Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


venerdì 12 febbraio 2010

Ammazzare i climatologi

Vista l'intensità della campagna di odio in corso contro la scienza, mi stavo domandando quando avrebbero cominciato a dire che bisogna ammazzare i climatologi.

In effetti, ci siamo arrivati - diciamo non proprio a proporre di impiccarli agli alberi, ma quasi. Ecco qui Glenn Beck, di Fox News che ci spiega che i climatologi si sono così "disonorati" che dovrebbero "commettere suicidio" ma che "non ci sono abbastanza coltelli" per farlo.


_________________________________



Da Thinkprogress


Glenn Beck: ‘There aren’t enough knives’ for ‘dishonored’ climate scientists to kill themselves.
Glenn BeckOn his radio show yesterday, Fox News host Glenn Beck argued that the world’s climate scientists should commit suicide because they “have so dishonored themselves.” After repeating exaggerated and false smears about the work of the United Nations Intergovernment Panel on Climate Change (IPCC), the international scientific and governmental body tasked with assessing the threat of global warming, Beck said “there’s not enough knives on planet Earth for hara-kiri that should have occured,” referring to the form of ritual suicide used by Japanese samurai:

There’s not enough knives. If this, if the IPCC had been done by Japanese scientists, there’s not enough knives on planet Earth for hara-kiri that should have occurred. I mean, these guys have so dishonored themselves, so dishonored scientists.

6 commenti:

  1. Mi sembrava che con le minacce di morte dei mesi scorsi ai climatologi avessimo già toccato il fondo, invece...

    RispondiElimina
  2. Una cosa è sicura. Se le cose cominceranno ad andare male, avrò buona memoria di tutti coloro che hanno voluto negare fino in fondo l'evidenza per interesse o stupidità.
    E se gli mancherà un coltello per mondarsi dal "loro" disonore, sarò gentile abbastanza da prestarglielo.

    RispondiElimina
  3. Tutto fa spettacolo, da sempre ma oggi più che mai.E come ritengo avesse visto bene Guy Debord, la società dello spettacolo è il traguardo definitivo del turbocapitalismo.Quindi non importa quale sia la verità, basta che sia spettacolare.

    Se la verità diventa noiosa , allora meglio la menzogna.
    Certo, è spettacolare il fatto che siamo riusciti ad alterare il clima, ma lo è anche l'idea che ci sia un complotto di scienziati che vogliono far credere che sia così.

    E siccome la climatologia è di per sè una scienza molto complessa oltre che recente, traformare tutta la questione in spettacolo, rende la cernita della verità dalla falsità e dall'errore ancora più ardua di quanto non sia di per sè stesso.
    Per ironia della sorte comunque vada sarà anzi già è, uno spettacolo lo stesso.
    Tragico, tragicomico, drammatico, farsesco o surreale, non sappiamo prevedere.
    Invochiamo lo spirito di Cassandra che ci illumini.
    Marco Sclarandis

    RispondiElimina
  4. non vale l'equazione scienziato = brava persona : si ricordi ad esempio Werner Von Braun .

    questo invito a fare harakiri mi sembra irrilevante .

    che poi alcuni tentino di stiracchiare la scienza per le loro agende (ecologiste o petrolifere che siano ) mi sembra ovvio .

    RispondiElimina
  5. Caro anonimo, allora, è giusto ammazzare la gente se ti stanno antipatici? Ma via..... lasciamo perdere.

    RispondiElimina
  6. tecnicamente glenn bleck non ha incitato all'omicidio , senno sarebbe passibile di azione penale ; che poi si capisce benissimo che lui i climatologi li ammazzerebbe tutti , beh , e' protetto dalla liberta di parola garantita dalla costituzione americana . non dimentichiamoci che negli usa persino i gruppi neonazisti possono fare propaganda .

    RispondiElimina