Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


lunedì 11 agosto 2014

Meno male che abbiamo Renzi!




.... se non fosse stato per gli 80 euro, immaginatevi come saremmo ridotti!



da Resource crisis

41 commenti:

  1. E' fur di dubbio che gli 80€ sono stati una abilissima manovra elettorale, che ritorneranno nelle mani del fisco con aumenti di tasse, imposte e tagli ulteriori di welfare. E gli popolo bue italiota si è prostituito per qualche spicciolo: Un classico nostrano!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non credo che si siano venduti per 80 euri. Sempliemente Berlusca eè ormai cotto, dietro Grillo vanno ormai solo i neofascisti che credono si possa pafre qualcosa con le chiacchiere da bar, e quindi non restava che Renzi, il meno peggio dei falliti. Perchè è chiaro che nessuno del mazzo ha una beneamata idea dell'origine dei problemi. In particolare a Grillo e Berlusca non interessa risolverli, mentre Renzi pensa di farlo dando retta a chi intende devastare l'italia. Non che chi suggerisce le mosse a Renzi abbia a sua volta una beneamata idea dell'origine della crisi. Proprio un belllo schieramento di illusi, votati e votanti.

      Elimina
  2. l'albergo a Salamina (dove l'Europa fu salvata per la prima volta nella storia dalla flotta ateniese, sigh..) della sorella della moglie del dottore della mia gioventù è pieno di italiani e non di americani, inglesi ecc..Il GDP mettetev...., cioè mettetelo tra le tante trappole capitalistiche. E badate bene che il paradiso non è posto per comunisti, ma quel che è vero, va detto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovvio. E i ristoranti sono pieni, e sugli aerei non si trova mai un posto libero.
      E poi, ovviamente, la ripresa è come l'estate: prima o poi arriva.
      E il mio idraulico ha appena assunto un apprendista, quindi non è vero che non si trova lavoro.
      ...(aggiungere altri luoghi comuni a piacere)

      Elimina
    2. a mia figlia che ha messo su un'impresa da sola, il centro dell'impiego chiede, anzi supplica di assumere qualcuno per sei mesi a totale carico della regione. Ma non era questo il senso di quello che dicevo. Sarebbe da insuperbirsi, ma provo solo sconforto.

      Elimina
    3. l'estate prima o poi arriva... quando anche i luighi comuni falliscono, almeno nel 2014

      Elimina
  3. L'unico governo centrale ammesso dal peak everything che non sia dichiaratamente autoritario è una technocracy alla Howard e Scott, e cioè una forma di Troika all'ennesima potenza..quindi perchè prendersela con Renzi ?..l'alternativa è un governo centrale molto agile, che demandi le competenze più onerose, (servizi alla persona) ,al locale, e non è escluso che la technocracy che mai ebbe occasione di prendere campo comportasse proprio questa caratteristica...Intanto una parola sui ritorni decrescenti delle università : da circa 3 anni le iscrizioni in Italia sono in calo, quindi affrettatevi voi insider a lottare contro le sedi e le facoltà non sostenibili...

    RispondiElimina
  4. GDP – Gross Domestic Product
    in lingua italiana è il
    PIL – Prodotto Interno Lordo.

    Tiziano

    RispondiElimina
  5. Prof. Bardi, tre domande a cui sarebbe interessante avere delle risposte:
    1. perchè il pil ha questo trend in Italia così diverso dagli altri paesi industrializzati;
    2. la crescita è ripresa sostenuta dopo la crisi del 2008 e nei paesi del grafico non ci sono problemi. E' realmente così?
    3. ma non siamo nell'epoca dei ritorni decrescenti? Allora come si spiega appunto la crescita sostenuta di cui parlavamo prima?

    RispondiElimina
  6. mi associo alle domande di Vladimiro, soprattutto la 3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che si vede dai dati è che esiste una correlazione fra l'andamento del PIL e le importazioni di materie prime. I paesi che importano proporzionalmente di più (p. es. Italia, Grecia) sono quelli che fanno peggio. In pratica si nota che il PIL cresce nel caso di:

      Paesi che hanno importanti risorse minerali nazionali (p. es. USA)
      Paesi che sono molto efficienti nell'uso delle risorse (p.es. Svizzera)
      Paesi che hanno tutte e due le caratteristiche (p. es. Germania)

      Ne consegue che il rimedio alla crisi sta nell'investire su risorse nazionali e aumentare l'efficienza del loro uso. Evidentemente, Renzi sta facendo il contrario basandosi su un'interpretazione obsoleta delle teorie Keynesiane. Stimolando i consumi, con i famosi 80 euro, impoverisce di più il paese perché gran parte di questi soldi saranno spesi per importare prodotti dall'estero. In sostanza, la cura sbagliata sta ammazzando il paziente.



