Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


venerdì 8 gennaio 2016

E' chiaro che è il sole, non l'uomo, a causare il riscaldamento globale (o forse no.......?)

7 commenti:

  1. Fallo vedere a Rubbia, Zichichi, Cifarelli e compagnia cantante...

    RispondiElimina
  2. L'unica cosa che è chiara e che dal grafico sopra nulla è chiaro ne può esserlo.....e l,articolo stesso in inglese supports more skepticism about Skeptical Science than it does of either climate skeptics or climate change supporters and leaves the reader yearning for some real Science and some real analysis and scientific use thereof...

    RispondiElimina
  3. Il commento di Madre Terra subito sopra , prima era apparso per primo. Adesso e l'ultimo (finora) ed il primo e quello su "compagnia cantante" seguito poi dal mio. Ovviamente tutto normale, e tutti cantano la loro o in modo diretto o in modo indiretto.

    RispondiElimina
  4. è un po' che non sento dire del sole come causa del GW, anche se non frequento molto i siti negaroli ...
    a me sembra che da quelle parti abbiano preso una bella botta, di cui è parte anche un papa picchiatore, e stiano aspettando senza fare troppo rumore l'arrivo di una nina per riprendere a cantare la filastrocca della pausa.
    solo impressioni disinformate, sia chiaro

    L.

    RispondiElimina
  5. Nel frattempo, sono state riesumate per la quarantasettesima volta le hotspot tropicali. A quando, al prossimo giro, Annibale sulle Alpi, il frizzantino britannico medievale, il global cooling previsto nei 70 e il global warming di Urano e di Marte?

    http://www.climalteranti.it/2016/01/05/2015-temperature-record-con-distacco/#comment-517632

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quando tutte queste cose piu diverse altre verranno accuratamente rifiutate con della scienza e non con delle polemiche, politiche o prepotenze (o botte da papi od altri santi o profani picchiatori che fanno solo i loro propri interessi personali od istituzionali come fanno quasi tutti) si arrivera forse ad una visione più completa e vera di ciò che sta o non sta accadendo e perché e di che cosa si deve o non si deve fare e se sarà efficace o meno. The Science is NOT settled . Ma i picchiatori pesanti o leggeri e diretti od indiretti, od onesti od insidiosi, continueranno senz'altro a cercare di picchiare anche con questa. Cioè the Science IS settled, and anybody denying it is either an incorrigibile denier or an incorrigibile skeptic. (But no specific point by specific point honest debate) Spero proprio di vivere altri vent'anni per vedere cosa accadrà e cosa diranno anche se non credo nelle mie proprie profezie così come non credo senz'altro nelle loro. Ma parte del giochetto ha poco a che vedere con cosa accadrà o meno con il clima ed è invece anche quello di dividere la gente in "allarmisti normali" , allarmisti estremi" , "catastrofisti, "negazionisti ignoranti" , "negazionisti venduti a big oil, "scettici" , "scettici incorrigibili" , , "venduti alla "sinistra" di Al Gore, Maurice Strong ed Aurelio Peccei, republicans and democrats, ambientalisti -attivisti e menefreghisti , catastrofisti e gente con "nervi saldi" , profeti ed oracoli e "gente che guarda i fatti" e diverse altre categorie e sotto categorie ed ovviamente senza dimenticare gli "overarching conspiracy theorists" ai quali vengo adesso. Cioè' a chi serve tutto questo e come viene sfruttato e per cercare fare cosa? A chi serve e per che cosa è un'altro discorso molto più lungo e lo è anche quello delle cosiddette -e da chi è perché - "conspiracy theories" (e conspiracy practices) Ma non serve senz'altro alla vera Scienza ne al vero rispetto del prossimo. Ne "all'amore del pianeta" . Ovviamente sono passato da una forma di "True Believer" e talvolta anche piccolo picchiatore minore, ad uno "scettico incorrigibile" . Ma già mi sento meglio e fuori non fa né più caldo né più freddo. Credo sempre più che bisogna essere brutalmente brutali " con se stessi ed andare senza timore dove la ragione, la logica ed i fatti ci portano. Se possono sbagliare gli altri possiamo sbagliare anche noi stessi. Le ragioni a volte sono simili, ed a volte no.

      Elimina