli passi che portano in una direzione che fa bene al nostro paese e salute...c'è solo da esserne contenti!

    RispondiElimina
  5. Well, it is not true.
    Sorry, I can read Italian but I can not write it.
    It amuses me how you -I mean the American original author, the English, and you Italians- believe anything that the Uruguayans say.
    Everyday 3 or 4 people are murdered, shot.
    Montevideo is like Tombstone, but without the sheriff.
    Or like Chicago at the time of Al Capone.

    Uruguayans have the right to carry guns, and long knives, something that is criticized about the USA -well, over there it is worse.
    Children 13 years old MURDER with impunity, and if they are caught as they are under 18 years old nothing happens to them, or to their families.

    The gang of Mujica kidnapped back in the day the British Ambassador Sir Geoffrey Jackson, tortured him for nearly a year, and ransomed him -perhaps the origin of Mujica's fortune, certainly funds for a criminal organization that fought against the elected, democratic government to implant a Communist government like in Cuba.

    But Mujica is a very clever fellow and for that matter the Uruguayans are masters at lying and dissembling.

    Of course, he goes to the Universities for example in Spain, and tells them -"We must help the poor, and we are doing it in Uruguay".
    Not a total lie, that, and as it is very different from the behaviour of the other rulers in Latinamerica, or in Spain, thieves each and everyone of them, Mujica appears as the champion of the downtrodden -and from some points of view he is.

    Now lets, go in the matter of energy.
    The lie is in that most fuel in Uruguay is used by cars, ships, tractors, trucks, airplanes, warships (they do have a Navy), Army tanks (Russian, bought from Israel: Argentina and Brasil don't have tanks), fishing boats, ships, heating buildings, industry and such like.
    AS it totally lacks Oil, Gas and Coal all those fuels are imported.

    Uruguay is bigger than England + Wales + Belgium put together, with a very small population, 3,5 million people.
    They have enormous rivers: Río Uruguay, Río Negro and others.
    If Great Britain, France or Italy had a comparable density and total population, say 3.0 million people in England, I am sure the English would make enough electricity from their rivers, and so would the Italians if Italy had, say, 5 million people.
    Less people live in Uruguay in total than in Barcelona.

    So the achievement of Uruguay is meaningless, and in fact, false.

    PS. and I don't want to get started on the matter of marihuana legalisation in Uruguay, another lie, another typical South American lie.
    www.armandobronca.com

    RispondiElimina
  6. e chi sarebbero quelli che non dicono mai menzogne? gli americani? ma per favore!

    and who would be the ones who never tell lies? the Americans? but please!

    RispondiElimina
  7. Borges said of the Uruguayans, and he knew them well -and so do I, I am Spanish, I was raised and graduated in Biology in Uruguay, my wife is Uruguayan, so is my son.
    "El ditirambo es el único estilo que los uruguayos admiten para hablar de sus cosas".
    Ditiramb is the only style that Uruguayans allow when talking about their things.

    Some of the things they say are true, but they are social advances very much in the past -social security, 8 hours law, divorce, women's vote, free education, football world champion 1930 and 1950.

    In 1973 Uruguay collapses -yes, the collapse happened
    http://www.armandobronca.com/como-es-el-liceo-secundaria-en-un-pais-en-colapso-uruguay_14487/
    .
    Corrupción y Colapso en Uruguay
    http://www.armandobronca.com/corrupcion-y-colapso-en-uruguay_6109/
    Look at the image of a teenager holding up a bus in Montevideo

    * Uruguay, 28 asesinatos en 23 días
    Uruguay 28 murders in 23 days
    http://www.armandobronca.com/uruguay-28-asesinatos-en-23-dias_14958/

    Uruguay is governed by the Communist Party and the Extreme Left, and it is a socialist country, in their way -too long to explain.
    They were voted in, yes, and in Spain the Fascists mafia thieves of Rajoy were voted by the people, and Berlusconi was prime minister in Italy several times, and Bush, and Blair...

    But the main thing is, that in Uruguay they consume Oil same as usual even if the electricity mostly comes from hydro and some wind power.

    RispondiElimina
  8. Tutti a criticare i risultati dell'Uruguay con argomenti che non c'entrano niente: le pistole , i coltelli, il numero di abitanti, il regime politico......Il fatto essenziale è che un paese di 3,5 milioni di abitanti produce il 95% del suo fabbisogno di elettricità ( non del suo fabbisogno totale di energia )con le rinnovabili. Punto.E poi? In Italia, Spagna,Gran Bretagna, USA , siamo tutti onesti e santi ?

    RispondiElimina