      Elimina
    2. A proposito della domanda 3, il discorso dei "ritorni decrescenti" non implica che in tutti i posti il PIL debba diminuire - la previsione è che il PIL medio globale dovrebbe cominciare a scendere entro questa decade, ma lo farà a salti e controsalti e non uniformemente ovunque. In sostanza, se il Titanic sta affondando, questo non vuol dire che tutti i passeggeri debbano affogare nello stesso momento.

      Elimina
    3. beh, prof, allora se Renzi ha sbagliato con gli 80 euri, non sbaglia con lo sblocca-italia secondo il suo ragionamento. Incentivando il cemento si incentiva un settore di cui abbiamo risorse (cave non ne mancano...) e di cui siamo efficientissimi utilizzatori: l'Italia, ancorchè devastata vivrà un nuovo boom economico. Evviva.
      L.

      Elimina
    4. Anonimo, ci sono un paio di problemucci con la tua interpretazione: il primo è che per fare cemento ci vuole energia, e questa la dobbiamo importare. Il secondo è che le palazzine di periferia non le possiamo esportare e quindi non aiutano la nostra bilancia dei pagamenti.

      Elimina
    5. Interessante la metafora sul Titanic.Forse potremo dire che la Germania e più in generale i paesi nordici affogheranno dopo i paesi del mediterraneo. Probabilmente anche il petrolio da scisto sta aiutando a mandare avanti il mondo così come lo conosciamo. D'altronde è anche sciocco pensare che il mondo crolli tutto insieme di punto in bianco. Forse abbiamo ancora un po' di tempo per cambiare il corso delle cose o almeno per mitigare gli effetti della crisi alle porte.

      Elimina
    6. Detta in un altro modo, il fatto che i passeggeri di prima classe stiano bevendo champagne, non significa che il Titanic non stia affondando.

      :-)

      Elimina
    7. Rispetto a Ugo Bardi del 12 agosto 2014 11:19
      Può citare qualche studio riguardante la relazione tra andamento del PIL e importazioni di materie prime?
      Ho provato velocemente a scaricarmi i dati OECD per una trentina di nazioni e plottare il peso delle importazioni sul PIL ed il numero indice del PIL reale nel quarto trimestre 2014 (base primo trimestre 2008=100 , in pratica il penultimo valore delle serie riportate nel grafico qui sopra), ma i punti risultano molto dispersi e sicuramente si può escludere una relazione lineare tra di essi (alto livello di importazioni -> basso tasso di crescita del PIL).
      D'altra parte, guardando all'esperienza italiana, non mi pare di aver notato chissà che crescita del PIL nei momenti in cui (tra il 2002 ed il 2008) l'euro si apprezzava di oltre il 50% rispetto al dollaro (e quindi verosimilmente diminuiva notevolmente il peso delle importazioni per la nostra economia)...ma forse mi manca qualche pezzo del ragionamento.

      Elimina
  7. molto probabilmente la ricchezza nostrana viene da attività illecite, infatti i miei vicini spacciatori, dove lavora uno solo, ora sono tutti in vacanza, mentre in casa mia che lavoriamo tutti siamo tutti a casa.

    RispondiElimina
  8. molta ricchezza italiana è in nero, evasione poca, ma più che altro attività illecite, altrimenti non si capirebbe con un grafico come quello sopra, perchè mai i turisti italiani all'estero siano la maggioranza, almeno a detta dei conoscenti che ci vanno. Io, per fortuna, dopo 5 estati in colonia, da piccolo, ho litigato colle vacanze e le lascio volentieri agli altri, così mi godo un paese un pochino più vivibile e quelle soddisfazioni intellettuali e spirituali tanto aborrite dalla civiltà dei consumi.

    RispondiElimina
  9. c'è da agigungere alle considerazioni del prof.Bardi che la crescita del Pil negli altri paesi è stata aiutato dal credito più facile e dai tassi di interesse molto più bassi che da noi.

    Negli ultimi anni la crescita è dovuta ad una orgia di debito che di volta in volta fa ascoppiare le varie bolle come quella dei sub-prima, poi la Grecia, Irlanda e via discorrendo

    RispondiElimina
  10. La bolla immobiliare è scoppiata solo qui, negli altri paesi (USA, UK) è stata rigonfiata e in Germania non c'è stata. Il settore immobiliare costituisce il 20% del PIL in Italia, e nel 2014 c'è stato il più basso numero di nuove costruzioni dal 1920.
    A breve termine il calo del PIL dopo il 2011 si spiega così.
    A lungo termine avrà ragione il Prof. Bardi.

    Carlo

    RispondiElimina
  11. La caduta del PIL italiano e la grande ripresa di quello inglese coincidono, non a caso, con il passaggio di mano dei pozzi ENI in Libia. Semplice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'interpretazione interessante. Ma la puoi sostanziare con qualche dato?

      Elimina
    2. Beh la caduta di Misurata con i nostri pozzi è storia. Per quanto riguarda i giochi tra Libia Italia(Berlusconiana) Inghilterra Francia USA nel 2011 ho potuto osservare ambedue i fronti leggendo contemporaneamente media inglesi ed italiani e le molte mosse e contromosse internazionali fatte in quel periodo. E' un discorso lungo che se Le interessa si puo' continuare privatamente. Sono convinto che l'Italia abbia fatto di tutto per preservare la Libia com'era ma alla fine fallendo quando Inghilterra e Francia sono riuscite a reclutare l'appoggio USA.

      Elimina
    3. Si, con la faccenda Libia ci hanno fatto dei danni spaventosi. Per non parlare dell'umiliazione subita e del triste spettacolo della moltitudine di imbecilli tutti contenti a inneggiare alle bombe democratiche.

      Tuttavia, perdere il 10% del nostro PIL vuol dire bruciare 150 miliardi di Euro - dubito che la Libia da sola basti a spiegare quello che è successo. Comunque, se ti interessa approfondire privatamente, scrivimi pure a uoo.bardi(cosostrano)unifi.it

      Elimina
  12. Ah da non dimenticare il contratto SNAIPEM per la posa del gasdotto south stream con Gazprom, mandato a monte da Monti penso (appropriato). Finmeccanica fatta a pezzi e acquisita da Inghilterra con scusa corruzione. Grandi imprese italiane declassate e comprate dalla'estero per pochi euro con la connivenza di leader nazionali imposti dalla'estero. Quei grafici in crescita sono anche dovuti alla divisione delle spoglie della colonia Italia.

    RispondiElimina
  13. L'ultimo atto è di questi giorni: l'agroalimentare italiano sarà una delle principali vittime delle contro- sanzioni russe alla UE (per l'avventura Ucraina). Per cui oltre a doverci comprare il gas libico a peso d'oro dovremo tollerare questa botta tremenda. Penso sia una mossa di Putin per portare l'Italia a una trattativa con la Russia diretta, come ha già fatto l'Austria nel recente vertice a Vienna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è la volta buona che l'effimero fronte occidentale anti Putin inizi a sfaldarsi. E con esso la UE delle banche.

      Elimina
  14. condivido, ora abbiamo venduto il 33% della rete elettrica e del gas ai cinesi. Sempre con la motivazione che bisogna abbattere il debito, si peccato che oggi nuovo record del debito di oltre 2160 miliardi

    Dobbiamo pagare 2 miliardi di interessi al mese, cosa dobbiamo fare? vedere tutto? Ma non si abbatte così il debito? bisogna ristrutturare, punto e a capo.

    Quindi signori siate consapevoli che i lorsignori al governo dal 2011 in poi hanno un solo ordine dall'europa: liquidare tutte le aziende sane italiane ai privati esteri.

    Sognatevi un futuro

    Pur con tutte le cazzate che ha fatto e detto il berlusconi è stato fatto cadere proprio perchè non voleva cedere il potere ai tecnocrati dell'euro.

    Difatti Monti, Letta e Renzi sono tutti stati benedetti dall'europa, ve ne siete accorti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente ciascuno di loro aveva referenti diversi.. In Europa qualche paese vuole tornare alla situazione pre - pax americana penso. O semplicemente è alle strette economicamente ( inghilterra ad esempio ha finito il petrolio del mar del nord che tanto aveva contribuito al "miracolo Thatcher". Germania ha un grosso guaio con i derivati della Deutsce Bank.. Il nostro debito pubblico fa ridere a confronto. Per non parlare della City diLondra .)
      Ma l'effetto è un ritorno di alcuni temi della politica europea del secolo scorso.

      Elimina
  15. e pur con tutte le porcate che ha fatto, i vari conti energia sono pratiti sotto i governi del Berlusca. Quelli venuti dopo hanno solo tagliato con la ciliegina sulla torta dello spalmaincentivi di Renzi.

    La sinistra italiana è il più grande alleato dell'industria del consumo/petrolio, qualcuno lo ha notato o stiamo ancora dormendo in piedi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo loro. Però devo dire che sono capaci di farci rimpiangere Berlusconi, e questo è veramente un risultato notevole

      Elimina
  16. Per essere corretti, il 2. conto Energia, quello del fotovoltaico con le tariffe "ricche", l'ha firmato Bersani con Pecoraro Scanio.

    RispondiElimina
  17. a proposito di tanto rimpianti consumi mancanti che fanno piangere il GDP italiano e anche tutti quelli che si preoccupano così tanto, tutti sappiamo benissimo che per farlo salire occorre distruggere risorse e proprio stamane Papa Francesco ha detto che chi distrugge il creato, sarà distrutto dal creato. Ha letto del dirupo di Seneca o non ci hanno detto tutto il 3° segreto di Fatima, con quella pagliacciata del tentativo di uccidere Woitila con una pistolina, che solo colpendo un occhio poteva essere fatale, mentre e probabilmente perciò la mira fu presa molto in basso?

    RispondiElimina
  18. Interessante il dossier di Focus che nell'ultimo numero fa il punto su una futura missione su Marte: sapevate che Marte ha un terzo della gravità terrestre, che la temperatura media è di circa –60 °C e che le radiazioni assorbite durante il viaggio corrispondono a una Tac ogni 6 giorni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo sapevo.
      Credo che siamo così tanto investiti di informazioni che restiamo disorientati, come una nave sballottata in mezzo al mare.
      Io almeno mi sento così, quando apro internet e mi "informo".
      E sento pure che mi devo difendere anche dalla "disinformazione".
      E' una tale massa di informazioni !
      A cosa serve ????
      .-----
      BLA78, non intendo dire che non sono interessato a come è il clima su Marte, solo che il tuo intervento mi dà lo spunto per esternare quello che in questi ultimi tempi sento dentro di me.
      .----
      Che, oltre che osservare in modo scientifico, dovremmo anche farci semplici, e osservare la natura senza avvalerci di mezzi tecnologici.
      A volte, osservare solo con i nostri occhi, orecchie, naso, bocca, pelle.
      .----
      Che dovremmo ritornare indietro, che tutto questo sapere ci serve a poco, se poi comunque continuiamo a inquinare la Terra.
      .----
      Che il sapere che andrebbe ricercato è soprattutto la “saggezza”, e non solo la semplice “conoscenza”.
      .----
      E che tanti saggi sono persone molto semplici.
      .----
      E che si dovrebbe pensare col cuore, non con la testa.

      Gianni Tiziano

      Elimina
    2. x Tiziano, ieri nel Vangelo della Messa: "Beati piuttosto coloro che ascoltano la Parola di Dio e La osservano". Il mondo è pieno di puttanate, però molte, tutte in potenza, messe a confronto con quella Parola, perdono la loro efficacia illusoria.

      Elimina
    3. “Tutte le nostre azioni sono basate sulla nostra religione.
      Se questa funziona, noi funzioniamo come popolo.”
      Bernard Second, cantore mescalero apache, indiano americano.

      Le religioni nel mondo sono migliaia.
      I popoli cristiani, a mio parere, funzionano male.

      Sono stato cristiano a periodi alterni nella mia vita.
      Leggendo quello che i cristiani hanno fatto e stanno tuttora facendo agli indiani del Nordamerica, agli africani, agli indios di Centro e Sudamerica, agli aborigeni australiani, mi sono venuti dei dubbi sulla validità della religione cristiana.
      Inoltre considero animali, piante, rocce, acqua ed aria meritevoli di profondo rispetto, mentre nella Bibbia si raccomanda di soggiogare e dominare la terra e gli animali.
      Questo è incompatibile con i miei sentimenti profondi.
      Ora obbedisco alla mia coscienza.

      Gianni Tiziano

      Elimina
    4. anche mio padre, uomo tutto di un pezzo cresciuto dal Duce, che lo ha mandato a combattere per lui in mezza Europa, diceva che quando uno è a posto con la sua coscienza, basta ed avanza. Solo che ignorava l'esistenza della coscienza profonda e si limitava all'intelligenza. Pensa che, dopo aver ucciso per divertimento (leggasi caccia) forse un milione di animali, poco prima di morire si penti e pianse per quello che aveva fatto. Pensi che se non avesse avuto un insegnamento cristiano, oltre a quello maschio del fascismo, avrebbe avuto questa sensibilità?

      Elimina
  19. La colpa è di quel 20% circa della popolazione italiana (i grillini) che preferiscono vivere di stenti piuttosto che vedere trionfare Renzi. Io sono uno di quelli ;-)

    RispondiElimina